Percorso:ANSA.it > Mondo > News

Stampa estera, e' un colpo di teatro

02 luglio, 14:58

ROMA - "Colpo di teatro nell'affaire Dsk". La liberazione di Dominique Strauss-Kahn è sulle prime pagine dei principali quotidiani francesi e americani. E, mentre Oltreceano i media forniscono ulteriori dettagli sull'intricata vicenda giudiziaria, in Francia la stampa si chiede se l'ex direttore dell'Fmi possa tornare a correre per le primarie del Partito socialista (Ps) che - si fa notare - saranno in un modo o nell'altro ulteriormente "turbate" dall'ultimo colpo di scena della vicenda Strauss-Kahn. "Dal 2007 Dsk impregna lo spazio socialista della sua assenza", è il titolo di un'analisi de LE MONDE secondo cui, con il processo ancora in corso, "la dinamica delle primarie del Partito socialista si è bloccata". L'ex potenziale candidato all'Eliseo "può ora tornare?", si chiede Le Monde evidenziando che e questa domanda "oggi nessuno può rispondere ma tutto il mondo si interroga e questo basta a turbare una volta di più il processo di designazione del candidato socialista".

Anche LE FIGARO si interroga "sui possibili scenari" dopo la liberazione di Strauss-Kahn e nel suo sito online pubblica un sondaggio dal titolo "Dsk può tornare nella corsa all'Eliseo?". Quesito al quale l 62% dei quasi 7mila votanti risponde "no". Mentre, in un altro articolo, il foglio conservatore, citando fonti vicine al presidente Sarkozy, scrive che "per l'Eliseo gli imbarazzi dei socialisti non sono terminati" e la liberazione di Dsk non ha prodotto "un 15 maggio all'inverso", facendo riferimento alla data dell'arresto del'ex direttore dell'Fmi. "Affaire Dsk, stagione seconda" è il titolo di uno speciale che LIBERATION dedica alla vicenda. E il quotidiano, riportando stralci di commenti degli editorialisti di diversi giornali del Paese, titola in un altro articolo "Per Dsk la strada per l'Eliseo è definitivamente sbarrata".

Negli Stati Uniti, il NEW YORK TIMES si sofferma invece sulle indagini e scrive che "una telefonata", effettuata dalla cameriera che ha accusato Strauss-Kahn "24 ore dopo" la presunta violenza sessuale, "ha allarmato i pm". La donna, avrebbe infatti telefonato ad un amico che si trovava in un "centro di detenzione per immigrati in Arizona" e a lui avrebbe detto, in un dialetto della Guinea, "Non ti preoccupare, quest'uomo ha un sacco di soldi. So cosa sto facendo". IL WALL STRETT JOURNAL, oltre alla cronaca dei fatti, riporta infine le reazioni dei principali esponenti socialisti francesi e scrive che "i suoi alleati confidano in un ritorno in politica di Strauus-Kahn ma non sono certi che possa partecipare alla corsa all'Eliseo".

© Copyright ANSA - Tutti i diritti riservati

Top News

    • 13:09
    • 09 apr
    • ROMA

    Fecondazione eterologa, cade il divieto

    La Corte Costituzionale lo hanno dichiarato illegittimo
    • 12:09
    • 09 apr
    • MILANO

    Intesa paga 294 mln 'tassa Bankitalia'

    Segue Unicredit (196), ma su parametri patrimoniali impatto soft
    • 11:40
    • 09 apr
    • VATICANO

    Papa: tacciano le armi in Siria

    Dolore per assassinio gesuita Van der Lugt e per vittime guerra
    • 10:43
    • 09 apr
    • MILANO

    Garlasco: mamma Rita, ho ancora fiducia

    E' cominciato il processo d'appello bis, Stasi è in aula
    • 09:03
    • 09 apr
    • MILANO

    Borsa: Milano apre in rialzo, +0,24%

    Identico aumento per l'indice Ftse All share
    • 09:00
    • 09 apr
    • ROMA

    Immigrazione: Alfano,un morto su barcone

    Continuano sbarchi, 4.000 migranti soccorsi in ultime 48 ore
    • 07:01
    • 09 apr
    • ROMA

    Mafia, colpo a cosche in E-R

    Operazione cc regione e Crotone,13 ordinanze,sequestro da 13 mln
    • 06:36
    • 09 apr
    • ISLAMABAD

    Pakistan:bomba a mercato,almeno 15 morti

    Ordigno ad alto potenziale in zona controllata forze sicurezza
    • 01:05
    • 09 apr
    • ROMA

    Immigrazione: Alfano, è allarme sbarchi

    Non bastano 80 mln Ue per Frontex. Def grazie a nostra azione
    • 00:23
    • 09 apr
    • NEW YORK

    Australia e Svezia, paradisi per giovani

    Secondo studio Usa. Italia fuori da classifica prime 30 nazioni