Percorso:ANSA.it > Mondo > News

Africa torna, lavori riaprono con Kyoto

Gli Stati africani avevano fatto saltare la seduta mattutina convocata dalla presidenza danese

15 dicembre, 07:47
Copenaghen
Copenaghen
Africa torna, lavori riaprono con Kyoto

COPENAGHEN - Si ricomincia. La sessione plenaria al vertice Onu in corso a Copenaghen, entrato nella settimana clou, si è riunita di nuovo per decidere di ripartire. L'Africa è tornata ottenendo, insieme ai Paesi del G77, il gruppo dei 131 Stati soprattutto sottosviluppati, che si lavori sui target del Protocollo di Kyoto mentre in mattinata i lavori informali dei ministri erano cominciati lavorando solo sulla linea - secondo gli osservatori - della Convenzione Onu. Quindi ancora due binari paralleli. Kyoto per i Paesi in via di sviluppo è importante perché assicura una garanzia di interventi per lo sviluppo.

CORTEO VERSO SEDE MINISTERO DIFESA - Diciassette persone sono state fermate dalla polizia danese nel corso della manifestazione che si è tenuta oggi davanti al ministero della Difesa a Copenaghen. La maggior parte dei manifestanti - secondo quanto si è appreso - è stata fermata per aver violato la legge che stabilisce l'obbligo di obbedire alle indicazioni della polizia nel corso di manifestazioni, mentre per due il 'fermo' è scattato per aver coperto il volto.

POLIZIA USA LACRIMOGENI IN CENTRO DETENZIONE - La polizia danese ha fatto uso di lacrimogeni, questa mattina, per ristabilire la calma all'interno del centro provvisorio di detenzione dove sono reclusi i giovani fermati nel corso della manifestazione di ieri per la conferenza sul clima, in corso a Copenaghen. Secondo alcuni giovani, citati dal gruppuscolo danese di estrema sinistra Modkraft, l'atmosfera nel centro era "elettrica" e centinaia di persone stavano cercando di sfondare le porte delle singole stanze. Un portavoce della polizia danese, citato dall'Afp, ha detto che gli agenti sono intervenuti quando alcuni dei giovani fermati hanno cercato di sfondare le porte usando un banco come ariete. La polizia, ha aggiunto il portavoce, ha utilizzato del gas lacrimogeno per ristabilire la calma. Ieri circa 260 persone sono state fermate nel corso di una manifestazione indetta per protestare contro le compagnie marittime, accusate di essere forti emettitrici di gas a effetto serra. Quattro tedeschi, tra i fermati di ieri,sono stati espulsi dalla Danimarca per violazione della legge sulle armi e per violenza a pubblico ufficiale, nei confronti di alcuni agenti.

GREENPEACE, LEADER ASCOLTINO GENTE E SCIENZA - Dopo le manifestazioni in tutto il mondo, che hanno visto centinaia di migliaia di persone da 140 Paesi chiedere giustizia per il clima e dopo l'allarme per il decennio più caldo della storia, "i leader ascoltino la gente e la scienza e mettano a punto un accordo ambizioso contro il riscaldamento climatico". Questo l'appello lanciato dal responsabile clima di Greenpeace International, Martin Kaiser, secondo il quale questa settimana bisogna guardare soprattutto ai leader di Germania, Francia, Inghilterra e Usa. Tre i punti caldi, secondo Greenpeace:

- OBIETTIVO PAESI SVILUPPATI: La discussione è su una serie di tagli (25-45 per cento) che sono in linea con la scienza ma l'obiettivo su cui ci si orienta sembra essere molto più basso (10-17 per cento di tagli alle emissioni globali);

- FINANZA: impegni a lungo termine da 140 miliardi di dollari l'anno per i capitoli adattamento e mitigazione, e stop alla deforestazione tropicale entro il 2020;

- TRATTATO GIURIDICAMENTE VINCOLANTE: non ci sono proposte sul tavolo, afferma Greenpeace, che potrebbero portare ad una modifica del protocollo di Kyoto e di un protocollo di Copenaghen. Un risultato giuridicamente vincolante è essenziale per la sopravvivenza di milioni di persone.

Top News

    • 13:09
    • 09 apr
    • ROMA

    Fecondazione eterologa, cade il divieto

    La Corte Costituzionale lo hanno dichiarato illegittimo
    • 12:09
    • 09 apr
    • MILANO

    Intesa paga 294 mln 'tassa Bankitalia'

    Segue Unicredit (196), ma su parametri patrimoniali impatto soft
    • 11:40
    • 09 apr
    • VATICANO

    Papa: tacciano le armi in Siria

    Dolore per assassinio gesuita Van der Lugt e per vittime guerra
    • 10:43
    • 09 apr
    • MILANO

    Garlasco: mamma Rita, ho ancora fiducia

    E' cominciato il processo d'appello bis, Stasi è in aula
    • 09:03
    • 09 apr
    • MILANO

    Borsa: Milano apre in rialzo, +0,24%

    Identico aumento per l'indice Ftse All share
    • 09:00
    • 09 apr
    • ROMA

    Immigrazione: Alfano,un morto su barcone

    Continuano sbarchi, 4.000 migranti soccorsi in ultime 48 ore
    • 07:01
    • 09 apr
    • ROMA

    Mafia, colpo a cosche in E-R

    Operazione cc regione e Crotone,13 ordinanze,sequestro da 13 mln
    • 06:36
    • 09 apr
    • ISLAMABAD

    Pakistan:bomba a mercato,almeno 15 morti

    Ordigno ad alto potenziale in zona controllata forze sicurezza
    • 01:05
    • 09 apr
    • ROMA

    Immigrazione: Alfano, è allarme sbarchi

    Non bastano 80 mln Ue per Frontex. Def grazie a nostra azione
    • 00:23
    • 09 apr
    • NEW YORK

    Australia e Svezia, paradisi per giovani

    Secondo studio Usa. Italia fuori da classifica prime 30 nazioni