Percorso:ANSA.it > Spettacolo > News

Giorgia in tour, sara' un'autoanalisi

Standing ovation a Roma, omaggi a Lady Gaga e James Brown

23 gennaio, 18:02
Giorgia al Palalottomatica
Giorgia al Palalottomatica
Giorgia in tour, sara' un'autoanalisi

Di Elisabetta Malvagna

ROMA - Una standing ovation per "Di sole e d'azzurro" in versione gospel: è uno dei tanti tributi che il Palalottomatica, sold out da settimane, ha riservato a Giorgia, protagonista di uno show che ha regalato al pubblico e ai fan giunti da tutta Italia una serata di musica, energia, emozioni, sorprese, effetti speciali. Dopo tre anni di assenza e dopo essere diventata mamma, considera questo tour una sorta di "autoanalisi, un processo di trasformazione". Giorgia ha selezionato 24 canzoni in questa anteprima (bis il 24 a Milano) che dal 3 marzo da Padova toccherà i palasport di tutta Italia.

Da classici come E poi e Gocce di memoria, a nuove hit come Il mio giorno migliore, Tu mi porti su e Dietro le apparenze, non sono mancati omaggi a Lady Gaga, James Brown e ai Black Eyed Peas, ormai famosi ma che nel 2005 furono la band di apertura di Giorgia al Summer Festival di Lucca. La prima sorpresa arriva proprio all'inizio: è sola sul palco, la sua silhouette in controluce. Partono le note di 'Come saprei'. Cambiano le luci, svelando una speciale tuta luminosa che fa di Giorgia un omino rosso fuoco che fluttua, fino a trasformarsi nel finale in un cuore che batte nell'immenso buio del Palalottomatica. "L'ha realizzata un ingegnere che usa i led sui vestiti, l'ho conosciuto durante lo show di Fiorello - racconterà dopo lo spettacolo -. Volevo aprire con il brano con cui ho fatto di più a botte negli anni, ho passato tanto tempo a dimostrare di non essere solo quella di Come saprei. Ora, dopo averlo cambiato tante volte, lo ripropongo nella versione originale. L'ho accettato, posso andare avanti. Affronto questo tour con una buona ansia, voglio perfezionarmi, trasformarmi, diventare una donna nuova". 'Spirito libero' parte con un groove stile Prince, ma a metà si tramuta a sorpresa in 'Born this way' di Lady Gaga. E tutti a ballare. E' emozionata ("Roma mi fa sempre questo effetto") ma tiene in mano con sicurezza lo show, accompagnata da una affiatata band di altissimo livello capeggiata dall'insostituibile bassista e direttore artistico Sonny T (ex Prince).

Le loro immagini appaiono sui due grandi schermi laterali, mentre raffinati giochi di luce, laser e video, accompagnano la performance di una Giorgia nuova, più sicura, più libera :"Mi è tornato il gusto di cantare per me, per anni mi sono preoccupata di soddisfare le altrui aspettative - racconta - Mi sento come quando cantavo le cover nei club". Propone successi riarrangiati in salsa funky come La Gatta, passando per Girasole e Vivi Davvero. La band e le coriste, Diana Winter e Chiara Vergati, si divertono con James Brown in un breve set che fa scatenare il pubblico mentre lei cambia abito. Non manca una divertente gaffe: durante un'intro al piano di Claudio Storniolo viene beccata dalla telecamera che rimanda il suo viso sui maxischermo mentre sussurra 'Mortacci tua', il labiale è inequivocabile. Per la vergogna mima capocciate sul pianoforte. Il Palalottomatica esplode in un applauso divertito: "Ma avete sentito che intro pazzesca? Scusate, è una delle mie tante gaffe, sto invecchiando". Ma il momento clou arriva con Di sole e d'azzurrò versione gospel cantato a cappella: "Mi avevano detto che non si poteva fare in un palasport", dice. Il rischio viene premiato. Sul palco arriva il coro di 40 elementi guidati da Maria Grazia Fontana che, fondendosi con la straordinaria voce di Giorgia, crea il momento più emozionante del concerto. Tutto il palazzetto si alza in piedi per un lungo applauso. Il finale è affidato a una canzone del nuovo album Dietro le apparenze: Resta la musica, dedicata al suo amato e inseparabile gatto Filippo, morto qualche mese fa. "L'ultima nota la faccio per lui, perché quando la canto sento che è lì con me". Lady G. tornerà nella Capitale in estate, con due concerti alla Cavea dell'Auditorium Parco della Musica il 25 e 26 giugno. Intanto, pare che il duetto con Eros Ramazzotti, Inevitabile, vada fortissimo in Brasile. "Me l'ha detto Laura (Pausini, ndr) ma io non mi muovo da qui, ho paura dell'aereo", confessa prima di ricevere i saluti in camerino di due giovani star, Alessandra Amoroso e Marco Mengoni , che confessa: "E' per 'colpa' sua che ho deciso di entrare nel mondo della musica".

© Copyright ANSA - Tutti i diritti riservati

Top News

    • 13:09
    • 09 apr
    • ROMA

    Fecondazione eterologa, cade il divieto

    La Corte Costituzionale lo hanno dichiarato illegittimo
    • 12:09
    • 09 apr
    • MILANO

    Intesa paga 294 mln 'tassa Bankitalia'

    Segue Unicredit (196), ma su parametri patrimoniali impatto soft
    • 11:40
    • 09 apr
    • VATICANO

    Papa: tacciano le armi in Siria

    Dolore per assassinio gesuita Van der Lugt e per vittime guerra
    • 10:43
    • 09 apr
    • MILANO

    Garlasco: mamma Rita, ho ancora fiducia

    E' cominciato il processo d'appello bis, Stasi è in aula
    • 09:03
    • 09 apr
    • MILANO

    Borsa: Milano apre in rialzo, +0,24%

    Identico aumento per l'indice Ftse All share
    • 09:00
    • 09 apr
    • ROMA

    Immigrazione: Alfano,un morto su barcone

    Continuano sbarchi, 4.000 migranti soccorsi in ultime 48 ore
    • 07:01
    • 09 apr
    • ROMA

    Mafia, colpo a cosche in E-R

    Operazione cc regione e Crotone,13 ordinanze,sequestro da 13 mln
    • 06:36
    • 09 apr
    • ISLAMABAD

    Pakistan:bomba a mercato,almeno 15 morti

    Ordigno ad alto potenziale in zona controllata forze sicurezza
    • 01:05
    • 09 apr
    • ROMA

    Immigrazione: Alfano, è allarme sbarchi

    Non bastano 80 mln Ue per Frontex. Def grazie a nostra azione
    • 00:23
    • 09 apr
    • NEW YORK

    Australia e Svezia, paradisi per giovani

    Secondo studio Usa. Italia fuori da classifica prime 30 nazioni