Percorso:ANSA.it > Photostory Spettacolo > News
Ferragamo spezza la giacca e scopre punto vita

di Roberta Filippini

No, niente ombelico al vento, ma comunque un coraggioso scoprire il punto vita: Ferragamo taglia sorprendentemente la giacca, la fa cortissima e trasforma la sua parte restante in una baschina da appoggiare sui fianchi dei pantaloni. L'effetto finale è un tailleur spezzato dalla luce sottile dell'incarnato, quasi fosse una decorativa cintura. Massimiliano Giornetti, stilista della casa fiorentina, ha osato l'idea della lingerie in una collezione di essenzialità architettonica. I reggiseni in serpente e le culotte di maglia sono l'elemento quasi decorativo contrapposto alla costruzione rigorosa e maschile.

"Da Ferragamo tutto comunque - spiega il designer - parte dalle scarpe e viene poi traslato sugli abiti". Ecco allora la radice di questo pret-a-porter: calzature cardinalizie che diventano architetture moderne, in pitone dipinto a mano e punteggiato di piccolissime borchie degradé, con punta metallica "a unghia" (invenzione che la maison deve a Fiamma Ferragamo), tallone e tacco "a lama". Disegno netto anche per la borsa: preziosa la clutch che si trasforma in una tracollina con un manico metallico che si apre e si snoda allungandosi a catena. L'importanza degli accessori è sostenuta da una collezione pulita, chiara, con molto bianco, beige rosato e sabbia e un tocco di blu scuro (niente nero).

Giornetti mescola tessuti e pelle, rilegge il classico kilt a pieghe e dinamizza la gonna a portafoglio, usa anche il completo maschile gessato per scoprire il punto vita, fa sbucare lacci da guepiere e bustini tra top, camicie e giacche. Niente di eccessivo, mai. Il trench è quasi un abito a pieghe sul dietro, lo spolverino smanicato sembra uno chemisier, il prezioso cappottino di pitone acquerellato fa il paio con gli stivali estivi, spuntati.

Tutto da giorno, la moda da sera è rinviata: sarà presentata il prossimo 17 ottobre a Los Angeles in una serata di gala per l'inaugurazione della nuova sede del Wallis Annenberg Center for Performing Arts, nell'ex ufficio postale di Beverly Hills. Per Ferragamo, sponsor dell'evento, sarà anche l'occasione per festeggiare i cento anni trascorsi da quando il fondatore andò a conquistare l'America facendo base a Hollywood dove aprì il suo primo negozio.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA