Percorso:ANSA.it > Economia > News

Debiti Pa, Ue: ok dl ma non è bacchetta magica

Grilli a imprese anche 1,2mld di Iva

09 aprile, 12:19
Il Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano
Il Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano
Debiti Pa, Ue: ok dl ma non è bacchetta magica

ROMA - Il presidente Napolitano ha firmato il dl sui debiti della P.A. Si tratta del Decreto Legge 08/04/2013 recante "disposizioni urgenti per il pagamento dei debiti scaduti della P.A., per il riequilibrio finanziario degli enti territoriali, nonché in materia di versamento di tributi degli enti locali". Lo si legge sul sito del Quirinale.

GRILLI, DL NON MUTA GIUDIZIO UE SU DEFICIT  - "Sarà la Commissione Ue a decidere come e quando usciremo dalla procedura per deficit eccessivo, in pubblico abbiamo sentito commenti positivi e non é emerso che a causa di questo decreto possa mutare il loro giudizio": lo ha detto il ministro dell'economia Vittorio Grilli dopo l'incontro col commissario Olli Rehn.

In arrivo altri 1,2 miliardi di rimborsi Iva alle imprese: Ha detto Grilli. "L'agenzia delle entrate ha comunicato un'accelerazione dei rimborsi di circa 1,2 miliardi e in serata arriverà la comunicazione, che porterà il totale a 3,7 miliardi per quest'anno. Stiamo agendo per creare disponibilità di cassa".

"La mancanza di chiarezza sulle prospettive future non crea ottimismo, né ridà fiducia ai cittadini, quindi il rimbalzo della domanda aggregata è difficile da prevedere": ha sottolineato Grilli, secondo cui "una strategia economica chiara su cui contare è importante per ristabilire la fiducia".

Il decreto sui debiti PA prevede "meccanismi di monitoraggio e salvaguardia" perché sia "coerente con gli impegni di mantenere la finanza pubblica su un percorso stabile", e anche su questo aspetto Rehn si è detto convinto "che le clausole di salvaguardia introdotte sono adeguate": ha detto Grilli.

UE, BENE DECRETO,IMPATTO SU CONTI A MAGGIO - "Bene l'approvazione del decreto sui debiti della pa, ridurre i debiti può essere fatto assicurando l'uscita dell'Italia dalla procedura per deficit eccessivo, e l'impatto del decreto sui conti italiani sarà preso in considerazione nella stesura delle previsioni economiche a maggio": lo ha detto il portavoce di Olli Rehn secondo il quale "Accelerare il pagamento dei debiti non è bacchetta magica, ma aiuta ad alleviare le imprese e perciò è importante".

 "Accelerare il pagamento dei debiti non è bacchetta magica, ma aiuta ad alleviare le imprese e perciò è importante". Lo ha detto il portavoce del commissario Europeo, Olli Rehn.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Top News

    • 13:09
    • 09 apr
    • ROMA

    Fecondazione eterologa, cade il divieto

    La Corte Costituzionale lo hanno dichiarato illegittimo
    • 12:09
    • 09 apr
    • MILANO

    Intesa paga 294 mln 'tassa Bankitalia'

    Segue Unicredit (196), ma su parametri patrimoniali impatto soft
    • 11:40
    • 09 apr
    • VATICANO

    Papa: tacciano le armi in Siria

    Dolore per assassinio gesuita Van der Lugt e per vittime guerra
    • 10:43
    • 09 apr
    • MILANO

    Garlasco: mamma Rita, ho ancora fiducia

    E' cominciato il processo d'appello bis, Stasi è in aula
    • 09:03
    • 09 apr
    • MILANO

    Borsa: Milano apre in rialzo, +0,24%

    Identico aumento per l'indice Ftse All share
    • 09:00
    • 09 apr
    • ROMA

    Immigrazione: Alfano,un morto su barcone

    Continuano sbarchi, 4.000 migranti soccorsi in ultime 48 ore
    • 07:01
    • 09 apr
    • ROMA

    Mafia, colpo a cosche in E-R

    Operazione cc regione e Crotone,13 ordinanze,sequestro da 13 mln
    • 06:36
    • 09 apr
    • ISLAMABAD

    Pakistan:bomba a mercato,almeno 15 morti

    Ordigno ad alto potenziale in zona controllata forze sicurezza
    • 01:05
    • 09 apr
    • ROMA

    Immigrazione: Alfano, è allarme sbarchi

    Non bastano 80 mln Ue per Frontex. Def grazie a nostra azione
    • 00:23
    • 09 apr
    • NEW YORK

    Australia e Svezia, paradisi per giovani

    Secondo studio Usa. Italia fuori da classifica prime 30 nazioni