Percorso:ANSA > > Bmw, piano da 400 milioni per elettrico

Bmw, piano da 400 milioni per elettrico

Nasce 'BMW i', carbonio e alluminio per le automobili del futuro

22 febbraio, 10:42
Auto: Bmw, 800 posti in 2013 con nuovo brand elettrico Auto: Bmw, 800 posti in 2013 con nuovo brand elettrico

MONACO - Si chiama BMW i il nuovo sub-brand sotto il cui ombrello nasceranno e verranno commercializzate le prossime vetture prodotte in serie del gruppo BMW per la mobilità urbana elettrica. Per il progetto, che partira' nel 2013, la Casa di Monaco investira' circa 400 milioni di euro e prevede la creazione di circa 800 nuovi posti di lavoro.

La prima vettura a fregiarsi del nuovo marchio BMW i, annunciato a Monaco dal membro del consiglio di amministrazione responsabile vendite e marketing Ian Robertson, sara' la BMW i3, conosciuta come Megacity Vehicle. Subito dopo seguira' la BMW i8, basata sulla Concept car BMW Vision EfficientDynamics la cui tecnologia plug-in hybrid - ha detto Robertson - unirà la sportività di una vettura ad alte prestazioni con i consumi di una piccola automobile. La i3, invece, sara' una vettura pensata per la mobilita' in citta', lunga circa 4 metri, dalla generosa abitabilita' e con un peso di 300 kg inferiore rispetto alle altre vetture elettriche tradizionali.

Entrambi i modelli verranno costruiti nello stabilimento BMW di Lipsia. Circa 400 milioni di Euro sono stati investiti nei nuovi servizi dello stabilimento e circa 800 posti di lavoro verranno creati entro il 2013. La gamma del nuovo sub-brand BMW, che ha come logo una I stilizzata affiancata dal claim 'BORN ELECTRIC', si arricchira' nei prossimi anni di altri prodotti che andranno da quelli destinati esclusivamente alla mobilita' metropolitana a quelli sportivi life style. Tutti pensati e disegnati per la propulsione elettrica ma con il Dna BMW e con alcune caratteristiche specifiche come pneumatici molto grandi ma piu' stretti rispetto a quelli convenzionali.

Sia la BMW i3 che la BMW i8 saranno basate sul rivoluzionario concetto di costruzione conosciuto come architettura LifeDrive che consiste in uno chassis in alluminio che ospita la trasmissione, mentre la cellula dell'abitacolo è formata da una resistente ma estremamente leggera struttura rinforzata con fibre di carbonio (CFRP). Parte integrante del nuovo concetto di mobilità sarà rappresentato dai servizi BMW Connected Drive, che saranno estesi in modo significativo anche alle infrastrutture.

L'obiettivo e' quello di avvicinare le persone al nuovo sub-brand BMW i anche offrendo una serie di servizi premium per la mobilita' in tempo reale che vanno dalla selezione intelligente di parcheggi, alla viabilita', al premium car sharing, alla intermodalita'. Per sviluppare questi servizi premium BMW stringera' accordi con alcuni partner ed a questo scopo ha costituito a New York una venture capital company, la BMW i venture. Inoltre, il nuovo progetto BMW i prevede che tutte le diverse fasi del processo produttivo siano improntate al principio della massima sostenibilita', con un fabbisogno di energia elettrica inferiore del 50%, un fabbisogno di acqua inferiore del 70% e l'utilizzo in fase di assemblaggio di energia prodotta al 100% da fonti rinnovabili.

© Copyright ANSA - Tutti i diritti riservati