Invitalia, 100 mln per le startup innovative

Miccio, Smart&Start ha anticipato temi Industria 4.0

Redazione ANSA MILANO

(ANSA) - MILANO, 27 SET - L'Italia ha a disposizione quasi 100 milioni di euro per le startup innovative ad alto contenuto tecnologico. Risorse pubbliche a disposizione di Invitalia, l' Agenzia nazionale per l'attrazione degli investimenti di proprietà del ministero dell'Economia, che sostiene la nascita e la crescita delle nuove imprese con il programma Smart&Start Italia.

Il programma di risorse pubbliche. "Questo è il programma di finanziamento pubblico per le startup e, grazie alla legge di Bilancio 2017, che ha stanziato 95 milioni di euro, è potuto ripartire con una copertura adeguata per accompagnare le imprese nel loro percorso di innovazione", spiega Andrea Miccio, responsabile dell'area imprenditorialità di Invitalia in una intervista dall'ANSA, aggiungendo che "Smart and Start ha un pochino anticipato i temi di Industria 4.0 perché è un programma di finanziamento delle start up innovative che però devono avere certi requisiti: un significativo contenuto tecnologico innovativo oppure un programma per lo sviluppo dell'economia digitale". Un team con competenze, un'idea innovativa, un piano sostenibile economicamente e tecnologicamente, ma soprattutto un'iniziativa competitiva sul mercato, sono i requisiti sostanziali considerati da Invitalia nella sua valutazione dei progetti.

I progetti finanziati. "Mediamente i progetti hanno una dimensione finanziaria di circa 500.000 euro e spiccano le imprese che operano nell'economia digitale (sono circa il 40%), ovvero, che operano nel cloud computing, nell'e-commerce e nell'internet of things", spiega Miccio, sottolineando l'importanza di un dato: "circa un 20% di startup nascono dalla valorizzazione economica della ricerca sia pubblica che privata". Dalla sua nascita, nel settembre 2013, Smart&Start ha finanziato quasi 800 startup, per 237 milioni di agevolazioni concesse. Il programma però ha vissuto due fasi, perché inizialmente era riservato alle imprese del Sud Italia. Nel 2015 è stato esteso a tutto il territorio nazionale e, da allora, ha finanziato 342 startup (su 1.440 progetti presentati) e concesso agevolazioni per circa 162 milioni di euro.

Accesso ai finanziamenti. Per accedere al finanziamento, pari al 70% delle spese di investimento e dei costi di gestione, non è previsto un bando perché Smart and Start è una misura a sportello che non prevede graduatorie e le richieste vengono esaminate in base all'ordine cronologico di arrivo. Ad oggi "la disponibilità finanziaria c'è, in pipeline abbiamo una cinquantina di progetti, e i nostri tempi di risposta sono veloci (circa 45 giorni), perché siamo consapevoli che la velocità è fondamentale quando si parla di startup", dice Miccio, sottolineando che Invitalia fa anche "una serie di incontri propedeutici alla presentazione della domanda, quindi un vero e proprio servizio di accompagnamento".(ANSA).

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA