Percorso:ANSA.it > Politica > News

Lega avvisa Formigoni: possibile voto nel 2013

Mentre emergono nuovi dettagli dall'inchiesta sulla sanita' che vede coinvolto il governatore lombardo, la Lega discute dell'opportunita' di mantenere il sostegno alla sua giunta

26 giugno, 10:50
Roberto Formigoni e Roberto Maroni
Roberto Formigoni e Roberto Maroni
Lega avvisa Formigoni: possibile voto nel 2013

"Valuteremo nelle prossime  settimane anche l'eventualità di un abbinamento tra le elezioni politiche del 2013 e le elezioni anticipate in regione Lombardia". Al termine della riunione in via Bellerio del consiglio federale della Lega, che si è occupato della vicenda della sanità lombarda, che coinvolge il governatore Roberto Formigoni, il vicepresidente della Regione, Andrea Gibelli, e il capogruppo del Carroccio al Pirellone Stefano Galli, sono stati incaricati di riferire alla stampa le prime valutazioni del movimento sulla posizione del presidente Formigoni.

Quelle valutazioni saranno riprese anche al congresso federale di sabato e domenica. Galli ha parlato di "una valutazione attenta su questi fatti che lasciano un po' di mal di pancia". Ma ha assicurato che ancora i vertici della Lega non hanno parlato del da farsi con Formigoni stesso. "Ci incontreremo presto, dopo il nostro congresso", ha spiegato.

MARONI: DIFFICILE SI ARRIVI A 2015 - "Oggi valuteremo, ma mi pare che tutto quello che è successo renda piuttosto difficile pensare che si possa arrivare fino al 2015". Lo ha detto Roberto Maroni a chi gli ha chiesto se la Lega sosterrà ancora Formigoni alla presidenza delle regione Lombardia. Parole che ancor prima che il consiglio federale del Carroccio esprimesse le sue valutazioni sembravano mettere a rischio la tenuta della maggioranza di centrodestra che governa in regione.

Arrivando alla riunione, Maroni aveva spiegato che, oltre che del nuovo statuto si sarebbe parlato "anche della vicenda Formigoni: sentiremo il segretario Salvini e gli altri che verranno a dirci che cosa pensano e che cosa sanno della vicenda poi valuteremo".

L'ex ministro dell'Interno ha detto di non essere interessato "tanto a capire se ci siano fondamenti di carattere penale, perché questo è compito della magistratura". "Mi interessa capire - ha concluso facendo riferimento all'indagine in cui è coinvolto il governatore - se questa vicenda rende possibile la continuazione del governo della Regione Lombardia fino al 2015, perché ci sono ragioni di merito che valuterà il giudice e poi ci sono ragioni di opportunità politica che a volte rendono difficile o addirittura impossibile continuare".

INCHIESTA SANITA': INCREMENTO RIMBORSI BEN OLTRE 10 MLN ANNO - I rimborsi della Regione alla Fondazione Maugeri solo per le funzioni non tariffabili sarebbero incrementati nel corso del tempo, fino ad arrivare a cifre di molto superiori ai 10 milioni annui, a partire dal 2001-2002 , da quando il faccendiere Pierangelo Daccò aveva cominciato la sua attività di consulenza per l'ente per 'disincagliare' fondi regionali. E' quel che risulta dagli accertamenti della Procura di Milano che proprio sulle funzioni non tariffabili riconosciute alla Maugeri - si ritiene in modo discrezionale - per la riabilitazione, la ricerca e la didattica ha concentrato gli accertamenti nell'inchiesta che ora vede indagato anche il governatore della Lombardia Roberto Formigoni e il direttore dell'assessorato alla sanità Carlo Lucchina.

Tali funzioni, riconosciute con delibere di giunta su determinati parametri e con provvedimenti complessi, sarebbero, questa la ricostruzione dei pm, la contropartita delle vacanze a cinque stelle e delle altre utilità messe a diposizione di Daccò per Formigoni e il suo entourage. Il faccendiere avrebbe ricevuto dalla fondazione, "per aprire porte" in Regione circa 70 milioni in cambio di consulenze considerate fittizie. Il denaro sarebbe finito in gran parte all'estero per creare fondi neri. Nei confronti del presidente lombardo sono stati ipotizzati i reati di corruzione e finanziamento illecito ai partiti per 500 mila euro versati dall'ente di Pavia per la sua ultima campagna elettorale. Un finanziamento, questo, per il quale ci sarebbe un biglietto di ringraziamento del Governatore.

 

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Top News

    • 13:09
    • 09 apr
    • ROMA

    Fecondazione eterologa, cade il divieto

    La Corte Costituzionale lo hanno dichiarato illegittimo
    • 12:09
    • 09 apr
    • MILANO

    Intesa paga 294 mln 'tassa Bankitalia'

    Segue Unicredit (196), ma su parametri patrimoniali impatto soft
    • 11:40
    • 09 apr
    • VATICANO

    Papa: tacciano le armi in Siria

    Dolore per assassinio gesuita Van der Lugt e per vittime guerra
    • 10:43
    • 09 apr
    • MILANO

    Garlasco: mamma Rita, ho ancora fiducia

    E' cominciato il processo d'appello bis, Stasi è in aula
    • 09:03
    • 09 apr
    • MILANO

    Borsa: Milano apre in rialzo, +0,24%

    Identico aumento per l'indice Ftse All share
    • 09:00
    • 09 apr
    • ROMA

    Immigrazione: Alfano,un morto su barcone

    Continuano sbarchi, 4.000 migranti soccorsi in ultime 48 ore
    • 07:01
    • 09 apr
    • ROMA

    Mafia, colpo a cosche in E-R

    Operazione cc regione e Crotone,13 ordinanze,sequestro da 13 mln
    • 06:36
    • 09 apr
    • ISLAMABAD

    Pakistan:bomba a mercato,almeno 15 morti

    Ordigno ad alto potenziale in zona controllata forze sicurezza
    • 01:05
    • 09 apr
    • ROMA

    Immigrazione: Alfano, è allarme sbarchi

    Non bastano 80 mln Ue per Frontex. Def grazie a nostra azione
    • 00:23
    • 09 apr
    • NEW YORK

    Australia e Svezia, paradisi per giovani

    Secondo studio Usa. Italia fuori da classifica prime 30 nazioni