Terremoto: Federalberghi, 1.500 persone ancora in hotel

Grande impegno ma anche esperienza umana straordinaria

Redazione ANSA ROMA

AMATRICE - A due anni di distanza dal sisma che a partire dal 24 agosto del 2016 ha ferito molti comuni dell'Italia centrale, sono circa 1.100 le persone ospitate negli alberghi delle Marche, in attesa di poter rientrare nella propria abitazione o di avere una nuova casa. A queste si aggiungono altre 340 persone alloggiate negli alberghi di Ischia in seguito al terremoto di Casamicciola del 21 agosto 2017. A fare il bilancio è Federalberghi in una nota.
    Si tratta di numeri importanti, anche se ben distanti dai valori di picco registrati nel momento di massimo impegno, con oltre 13.000 persone in Italia centrale e circa 2.000 ad Ischia.
    "Per tutti gli albergatori che hanno collaborato con la protezione civile - dichiara Emiliano Pigliapoco, presidente di Federalberghi Marche e consigliere nazionale di Federalberghi - questa è stata un'esperienza umana straordinaria". "L'organizzazione dell'accoglienza ha richiesto e tuttora richiede un grande impegno - prosegue Pigliapoco - ma ogni sforzo nostro e dei nostri collaboratori passa in secondo piano di fronte alla forza d'animo e alla dignità con cui le persone hanno affrontato le difficoltà, nonostante il dolore derivante dall'aver perso tutto".
   

 RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA