Percorso:ANSA.it > Speciali > News

Apple svela iPhone 5

Più sottile e leggero del 4S, display retina da 4 pollici

02 ottobre, 17:55
Un iPhone5 in vetrina Un iPhone5 in vetrina
Apple svela iPhone 5

di Mattia Bernardo Bagnoli

LONDRA - Lo show sta tutto nell'attacco. Tim Cook sale sul palco dello Yerba Buena Centre di San Francisco e la platea gongola. Fin qui, tutto secondo programma. La novita' se vogliamo sta nel fatto che l'ad della Apple questa volta ha lasciato a casa l'aria gelidina, quasi finnica, che lo contraddistingue. Sulle labbra ha disegnato il sorriso dello stregato. ''Oggi vi mostreremo della roba incredibile''.

Applauso. Suspance. Introduzione: spara dati di rito e poi via, ecco l'iPhone 5. Che si chiama davvero cosi'. E con la Apple si sa, nulla e' scontato.

L'apparecchio delle meraviglie che potrebbe spingere in su dello 0,5% il pil degli USA e' dunque fra noi. Sulle prime, va detto, l'effetto WOW muore via via che sale nella strozza: sembra uguale al 4S. Possibile? No, infatti. Il display e' piu' grande. Ora i pollici sono saliti a 4 ma lo smartphone cannibale non per questo ingrassa. Anzi. E' persino piu' sottile e leggero. Come dice subito il vicepresidente Phil Schiller ''la fatica sta nel fare prodotti piu' piccoli e migliori, non piu' grossi''. ''L'iPhone - rincara la dose - e' lo smartphone piu' sottile al mondo''. Competitor, prendere nota. La struttura del telefono e' fatta poi interamente di alluminio e vetro e il retro ha un qualcosa di fume' che lo differenzia dall'ormai fratello minore 4S. Le novita', a questo punto, sono tutte tecniche, interne.

Il chip A6 - doppia potenza rispetto all'A5 - e il wireless ultraveloce, ad esempio. Poi la compatibilita' alle reti LTE (alias 4G, in Italia ancora lontana da venire) e una una protezione in cristallo di zaffiro per la fotocamera iSight (immagini ultra nitide, a quanto pare). Anche quella frontale e' poi HD. In piu' arriva una funzionalita' di ultimo grido - Panorama - per creare facilmente scatti compositi. Panoramici, per l'appunto. Si prosegue con il software wideband audio per produrre una voce piu' naturale quando si sta al telefono.

Infine giunge il momento di dire addio al connettore dock che debutto' sull'iPod quasi 10 anni fa. Al suo posto debutta il Lightning, piu' piccolo - 8 punti - e digitale. Praticamente come passare dalla scart all'HDMI. Il tutto sara' disponibile in Italia a partire dal 28 settembre. L'altro punto forte della presentazione e' il nuovo sistema operativo IOS 6. Qui compaiono le mappe Apple con posizionamento GPS e assistente vocale: di fatto un navigatore sempre in tasca. Per chi ha poi preso la residenza su Facebook ci sara' una maggiore integrazione con il popolare social network. Siri - che Apple aveva promesso in italiano entro l'anno - avra' poi piu' funzioni, come consigliare un buon ristorante, e lancera' le applicazioni. Molte cose insomma sono state azzeccate dai rumor della vigilia.

Abbastanza una sorpresa invece il rinnovo della flotta degli iPod. Detto questo, a colpire di piu' e' l'assoluta rilassatezza della squadra della mela. ''Apple non e' mai stata forte come ora'', ha messo in chiaro Cook sciorinando dati su dati. L'iPad ha ora il 68% del mercato dei tablet, ed e' anzi in aumento rispetto al 2011. ''Ma se si guarda al traffico web, gli iPad contano per il 91%. Mi domando che combinino gli altri tablet! Forse sono stati dimenticati in un cassetto''. Ecco, Cook ora fa delle battute persino spiritose.(

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA