Le confische agli ebrei in 'Storie restituite'

I documenti della persecuzione antisemita alle Gallerie d'Italia

Redazione ANSA MILANO

MILANO - Ricostruire pezzi di storia attraverso moduli, verbali e burocrazia. Nella mostra 'Storie restituite. I documenti della persecuzione antisemita nell'archivio di Intesa Sanpaolo', dal 23 gennaio al 23 febbraio alle Gallerie d'Italia di Milano, sono proprio le carte relative a confische, espropri e sequestri da parte dell'Ente gestione e liquidazione immobiliare (Egeli) verso ebrei italiani e stranieri a raccontare, da un nuovo punto di vista, le conseguenze delle Leggi razziali del 1938.
    La mostra, organizzata anche in vista della Giornata della Memoria, è frutto di un lavoro durato più di due anni tra 300 faldoni e oltre 1500 pratiche nominative di ebrei spogliati dei loro beni: dall'intera casa alla caffettiera, tutto rigorosamente riportato ed elencato sui verbali con tanto di valore economico dai funzionari dell'Egeli, l'organo governativo creato ad hoc. Il percorso espositivo, allestito come un vero archivio con scaffali e faldoni, racconta sei storie simboliche.

 RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
Modifica consenso Cookie