Percorso:ANSA.it > Mondo > News

Danimarca: arresti per terrorismo

Progettavano attentato come Mumbai

29 dicembre, 19:09
Danimarca: arresti per terrorismo. Progettavano attentato come Mumbai
Danimarca: arresti per terrorismo. Progettavano attentato come Mumbai
Danimarca: arresti per terrorismo
BRUXELLES  - I cinque arrestati tra Danimarca e Svezia progettavano un attacco ''in stile Mumbai''. Lo ha detto il capo del Pet, il servizio di sicurezza danese, durante una conferenza stampa tenuta oggi pomeriggio. Il riferimento e' agli attentati compiuti da un commando islamico il 26 novembre 2008 nella citta' indiana di Mumbai contro la stazione, il centro ebraico Chabad e i due alberghi Taj Mahal e Oberoi/Trident, con un bilancio di 183 persone uccise.

Il capo del Pet ha di fatto confermato la tesi espressa da Lars Erslev Andersen, esperto di sicurezza del Diis (istituto danese di studi internazionali) che in una intervista al canale televisivo Tv2 ha affermato come i cinque volessero ''usare la tattica che ha portato al grande massacro di Mumbai nel 2008''. In quel caso, secondo Andersen, erano coinvolte piu' persone ''ma la tattica sarebbe stata la stessa''. Secondo quanto riportato dal sito dello Jyllands-Posten, il giornale che avrebbe subito l'attacco, i tre cittadini svedese arrestati la notte scorsa sono entrati in territorio danese a bordo di una macchina a noleggio. I servizi di sicurezza danese e sversese, Pet e Sapo, hanno atteso fino all'ultimo prima di intervenire all'alba. Hans Jorgen Bonnichsen, ex capo operativo del Pet, citato dal sito del giornale ''in altri casi si e' intervenuti molto prima, ma il fatto di aver atteso finche' l'attacco era imminente dimostra che avevamo un forte controllo su di loro: il Pet sapeva tutto''

ARRESTATI UN TUNISINO E TRE SVEDESI - - Tre delle persone arrestate con l'accusa di preparare un attacco terroristico contro il giornale danese Jyllands Posten hanno cittadinanza svedese, uno di loro e' di origine tunisina, un altro e' di nascita libanese. Un quarto arrestato ha invece passaporto tunisino. Lo specifica il comunicato della Pet (Politiet Efterretningstjeneste, il servizio di controspionaggio danese), secondo il quale tre degli arrestati sono entrati in territorio danese la notte ''tra il 28 ed il 29 dicembre'' e sono ''un cittadino tunisino di 44 anni; un cittadino svedese di 29 anni, nato in Libano; un cittadino svedese di 30 anni, di origine non ancora nota''.

La nota della Pet specifica che un quarto arrestato ''e' stato residente in Danimarca, ha circa 26 anni ed e' un iracheno che ha chiesto asilo''. Il quinto uomo del complotto, arrestato dalle autorita' svedesi a Stoccolma, ''e' un cittadino svedese di 37 anni, di origine tunisina''. Nelle perquisizioni che hanno fatto seguito agli arresti, il Pet ha sequestrato ''striscie di plastica che potevano essere usate come manette, armi da fuoco con relativi silenziatori e munizioni''. Il capo del Pet, Jakob Scharf, nel comunicato ha affermato che l'attacco era previsto ''per uno dei prossimi giorni'' aggiungendo che ''con gli arresti di oggi abbiamo evitato un imminente attacco nel quale alcuni dei sospettati che possiamo descrivere come militanti islamici con legami alla rete del terrorismo internazionale avrebbero cercato di penetrare nella sede di Jyllands Posten e di Politiken (giornali che condividono lo stesso edificio di Copenaghen, ndr) per uccidere il maggior numero possibile delle persone presenti''. Secondo il comunicato gli arrestati domani saranno sottoposti all'udienza preliminare per la convalida dei fermi. Essi sono accusati di tentato atto terroristico, in violazione degli articoli 114 e 21 del codice penale danese.
PREPARAVANO ATTACCO A QUOTIDIANO CHE PUBBLICO' VIGNETTE MAOMETTO -  I quattro uomini arrestati in Danimarca erano sospettati di preparare un ''attacco terroristico'' contro il quotidiano danese Jyllands-Posten, che aveva pubblicato alcune caricature del profeta Maometto. ''Questi arresti - ha precisato il direttore dei servizi d'informazione Jacob Scharf in un comunicato - hanno impedito un attacco terroristico imminente, con diversi sospetti che si sarebbero introdotti nell'edificio (del giornale) a Copenaghen, per uccidere il maggior numero possibile di persone''.  Quello sventato oggi e' il settimo tentato attacco contro lo Jyllands-Posten o il disegnatore Kurt Westergaard, a causa della pubblicazione nel 2005 di una serie di vignette giudicate offensive da una parte del mondo islamico. L'elenco e' pubblicato sul sito dello stesso quotidiano danese: - febbraio 2008: tre uomini arrestati per aver progettato l'assassinio del vignettista Kurt Westergaard. - ottobre 2009: la polizia americana arresta a Chicago i cittadini americani David Headley e Tahawwur Rana per aver pianificato un attacco contro il giornale, durante il quale i due progettavano di decapitare gli impiegati del quotidiano. I due sono stati accusati di aver anche partecipato all'attacco di Mumbai in cui morirono 166 persone. - gennaio 2010: un somalo si introduce nella casa di Westergaard armato di machete. Il disegnatore si salva rifugiandosi in una stanza blindata. - giugno 2010: due uomini vengono arrestati in Nord Africa accusati di progettare un attacco contro Westergaard. - settembre 2010: la polizia di Copenaghen arresta un 24enne ceceno che aveva fatto esplodere per errore un ordigno artigianale in una toilette dell'Hotel Jorgensen. - 28 settembre 2010: un curdo iracheno, arrestato ed imprigionato in Norvegia a luglio, dichiara che il suo obiettivo era colpire lo Jyllands-Posten - 29 dicembre 2010: cinque arrestati tra
Danimarca e Svezia, accusati di voler attaccare l'edificio che ospita lo Jyllands-Posten.

Top News

    • 13:09
    • 09 apr
    • ROMA

    Fecondazione eterologa, cade il divieto

    La Corte Costituzionale lo hanno dichiarato illegittimo
    • 12:09
    • 09 apr
    • MILANO

    Intesa paga 294 mln 'tassa Bankitalia'

    Segue Unicredit (196), ma su parametri patrimoniali impatto soft
    • 11:40
    • 09 apr
    • VATICANO

    Papa: tacciano le armi in Siria

    Dolore per assassinio gesuita Van der Lugt e per vittime guerra
    • 10:43
    • 09 apr
    • MILANO

    Garlasco: mamma Rita, ho ancora fiducia

    E' cominciato il processo d'appello bis, Stasi è in aula
    • 09:03
    • 09 apr
    • MILANO

    Borsa: Milano apre in rialzo, +0,24%

    Identico aumento per l'indice Ftse All share
    • 09:00
    • 09 apr
    • ROMA

    Immigrazione: Alfano,un morto su barcone

    Continuano sbarchi, 4.000 migranti soccorsi in ultime 48 ore
    • 07:01
    • 09 apr
    • ROMA

    Mafia, colpo a cosche in E-R

    Operazione cc regione e Crotone,13 ordinanze,sequestro da 13 mln
    • 06:36
    • 09 apr
    • ISLAMABAD

    Pakistan:bomba a mercato,almeno 15 morti

    Ordigno ad alto potenziale in zona controllata forze sicurezza
    • 01:05
    • 09 apr
    • ROMA

    Immigrazione: Alfano, è allarme sbarchi

    Non bastano 80 mln Ue per Frontex. Def grazie a nostra azione
    • 00:23
    • 09 apr
    • NEW YORK

    Australia e Svezia, paradisi per giovani

    Secondo studio Usa. Italia fuori da classifica prime 30 nazioni