'Incisioni senza confine'. Dal 24/9 a Cremona 224 opere di 122 artisti dal mondo

Rassegna si svolge da 18 anni.

Redazione ANSA CREMONA

 CREMONA - Conto alla rovescia per l'apertura della "IX Rassegna Internazionale di Incisione", il 24 settembre, presso il Centro Culturale di Santa Maria della Pietà a Cremona, organizzata dall'Associazione "Incisione senza confini" e curata da Vladimiro Elvieri, coadiuvato da un Comitato scientifico internazionale. Saranno 224 le opere esposte realizzate da 122 artisti di diverse nazioni, alcuni dei quali sono previsti per la giornata dell'inaugurazione provenienti dall'Inghilterra, dalla Polonia, dalla Francia e dalla Cina con uno dei più grandi artisti Minjie Zhang.
    Tra le sezioni più innovative della Rassegna, che ormai si svolge da 18 anni, quella dl 'Gesto segreto' che, spiega Vladimiro Elvieri, "rappresenta un piccolo ma significativo panorama di esperienze individuali, dove, estetica, etica e tecnica convivono, trasportandoci al centro della realtà esistenziale dell'arte e quindi della vita stessa. E' il territorio in cui - spiega - i tempi dell'azione e del pensiero determinano una condizione privilegiata e necessaria per lo sviluppo di nuovi linguaggi e di una coscienza sociale, un territorio in cui l'artista presta il proprio corpo al mondo, trasformandolo in opera d'arte che vive oltre il tempo".
    Tra le opere dei 'Grandi del '900' (40 opere) saranno esposte opere di Pablo Picasso, Marc Chagall, Joan Miró, Stanley William Hayter, Zoran Music, Antoni Clavé, Antoni Tàpies. La sezione dedicata al 'Gesto segreto' (40 opere), è riservata ad alcuni dei maggiori incisori contemporanei, distintisi recentemente per la ricerca e la qualità dell'opera grafica, e dove per l'Italia troviamo Alberto Balletti, per la Corea del Sud Yun Jung Seo, per l'Austria Manfred Egger, per la Francia Egide, solo per citarne alcuni. Per la sezione PRISM 8 "Connections" si potranno ammirare 70 opere grafiche di 36 artisti internazionali membri della Associazione Prism Print International di Londra, provenienti da 7 paesi: Regno Unito, Giappone, Italia, Polonia, Paesi Bassi, Cina, Corea del Sud. Interessante la sezione Ex Libris Claudio Monteverd. Si tratta di una significativa raccolta di ex libris e piccola grafica di 57 autori italiani e stranieri, ispirati alla figura e alle opere del grande compositore cremonese nel 450°anniversario della nascita (1567).
    Come per le altre edizioni della biennale, gran parte delle opere esposte saranno donate, dagli stessi autori, al Gabinetto stampe del Museo civico di Cremona, incrementando così l'importante Collezione di incisioni contemporanee. Durante la mostra sarà allestito il tradizionale laboratorio didattico con lezioni teoriche e pratiche di stampa di matrici incise.
    La Rassegna, ha il patrocinio, la collaborazione e il sostegno del Comune di Cremona, il patrocinio del Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo, il patrocinio e la collaborazione del Prism Print International di Londra, dell'AIE - Associazione italiana Ex libris, del Liceo Musicale "Riccardo Malipiero" di Varese, della Galleria Michelle Champetier di Cannes, e il contributo di sponsor privati. Sarà inaugurata alle 16.30 del 24 settembre rimarrà aperta fino al 29 ottobre.
   

 RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA