Percorso:ANSA.it > Mondo > News

Iran: scienziato nucleare ucciso, Casa Bianca nega ogni ruolo

Quarta vittima in due anni, Teheran accusa Israele e Usa

11 gennaio, 22:01
Iran, ucciso scienziato nucleare
Iran, ucciso scienziato nucleare
Iran: scienziato nucleare ucciso, Casa Bianca nega ogni ruolo

di Luciana Borsatti

TEHERAN - Un altro scienziato nucleare ucciso in un attentato, il quarto in due anni, e per il quale Teheran accusa gli Usa e Israele. Ha iniziato la sua giornata con questa notizia, oggi l'Iran, una notizia destinata ad esasperare ancora le sue tensioni con l'Occidente per il suo programma nucleare. E le preoccupazioni di quanti, nel Paese come all'estero, temono che l'escalation - alimentata dalle minacce iraniane di chiudere la rotta petrolifera dello stretto di Hormuz - possa condurre ad una situazione fuori controllo. Le minacce di chiudere lo stretto, ha detto oggi il segretario di Stato Usa Hillary Clinton sono ''provocatorie e pericolose''. Erano circa le 8.30 quando la Peugeot 405 su cui viaggiava Mustafa Ahmadi Roshan, un giovane docente universitario che lavorava anche al sito di arricchimento dell'uranio di Natanz, e' esplosa per una bomba magnetica attaccata da motociclisti che si sono poi dati alla fuga. Nell'esplosione dell'auto hanno perso la vita sia lui che l' autista, Reza Qashgai. Lo scienziato aveva 32 anni, l'altro 33. Ferito ad una mano un pedone che si trovava sul posto, nei pressi della facoltà di Scienze sociali della Fillameh Tatabai University. La tecnica e' la stessa usata negli attentati del 29 novembre 2010 contro i docenti Majid Shahriari a Fereydoun Abbasi Davani: Shahriari, responsabile del progetto sui reattori nucleari, mori'. Abbassi Davani fu leggermente ferito e ora e' il direttore dell'Agenzia atomica iraniana. Il 12 gennaio 2010, proprio due anni fa, era stato ucciso da una moto-bomba un altro scienziato nucleare, Masoud Ali Mohammadi, mentre il quarto si chiamava Daryoush Rezaie, 35 anni, ucciso il 23 luglio scorso da sconosciuti che gli hanno sparato da una motocicletta in corsa. Mustafa Ahmadi Roshan si era laureato in chimica alla Sanati Sharif University. Specializzato nei polimeri, lavorava per il processo di arricchimento dell'uranio nell'impianto di Natanz, dove era vice direttore dell'ufficio commerciale. Natanz e' lo storico sito iraniano per l'arricchimento dell'uranio, ma negli ultimi giorni la sua fama e' stata sopravanzata da quella di Fordow, un bunker sotto una montagna nei pressi di Qom al riparo da attacchi aerei, dove da poco - e' stato annunciato proprio in questi giorni - ha preso avvio la stessa attivita'. Per produrre uranio arricchito fino al 20% e solo a scopi medici, e' stato ribadito dalle autorita' iraniane, anche se l'annuncio e' tornato a sollevare le riprovazioni dell'Occidente, che ne teme le finalita' militari. Unanime, da parte delle autorita' iraniane, la convinzione che dietro all'attentato vi siano state le mani di Israele e degli Usa, impegnati in una guerra sotterranea per ostacolare o fermare il suo programma nucleare anche con i passati attacchi di virus ai suoi sistemi informatici. Si e' trattato di un atto terroristico compiuta proprio da coloro che pretendono di combattere il terrorismo, ha accusato il primo vice presidente Mohammad Reza Rahimi, mentre secondo il vicegovernatore della provincia di Teheran, Safar Ali Baratloo, Israele starebbe tentando di creare un clima di insicurezza proprio alla vigilia delle elezioni parlamentari del 2 marzo, ''per ridurre la partecipazione degli elettori'', ha detto, secondo la Fars: un timore piu' volte evocato di recente dalle autorita' iraniane, ed a cui talvolta puo' fare da antidoto un nemico esterno. Ma la Casa Bianca, attraverso il portavoce del Consiglio per la sicurezza nazionale, nega di aver avuto ''alcun ruolo'' e condanna ''con forza tutti gli atti di violenza, compresi quelli come questo''. In ogni caso, l'Iran andra' avanti con il suo programma nucleare, ha assicurato l'Agenzia nazionale per l'energia atomica. "La strada per la ricerca della libertà da parte dell'Iran è irreversibile'', ha detto in un comunicato, annunciando ''ulteriori sviluppi nel campo nucleare''

GOLFO, CLINTON: MINACCE IRAN SU HORMUZ 'PERICOLOSE' - Le minacce dell'Iran di chiudere lo Stretto di Hormuz sono ''provocatorie e pericolose'', ha affermato il segretario di Stato Usa, Hillary Clinton.

© Copyright ANSA - Tutti i diritti riservati

Top News

    • 13:09
    • 09 apr
    • ROMA

    Fecondazione eterologa, cade il divieto

    La Corte Costituzionale lo hanno dichiarato illegittimo
    • 12:09
    • 09 apr
    • MILANO

    Intesa paga 294 mln 'tassa Bankitalia'

    Segue Unicredit (196), ma su parametri patrimoniali impatto soft
    • 11:40
    • 09 apr
    • VATICANO

    Papa: tacciano le armi in Siria

    Dolore per assassinio gesuita Van der Lugt e per vittime guerra
    • 10:43
    • 09 apr
    • MILANO

    Garlasco: mamma Rita, ho ancora fiducia

    E' cominciato il processo d'appello bis, Stasi è in aula
    • 09:03
    • 09 apr
    • MILANO

    Borsa: Milano apre in rialzo, +0,24%

    Identico aumento per l'indice Ftse All share
    • 09:00
    • 09 apr
    • ROMA

    Immigrazione: Alfano,un morto su barcone

    Continuano sbarchi, 4.000 migranti soccorsi in ultime 48 ore
    • 07:01
    • 09 apr
    • ROMA

    Mafia, colpo a cosche in E-R

    Operazione cc regione e Crotone,13 ordinanze,sequestro da 13 mln
    • 06:36
    • 09 apr
    • ISLAMABAD

    Pakistan:bomba a mercato,almeno 15 morti

    Ordigno ad alto potenziale in zona controllata forze sicurezza
    • 01:05
    • 09 apr
    • ROMA

    Immigrazione: Alfano, è allarme sbarchi

    Non bastano 80 mln Ue per Frontex. Def grazie a nostra azione
    • 00:23
    • 09 apr
    • NEW YORK

    Australia e Svezia, paradisi per giovani

    Secondo studio Usa. Italia fuori da classifica prime 30 nazioni