Percorso:ANSA > Motori > Ania, con nuova tabella invalidita' polizze giu' 3-5%

Ania, con nuova tabella invalidita' polizze giu' 3-5%

Adiconsum, ridurre tariffe gia' da approvazione decreto

05 aprile, 09:35
Rc Auto:Ania,con nuova tabella invalidita' polizze giu' 3-5% Rc Auto:Ania,con nuova tabella invalidita' polizze giu' 3-5%

ROMA - Potrebbe arrivare presto la tabella unica nazionale che regola il danno biologico per le grandi invalidita'. Dopo un iter di quasi sette anni, il decreto contenente la tabella, prevista dal codice delle assicurazioni, attende ora di essere approvato da un prossimo consiglio dei ministri per poi essere firmato dal presidente della Repubblica. E la sua approvazione, secondo l'Ania, porterebbe ad una riduzione dei prezzi delle polizze assicurative del 3-5%.

''L'approvazione di questa tabella - ha spiegato all'Ansa il direttore generale dell'Ania Dario Focarelli - ha due aspetti positivi: garantendo uniformita' sul territorio nazionale dei risarcimenti (oggi a decidere sono i singoli tribunali, ndr.), da' certezza alle persone danneggiate di avere lo stesso risarcimento in qualunque posto del Paese; e, dando alle compagnie assicurative la certezza di quanto pagare, porterebbe ad una riduzione presumibile dei prezzi delle assicurazioni, secondo le nostre stime, del 3-5%, che potrebbe col tempo diventare di piu'''. La tabella, che regola il danno biologico per invalidita' gravi, usa ''un valore lievemente piu' basso di quello applicato oggi e, in media e' piu' bassa del 10% di quella di Milano - spiega Foscarelli -; sul confronto internazionale ha valori piu' alti di tutti i Paesi in quasi tutte le fattispecie''. Nel caso dell'invalidita' permanente sul lavoro, inoltre, aggiunge, ''il risarcimento previsto dall'Inail oggi e' molto molto meno di quanto prevede questa tabella''.

La questione, intanto, suscita un dibattito tra favorevoli e contrari. Secondo l'Adiconsum, con l'approvazione del decreto ''viene finalmente meno l'assurda discriminazione attribuita, nei valori economici, dai vari Tribunali alle grandi invalidita'. Ci aspettiamo - afferma il segretario generale Pietro Giordano - un segnale vero e concreto dalle compagnie di assicurazione, a cominciare dalla discesa dei prezzi praticati all'utenza. Una discesa che puo' essere fatta gia' dall'approvazione, e non inferiore al 5%''.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA