Percorso:ANSA.it > Economia > News

Bankitalia: sempre meno prestiti a famiglie e aziende

Confindustria: 'E' emergenza credito'

09 marzo, 15:16
Bankitalia
Bankitalia
Bankitalia: sempre meno prestiti a famiglie e aziende

Si fa piu' forte il calo dei prestiti delle banche a famiglie e imprese a gennaio. Secondo i dati Bankitalia sono scesi dell'1,6% su base annua rispetto al -0,9% di dicembre. I prestiti alle famiglie sono scesi dello 0,6% sui dodici mesi (-0,5% a dicembre); quelli alle societa' non finanziarie del 2,8% (-2,2% a dicembre).

Accelera la crescita delle sofferenze bancarie. A gennaio 2013 il tasso di crescita sui dodici mesi delle sofferenze è aumentato al 17,5 per cento, dal 16,6% nel mese precedente.

Restano invariati, a gennaio, i tassi applicati dalle banche ai nuovi mutui casa per le famiglie, al 3,92% di dicembre. Secondo i dati della Banca d'Italia inoltre i tassi d'interesse sui nuovi prestiti alle imprese di importo inferiore a 1 milione di euro sono scesi al 4,39% (4,43% nel mese precedente), quelli di importo superiore a tale soglia sono diminuiti al 3,09% (3,15% a dicembre). I tassi sulle nuove erogazioni di credito al consumo sono aumentati al 9,59% (9,08 a dicembre).

Non si arresta la crescita dei depositi delle banche. Secondo i dati della Banca d'Italia, a gennaio, il tasso di crescita sui dodici mesi dei depositi del settore privato è aumentato al 7,7% (7,0% a dicembre 2012). Il tasso di crescita sui dodici mesi della raccolta obbligazionaria, includendo le obbligazioni detenute dal sistema bancario, è sceso al 2,2% (4,8 per cento nel mese precedente).

CONFINDUSTRIA, SIAMO IN PIENA EMERGENZA CREDITO - "L'Italia è ancor una volta in piena emergenza credito. Rischia di partire la terza ondata di credit-crunch, dopo quelle del 2007-2009 e quella del 2011-2012". E' quanto afferma il Centro Studi Confindustria secondo cui 'le banche sono sempre piu' selettive, i prestiti calano, i tassi salgono".

Il calo del credito è dovuto alla riduzione dei prestiti da parte delle banche e non dalla riduzione della domanda. Il centro Studi Confindustria torna a polemizzare con la tesi degli istituti di credito in merito al credit crunch. In un rapporto il Csc rileva come "la flessione dei prestiti è più marcata di quella del Pil nominale e i dati indicano che è avvenuta prima la riduzione dell'offerta di credito, che è stata la principale causa della seconda recessione, e solo dopo è seguito il calo di domanda".

VISCO: SOLO RUOLO BANCHE CENTRALI E' STABILITA' - Le banche centrali "hanno un ruolo cruciale" quello della stabilità finanziaria e monetaria. Lo afferma il governatore di Bankitalia, Ignazio Visco, che citando l'economista Curzio Giannini, spiega che l'istituto centrale "non ha bisogno di andare a caccia di nuove linee di attività" ma produce "un bene essenziale come la fiducia".

Il governatore ha proseguito poi con la citazione dell'economista della Banca d'Italia, Giannini, prematuramente scomparso una decina di anni fa, per spiegare i compiti degli istituti centrali, che non devono quindi allargarsi su altre aree. "La legittimazione delle banche centrali, infatti - scriveva Giannini - non viene né dall'attivismo, né dalla capacità di produrre reddito, né, se non in senso molto indiretto, dall'efficienza. Viene dalla competenza, dalla moderazione, dall'orientamento al medio e lungo periodo, dal rifiuto di assumere compiti esulanti dai propri ruoli primari". Visco conclude così il suo intervento, rilevando come "é forse questo ciò che la società dovrebbe aspettarsi, se non dal settore finanziario, da chi è chiamato a governare la stabilità finanziaria".

 

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Top News

    • 13:09
    • 09 apr
    • ROMA

    Fecondazione eterologa, cade il divieto

    La Corte Costituzionale lo hanno dichiarato illegittimo
    • 12:09
    • 09 apr
    • MILANO

    Intesa paga 294 mln 'tassa Bankitalia'

    Segue Unicredit (196), ma su parametri patrimoniali impatto soft
    • 11:40
    • 09 apr
    • VATICANO

    Papa: tacciano le armi in Siria

    Dolore per assassinio gesuita Van der Lugt e per vittime guerra
    • 10:43
    • 09 apr
    • MILANO

    Garlasco: mamma Rita, ho ancora fiducia

    E' cominciato il processo d'appello bis, Stasi è in aula
    • 09:03
    • 09 apr
    • MILANO

    Borsa: Milano apre in rialzo, +0,24%

    Identico aumento per l'indice Ftse All share
    • 09:00
    • 09 apr
    • ROMA

    Immigrazione: Alfano,un morto su barcone

    Continuano sbarchi, 4.000 migranti soccorsi in ultime 48 ore
    • 07:01
    • 09 apr
    • ROMA

    Mafia, colpo a cosche in E-R

    Operazione cc regione e Crotone,13 ordinanze,sequestro da 13 mln
    • 06:36
    • 09 apr
    • ISLAMABAD

    Pakistan:bomba a mercato,almeno 15 morti

    Ordigno ad alto potenziale in zona controllata forze sicurezza
    • 01:05
    • 09 apr
    • ROMA

    Immigrazione: Alfano, è allarme sbarchi

    Non bastano 80 mln Ue per Frontex. Def grazie a nostra azione
    • 00:23
    • 09 apr
    • NEW YORK

    Australia e Svezia, paradisi per giovani

    Secondo studio Usa. Italia fuori da classifica prime 30 nazioni