Percorso:ANSA.it > Politica > News

I punti critici, Gelmini: 'Valuteremo'

Su prof aggregati, borse di studio 'territoriali', lettori esteri

30 dicembre, 19:59
Maria Stella Gelmini
Maria Stella Gelmini
I punti critici, Gelmini:  'Valuteremo'

ROMA - Sono quattro gli articoli oggetto delle osservazioni del presidente della Repubblica che ha promulgato la legge sull'universita': riguardano i prof aggregati, le borse di studio ''territoriali'', i limiti di reddito per i docenti con contratti a termine, i lettori stranieri. Punti definiti ''non portanti'' della riforma dal ministro dell'Istruzione, Mariastella Gelmini, che pure ha detto che terra' in ''massima considerazione'' i rilievi del Colle.

 
GELMINI
"Esprimo la mia piena soddisfazione per la promulgazione della legge da parte del Presidente della Repubblica. Terremo in massima considerazione le sue osservazioni. Appare evidente dall'analisi dei punti rilevati che nessuno di essi tocca elementi portanti e qualificanti della legge. Aver approvato la legge sull'università è un segnale positivo per il Paese perché dimostra che, seppur tra mille difficoltà, è possibile realizzare le riforme".
ARTICOLO 6
Per quel che riguarda l'articolo 6, concernente il titolo di professore aggregato il problema nasce da una ripetizione di due commi simili, ''svista'' della Camera, che ha tenuto fermo per due giorni il testo al Senato. ''Pur non lasciando la norma, da un punto di vista sostanziale, spazio a dubbi interpretativi della reale volontà del legislatore - scrive Napolitano - si attende che ai fini di un auspicabile migliore coordinamento formale, il governo adempia senza indugio all'impegno assunto dal Ministro Gelmini nella seduta del 21 dicembre in Senato, eventualmente attraverso la soppressione del comma 5 dell'articolo''

ARTICOLO 4
Nasce da una richiesta della Lega ed e' il punto, forse, piu' delicato. ''Per quanto concerne l'articolo 4 relativo alla concessione di borse di studio agli studenti, appare - al Presidente Napolitano - non pienamente coerente con il criterio del merito nella parte in cui prevede una riserva basata anche sul criterio dell'appartenenza territoriale''. E' stato il governatore del Piemonte, Roberto Cota, tra i primi a sollevare il problema che nelle Universita' dove e' maggiore la presenza di studenti fuori sede i residenti vengono penalizzati. Da qui e' partita la campagna dell'europarlamentare Mario Borghezio, tra i leghisti più agguerriti che ha diffuso un volantino nel quale si accusavano gli studenti meridionali di essere più furbi e disonesti: ''i ragazzi del Sud ottengono le borse perché presentano dichiarazioni false''.

ARTICOLO 23

Disciplina i contratti di insegnamento per esperti. ''Appare di dubbia ragionevolezza nella parte in cui aggiunge una limitazione oggettiva riferita al reddito ai requisiti soggettivi di carattere scientifico e professionale''. Secondo la legge, le università possono stipulare contratti della durata di un ''anno accademico e rinnovabili annualmente per un periodo massimo di cinque anni, a titolo gratuito o oneroso, per attività di insegnamento al fine di avvalersi della collaborazione di esperti di alta qualificazione in possesso di un significativo curriculum scientifico o professionale, che siano dipendenti da altre amministrazioni, enti o imprese, ovvero titolari di pensione, ovvero lavoratori autonomi in possesso di un reddito annuo non inferiore a 40.000 euro lordi''. Una norma voluta, viene spiegato da fonti ministeriali, per evitare forme di precariato (non utilizzare giovani che non lavorano) chiesta tra l'altro da un emendamento del Pd.

ARTICOLO 26
Riguarda la disciplina dei ''lettori di scambio'' ovvero i lettori in madre lingua. Scrive il Presidente che ''è opportuno che l'art. 26, nel prevedere l'interpretazione autentica dell'art. 1, comma 1, del decreto legge n. 2 del 2004 sia formulato in termini non equivoci e corrispondenti al consolidato indirizzo giurisprudenziale della Corte Costituzionale''. In pratica, i lettori internazionali hanno fatto causa perche' gli spettavano degli arretrati. La legge garantisce i diritti arretrati in una certa misura ma con una limitazione rispetto a quanto richiesto dagli stessi lettori stranieri.

Top News

    • 13:09
    • 09 apr
    • ROMA

    Fecondazione eterologa, cade il divieto

    La Corte Costituzionale lo hanno dichiarato illegittimo
    • 12:09
    • 09 apr
    • MILANO

    Intesa paga 294 mln 'tassa Bankitalia'

    Segue Unicredit (196), ma su parametri patrimoniali impatto soft
    • 11:40
    • 09 apr
    • VATICANO

    Papa: tacciano le armi in Siria

    Dolore per assassinio gesuita Van der Lugt e per vittime guerra
    • 10:43
    • 09 apr
    • MILANO

    Garlasco: mamma Rita, ho ancora fiducia

    E' cominciato il processo d'appello bis, Stasi è in aula
    • 09:03
    • 09 apr
    • MILANO

    Borsa: Milano apre in rialzo, +0,24%

    Identico aumento per l'indice Ftse All share
    • 09:00
    • 09 apr
    • ROMA

    Immigrazione: Alfano,un morto su barcone

    Continuano sbarchi, 4.000 migranti soccorsi in ultime 48 ore
    • 07:01
    • 09 apr
    • ROMA

    Mafia, colpo a cosche in E-R

    Operazione cc regione e Crotone,13 ordinanze,sequestro da 13 mln
    • 06:36
    • 09 apr
    • ISLAMABAD

    Pakistan:bomba a mercato,almeno 15 morti

    Ordigno ad alto potenziale in zona controllata forze sicurezza
    • 01:05
    • 09 apr
    • ROMA

    Immigrazione: Alfano, è allarme sbarchi

    Non bastano 80 mln Ue per Frontex. Def grazie a nostra azione
    • 00:23
    • 09 apr
    • NEW YORK

    Australia e Svezia, paradisi per giovani

    Secondo studio Usa. Italia fuori da classifica prime 30 nazioni