Percorso:ANSA.it > Mondo > News

Nobel Pace: moglie Liu agli arresti domiciliari

Lo scrittore dissidente dedica il premio ai martiri di piazza Tienanmen

11 ottobre, 09:26
Liu Xiaobo
Liu Xiaobo
Nobel Pace: moglie Liu agli arresti domiciliari

PECHINO - La moglie del dissidente cinese e premio Nobel per la Pace Liu Xiaobo, Liu Xia, ha confermato su Twitter di essere agli arresti domiciliari a Pechino e di non poter usare il telefono. ''Amici miei - ha scritto la Liu sul sito web di microblogging -, sono tornata a casa. L'8 ottobre sono stata messa agli arresti domiciliari. Non so quando potro' vedere qualcuno. Il mio cellulare e' fuori uso e non posso effettuare ne' ricevere chiamate''. La donna ha confermato anche di aver fatto visita in carcere al marito: ''Ho visto Xiaobo e gli ho detto che ha vinto il premio. Vi diro' altro piu' tardi. Per favore, aiutatemi tutti voi a comunicare tramite Twitter. Grazie'', ha chiesto infine la Liu.

La donna non ha contatti col mondo esterno ed e' guardata a vista dalla polizia politica cinese. Poliziotti in borghese e guardie private controllano tutte le persone che entrano ed escono dal centro residenziale nel quale abita la Liu. Sul cancello e' stato sistemato un cartello che avverte che 'nessuno dei residenti di questo centro accetta interviste'. Fuori ci sono decine di giornalisti stranieri, in gran parte di Hong Kong e di Taiwan, dove la notizia del premio al dissidente ha avuto una forte risonanza. In Cina i mezzi d'informazione continuano a tacere la notizia, mentre su internet non e' possibile effettuare ricerche usando le parole 'Nobel' e 'Liuxiabo'. Liu, 54 anni, e' stato condannato a 11 anni di prigione per aver partecipato alla stesura di Carta08, un documento favorevole alla democrazia sottoscritto da migliaia di cittadini cinesi.

 

(di Beniamino Natale)

PECHINO, 10 OTT - Liu Xiaobo ha dedicato il suo premio Nobel per la Pace ai "martiri di Tianamen", scoppiando in lacrime dopo aver appreso in carcere la notizia dalla moglie, ora ai domiciliari a Pechino con le autorita' che le impediscono contatti con l'esterno. Del drammatico e commovente incontro hanno riferito diverse Ong, visto che le autorita' cinesi non lasciano filtrare informazioni di sorta. E anche sulle traversie della moglie del neo premio Nobel sono solo le Ong a parlare. "Liu Xia e' di fatto agli arresti domiciliari - ha scritto in una mail all'ANSA, Beth Schwanke, portavoce della Ogn Freedom Now basata a Washington. "Non le è più consentito di lasciare l'abitazione e nessuno può entrare. Il suo telefono è stato distrutto. Gli agenti della sicurezza circondano l'abitazione e il complesso residenziale. Non è stata formalmente accusata di un crimine". Apprendendo la notizia del Nobel, Liu Xiaobo "ha pianto e ha dedicato il premio ai martiri di Tiananmen", ha invece riferito Yang Jianli, noto attivista di Tiananmen e ora tra gli avvocati della difesa del Nobel per la pace. La moglie "Liu Xia è sottoposta a enorme pressione", ha aggiunto, facendo appello ai leader mondiali perche' condannino "immediatamente questo vergognoso atto del governo cinese, e chiedano la liberazione immediata ed incondizionata'' della donna. Sempre Yang, riferisce Freedom Now, ha poi invitato i giornalisti stranieri e i dissidenti cinesi a schierarsi attorno alla residenza di Liu Xia, per chiedere di intervistarla e poter accedere alla casa. Oggi, un messaggio twittato da un account attribuito direttamente a Liu Xia, recita: "Sono tornata. Sono agli arresti domiciliari dall'8 ottobre e non so quando vi potro' vedere. Mi hanno rotto il telefono. Ho visto mio marito ieri in prigione per dirgli del premio. Per favore aiutatemi''. Anche un'altra Ong, Human Rights in Cina basata a New York, ha confermato in tarda serata i domiciliari: "I funzionari della sicurezza la hanno accompagnata nella capitale dopo la visita al marito nella prigione di Jinzhou", recita un comunicato, confermando che Liu Xiaobo ha dedicato il suo premio alle "anime perdute del 4 giugno" riferendosi al massacro di Tiananmen. "Ha detto che era dovuto al loro spirito non violento e all'aver sacrificato la vita per la pace, la libertà, la democrazia". Era stato il Centro d'informazione sulla democrazia e i diritti umani in Cina, un gruppo formato da esuli cinesi nell'ex colonia britannica, ad annunciare l'avvenuto incontro tra Liu e la moglie. In Cina i media statali continuano a tacere la notizia dell'assegnazione del prestigioso riconoscimento a Liu, un professore di letteratura di 54 anni diventato il simbolo del dissenso. Della moglie del premio Nobel si erano perse le tracce poche ore dopo l'annuncio del comitato norvegese per il Nobel, nella tarda serata di venerdi' scorso. Liu Xia, accompagnata dal fratello minore Liu Hui e con una robusta scorta di poliziotti, e' partita da Pechino per Jinzhou, dove il vincitore del premio Nobel sta scontando una condanna a 11 anni di reclusione per ''istigazione alla sovversione''. Partendo dalla capitale, la donna ha dichiarato di essere felice di poter dare la buona notizia al marito ma ha aggiunto che era stata ''costretta'' a partire dalla polizia. ''Vogliono impedirmi di incontrare i giornalisti stranieri'', ha aggiunto in quell'occasione, l'unica nella quale ha parlato dopo l'annuncio del premio. I gruppi per i diritti umani temono che alla donna tocchi la sorte di altri familiari di dissidenti imprigionati, cioe' quella di rimanere sotto uno stretto controllo delle forze di sicurezza cinesi che impediscono loro di avere contatti con persone ''scomode'' come i giornalisti e i diplomatici stranieri. Il comitato norvegese del Nobel ha affermato di aver assegnato il premio a Liu per ''i suoi sforzi costanti e non violenti in favore dei diritti umani in Cina''. Il principale capo d'accusa al processo nel quale e' stato condannato nel giorno di Natale del 2009 e' stato il ruolo che ha svolto nella stesura di 'Carta 08', un documento favorevole alla democrazia che e' stato sottoscritto da migliaia di cittadini cinesi.

Top News

    • 13:09
    • 09 apr
    • ROMA

    Fecondazione eterologa, cade il divieto

    La Corte Costituzionale lo hanno dichiarato illegittimo
    • 12:09
    • 09 apr
    • MILANO

    Intesa paga 294 mln 'tassa Bankitalia'

    Segue Unicredit (196), ma su parametri patrimoniali impatto soft
    • 11:40
    • 09 apr
    • VATICANO

    Papa: tacciano le armi in Siria

    Dolore per assassinio gesuita Van der Lugt e per vittime guerra
    • 10:43
    • 09 apr
    • MILANO

    Garlasco: mamma Rita, ho ancora fiducia

    E' cominciato il processo d'appello bis, Stasi è in aula
    • 09:03
    • 09 apr
    • MILANO

    Borsa: Milano apre in rialzo, +0,24%

    Identico aumento per l'indice Ftse All share
    • 09:00
    • 09 apr
    • ROMA

    Immigrazione: Alfano,un morto su barcone

    Continuano sbarchi, 4.000 migranti soccorsi in ultime 48 ore
    • 07:01
    • 09 apr
    • ROMA

    Mafia, colpo a cosche in E-R

    Operazione cc regione e Crotone,13 ordinanze,sequestro da 13 mln
    • 06:36
    • 09 apr
    • ISLAMABAD

    Pakistan:bomba a mercato,almeno 15 morti

    Ordigno ad alto potenziale in zona controllata forze sicurezza
    • 01:05
    • 09 apr
    • ROMA

    Immigrazione: Alfano, è allarme sbarchi

    Non bastano 80 mln Ue per Frontex. Def grazie a nostra azione
    • 00:23
    • 09 apr
    • NEW YORK

    Australia e Svezia, paradisi per giovani

    Secondo studio Usa. Italia fuori da classifica prime 30 nazioni