Percorso:ANSA.it > In Breve > News

Rushdie, oggi 'Versi satanici' impubblicabili

Scrittore, Islam un tempo aperto, ora scivolato nel medioevo

17 settembre, 18:46
Salman Rushdie in una foto d'archivio
Salman Rushdie in una foto d'archivio
Rushdie, oggi 'Versi satanici' impubblicabili

(di Alessandra Baldini)

Le violenze islamiche fuori dalle ambasciate Usa sono il frutto della "mentalità di fanatici" in un "clima di paura": oggi i 'Versi Satanici' sarebbe un libro "impubblicabile". Braccato per 23 anni dagli ayatollah iraniani che lo avevano condannato a morte per blasfemia, Salman Rushdie è convinto oggi che "qualcosa nel mondo musulmano sia andato nel verso terribilmente sbagliato". Un libro critico dell'Islam "oggi sarebbe di difficile pubblicazione", ha detto a Bbc e National Public Radio lo scrittore anglo-indiano, la cui ultima opera 'Joseph Anton' racconta la sua vita di braccato dopo la fatwa.

Questo anche perché a suo avviso il mondo islamico ha subito negli ultimi tempi una profonda involuzione: "Solo pochi decenni fa le città del mondo arabo e musulmano erano aperte al mondo, ma nell'ultimo mezzo secolo queste culture sono scivolate nel medievalismo e nella repressione". Si tratta, per Rushdie, di "una delle più grandi ferite auto-inflitte". Le dichiarazioni dello scrittore seguono l'annuncio della fondazione iraniana '15 khordad' di aver incrementato di 500mila dollari, portandola a 3.3 milioni, la taglia per l'uccisione di Salman Rushdie: "Se fosse stata eseguita quando venne decretata nel 1988, gli insulti all'Islam, come quello del film blasfemo che sta suscitando le violente manifestazioni di rabbia di questi giorni, ma anche articoli e caricature, sarebbero cessati", ha detto il capo della Fondazione Hassan Sanei.

Rushdie e i suoi 'Versi' continuano ad essere nel mirino degli estremisti islamici: oggi il capo di Hezbollah in Libano, Hassan Nasrallah, ha esortato a reagire al film, definendolo "il peggiore attacco contro l'Islam dopo il romanzo di Rushdie del 1988". Ma anche in India i distributori cinematografici non vogliono portare nelle sale 'I Figli della Mezzanotte', il film tratto dal libro dello scrittore sull'indipendenza indiana per timore che provochi disordini e atti di intolleranza. 'Joseph Anton', le memorie sui 23 anni in cui si è nascosto per sfuggire alla fatwa, stanno per uscire in Italia da Mondadori. Il titolo del libro è quello del nome in codice che la polizia incaricata di proteggere lo scrittore gli aveva suggerito di prendere, che Rushdie aveva scelto mettendo insieme i nomi di due dei suoi autori preferiti: Conrad e Chekhov.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Top News

    • 13:09
    • 09 apr
    • ROMA

    Fecondazione eterologa, cade il divieto

    La Corte Costituzionale lo hanno dichiarato illegittimo
    • 12:09
    • 09 apr
    • MILANO

    Intesa paga 294 mln 'tassa Bankitalia'

    Segue Unicredit (196), ma su parametri patrimoniali impatto soft
    • 11:40
    • 09 apr
    • VATICANO

    Papa: tacciano le armi in Siria

    Dolore per assassinio gesuita Van der Lugt e per vittime guerra
    • 10:43
    • 09 apr
    • MILANO

    Garlasco: mamma Rita, ho ancora fiducia

    E' cominciato il processo d'appello bis, Stasi è in aula
    • 09:03
    • 09 apr
    • MILANO

    Borsa: Milano apre in rialzo, +0,24%

    Identico aumento per l'indice Ftse All share
    • 09:00
    • 09 apr
    • ROMA

    Immigrazione: Alfano,un morto su barcone

    Continuano sbarchi, 4.000 migranti soccorsi in ultime 48 ore
    • 07:01
    • 09 apr
    • ROMA

    Mafia, colpo a cosche in E-R

    Operazione cc regione e Crotone,13 ordinanze,sequestro da 13 mln
    • 06:36
    • 09 apr
    • ISLAMABAD

    Pakistan:bomba a mercato,almeno 15 morti

    Ordigno ad alto potenziale in zona controllata forze sicurezza
    • 01:05
    • 09 apr
    • ROMA

    Immigrazione: Alfano, è allarme sbarchi

    Non bastano 80 mln Ue per Frontex. Def grazie a nostra azione
    • 00:23
    • 09 apr
    • NEW YORK

    Australia e Svezia, paradisi per giovani

    Secondo studio Usa. Italia fuori da classifica prime 30 nazioni