Ucimu,cresce export macchinari in Russia

Oltre 60 imprese italiane alla maggiore fiera russa di settore

Redazione ANSA MILANO
(ANSA) - MILANO, 16 MAG - Dopo un periodo di calo nel 2017 le esportazioni in Russia dei costruttori italiani di macchine utensili sono cresciute nuovamente, e, grazie all'incremento del 17%, le vendite del Made in Italy di settore nel paese hanno raggiunto quota 90 milioni di euro, facendo così della Russia l'ottavo mercato di sbocco dell'offerta italiana. Nel 2016 era in decima posizione. Con questi i presupposti oltre una sessantina le imprese italiane hanno partecipato in questi giorni a Metalloobrabotka, maggiore manifestazione fieristica russa dell'industria della macchine utensili. A guidare la delegazione il presidente dell'Ucimu, l'associazione dei costruttori italiani di macchine utensili, robot e automazione, Massimo Carboniero che ha incontrato Denis Manturov, ministro dello Sviluppo economico e del commercio russo. Per Carboniero "anche in virtù delle importanti misure introdotte dal governo italiano in materia di Industria 4.0, l'offerta di made in Italy settoriale si presenta oggi ancora più competitiva per gli utilizzatori di tutto il mondo". L'interesse degli operatori locali per il Made in Italy settoriale è confermato dal fatto che una numerosa delegazione di operatori russi visiterà 31.BI-MU, la manifestazione internazionale dedicata all'industria di settore in programma dal 9 al 13 ottobre a FieraMilano Rho. (ANSA).
RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Leggi anche:

16 ott. 2018 17:50

16 ott. 2018 16:31