Percorso:ANSA.it > Economia > News

Operazione Telco-Telefonica, le tappe

24 settembre, 21:51
Il presidente di Telefonica Cesar Alierta
Il presidente di Telefonica Cesar Alierta
Operazione Telco-Telefonica, le tappe

MILANO  - Cambiano i pesi in Telco. Telefonica dal 46,2% aumenta la presa sulla holding e si prepara a salire ancora, fino al 100%, con un'operazione in più passaggi.

- FASE UNO La società guidata da Cesar Alierta sottoscrive oggi un aumento di capitale di Telco in contante da 324 milioni e passa al 66% ricevendo azioni di classe C, senza diritto di voto. Conserva il voto sul 46,2% in azioni classe B. Mediobanca e Intesa si diluiscono dall'11,6% al 7,34% ciascuna, Generali dal 30,6% al 19,32%. Telco userà i soldi degli spagnoli per rimborsare alle altre banche parte del debito da 1 miliardo in scadenza a novembre mentre il resto verrà rifinanziato per 700 milioni da Generali e Intesa. Sempre in giornata il gruppo spagnolo rileva dagli azionisti italiani parte del prestito soci da complessivi 1,7 miliardi salendo dagli 820 milioni attuali a 1,2 miliardi (il 70% del totale). Per pagare usa azioni Telefonica, che Generali, Mediobanca e Intesa potranno cedere sul mercato fra 15 giorni.

- FASE DUE Telefonica si impegna, una volta avuto il via libera dalle autorità antitrust, a sottoscrivere un altro aumento di capitale da 117 milioni alle stesse condizioni del primo. Da gennaio prossimo il gruppo potrà poi convertire le azioni di classe C in azioni B fino a un massimo del 64,9% dei diritti di voto. Superata la soglia del 50% la governance cambierà e nel Cda di 10 componenti di Telco gli spagnoli saliranno da 4 a 5 posti, gli italiani scenderanno da 6 a 5. Nel board di non meno di 13 membri, una volta tolti i posti per le minoranze, Telecom Generali, Mediobanca e Intesa potranno indicare i primi due nominativi della lista, gli altri verranno segnalati per metà dai primi e per metà da Madrid. Sempre dal prossimo 1 gennaio Telefonica potrà comprare per cassa tutte le azioni degli italiani in Telco con l'obbligo di acquisto anche della parte residua del prestito obbligazionario. Ferma restando la scadenza dei patti al 28 febbraio 2015, la prima finestra a disposizione dei soci per chiedere la scissione e ottenere azioni Telecom è stata fissata fra il 15 e il 30 giugno prossimi, l'altra l'1-15 febbraio 2015.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Top News

    • 13:09
    • 09 apr
    • ROMA

    Fecondazione eterologa, cade il divieto

    La Corte Costituzionale lo hanno dichiarato illegittimo
    • 12:09
    • 09 apr
    • MILANO

    Intesa paga 294 mln 'tassa Bankitalia'

    Segue Unicredit (196), ma su parametri patrimoniali impatto soft
    • 11:40
    • 09 apr
    • VATICANO

    Papa: tacciano le armi in Siria

    Dolore per assassinio gesuita Van der Lugt e per vittime guerra
    • 10:43
    • 09 apr
    • MILANO

    Garlasco: mamma Rita, ho ancora fiducia

    E' cominciato il processo d'appello bis, Stasi è in aula
    • 09:03
    • 09 apr
    • MILANO

    Borsa: Milano apre in rialzo, +0,24%

    Identico aumento per l'indice Ftse All share
    • 09:00
    • 09 apr
    • ROMA

    Immigrazione: Alfano,un morto su barcone

    Continuano sbarchi, 4.000 migranti soccorsi in ultime 48 ore
    • 07:01
    • 09 apr
    • ROMA

    Mafia, colpo a cosche in E-R

    Operazione cc regione e Crotone,13 ordinanze,sequestro da 13 mln
    • 06:36
    • 09 apr
    • ISLAMABAD

    Pakistan:bomba a mercato,almeno 15 morti

    Ordigno ad alto potenziale in zona controllata forze sicurezza
    • 01:05
    • 09 apr
    • ROMA

    Immigrazione: Alfano, è allarme sbarchi

    Non bastano 80 mln Ue per Frontex. Def grazie a nostra azione
    • 00:23
    • 09 apr
    • NEW YORK

    Australia e Svezia, paradisi per giovani

    Secondo studio Usa. Italia fuori da classifica prime 30 nazioni