Percorso:ANSA.it > Tecnologia e Internet > News

iPad arriva in Italia, in fila ai negozi Apple

Il 38% degli utenti lo utilizzera' per ascoltare musica FOTO E VIDEO

29 maggio, 09:34
iPad in Italia
iPad in Italia
iPad arriva in Italia, in fila ai negozi Apple

L'Ipad-mania ha contagiato l'Italia: da Milano a Roma assalto ai negozi, file e c'é anche chi ha passato la notte in sacco a pelo davanti alle vetrine dell'App store. A Roma hanno dormito all'addiaccio, attrezzandosi con le coperte pur di accaparrarsi l'ultimo oggetto del desiderio. A Milano lunghe file all'alba per chi non ci rinuncerebbe per nulla al mondo. Del resto l'apertura dei negozi era stata anticipata in previsione di questo assalto, un segnale chiaro già dal boom di prenotazioni per l'iPad prima dell'arrivo in vendita. Secondo gli analisti infatti le ordinazioni in Italia, in linea con il resto dei grandi Paesi europei, avrebbero superato quota 100 mila a poco più di due settimane dal lancio delle prenotazioni nel Vecchio Continente.

ROMA - C'é anche chi aspettava da ieri pomeriggio o chi ha fatto 400 chilometri di viaggio per averlo. L'attesa di oltre un centinaio di fan per l'acquisto IPad è durata fino alle 8 di questa mattina, quando l'Apple store di Roma ha aperto le porte. Il primo a varcare la porta, accolto dalla ola dei commessi in tuta blu, è stato Lucio Botteri, napoletano di 24 anni e studente universitario a Tor Vergata, laureando in scienze e tecniche dei media. "Sto aspettando dalle 17 di ieri - ha detto Lucio - ha dormito fuori e intorno alle 7 sono entrato con decine di persone". All'esterno del centro commerciale 'Roma Est', dove si trova l'Apple store della Capitale, i 'tecnomaniaci' si sono organizzati distribuendo dei bigliettini con dei numeri scritti a penna: una sorta di 'pre-prenotazione'. Tra la folla, in coda tanti giovani ma anche degli over 40, lavoratori e gente arrivata direttamente da Reggio Calabria, L'Aquila e altre province distanti da Roma. Ad aspettare da ore c'erano anche alcune mamme, delegate dai propri figli per l'acquisto dell'ultima diavoleria tecnologia della Apple. Il primo ad uscire soddisfatto con il suo I-Pad in un sacchetto bianco griffato della Apple è stato Marco Granelli, impiegato di 42 anni.

MILANO - Già all'alba lo store della Apple a Carugate, nell'hinterland, è stato preso d'assalto. Anche il punto vendita della Mela ha anticipato l'apertura alle 8, ma quando le porte si sono spalancate c'erano già lunghe file di persone provenienti da ogni angolo della Lombardia e non solo. La società di Cupertino assicura che le scorte di Ipad sono tali da garantire a tutti di portarsi a casa la tavoletta. Anche nei negozi del centro impazza da questa mattina la smania: già alle 6,30 di stamane due persone si sono presentate davanti alle vetrine della Fnac, nella centralissima via Torino, con tre ore di anticipo sull'apertura. Alle 10 i 50 Ipad in vendita nel megastore erano già stati polverizzati e davanti agli esemplari in esposizione si sono create file di curiosi, desiderosi di tenere tra le mani l'apparecchio. Quanto al futuro dopo il successo negli Stati Uniti, dove sono state vendute un milione di tavolette in meno di un mese, gli analisti che seguono da vicino il fenomeno scommettono che "ridisegnerà l'industria dei media" anche nel nostro Paese.

RIVOLUZIONE - "Proprio come l'iPod di Apple ha rivoluzionato il mondo della musica nel 2001 crediamo che l'iPad possa ridisegnare l'industria dei media: potrebbe accelerare la penetrazione degli 'ebooks' come l'iPhone ha fatto per gli smart-phones. Gli italiani - sostiene in un report Fabio Pavan, analista di Mediobanca - sono tradizionalmente attratti dalle tecnologie 'fashion designed'". Come affronteranno le aziende italiane questa avventura? "Rcs e L'Espresso sembrano essere in buona posizione per trarre profitto dalla rivoluzione - commenta l'analista - e tra gli altri editori anche Il Sole 24 Ore sembra essere in grado di catturare l'innovazione. Sul fronte libri, Mondadori ha già annunciato che entro la fine dell'anno, proporrà un catalogo di 1.000 titoli digitali. Anche Dada potrebbe giocare un ruolo e Mediaset, direttamente o grazie alla sua partecipazione in Endemol, potrebbe tentare di entrare nella partita, dal momento che iPad offre anche qualche buona occasione per i contenuti video, e negli Stati Uniti, sono state apprezzate le applicazioni dei giganti tv".

Top News

    • 13:09
    • 09 apr
    • ROMA

    Fecondazione eterologa, cade il divieto

    La Corte Costituzionale lo hanno dichiarato illegittimo
    • 12:09
    • 09 apr
    • MILANO

    Intesa paga 294 mln 'tassa Bankitalia'

    Segue Unicredit (196), ma su parametri patrimoniali impatto soft
    • 11:40
    • 09 apr
    • VATICANO

    Papa: tacciano le armi in Siria

    Dolore per assassinio gesuita Van der Lugt e per vittime guerra
    • 10:43
    • 09 apr
    • MILANO

    Garlasco: mamma Rita, ho ancora fiducia

    E' cominciato il processo d'appello bis, Stasi è in aula
    • 09:03
    • 09 apr
    • MILANO

    Borsa: Milano apre in rialzo, +0,24%

    Identico aumento per l'indice Ftse All share
    • 09:00
    • 09 apr
    • ROMA

    Immigrazione: Alfano,un morto su barcone

    Continuano sbarchi, 4.000 migranti soccorsi in ultime 48 ore
    • 07:01
    • 09 apr
    • ROMA

    Mafia, colpo a cosche in E-R

    Operazione cc regione e Crotone,13 ordinanze,sequestro da 13 mln
    • 06:36
    • 09 apr
    • ISLAMABAD

    Pakistan:bomba a mercato,almeno 15 morti

    Ordigno ad alto potenziale in zona controllata forze sicurezza
    • 01:05
    • 09 apr
    • ROMA

    Immigrazione: Alfano, è allarme sbarchi

    Non bastano 80 mln Ue per Frontex. Def grazie a nostra azione
    • 00:23
    • 09 apr
    • NEW YORK

    Australia e Svezia, paradisi per giovani

    Secondo studio Usa. Italia fuori da classifica prime 30 nazioni