Percorso:ANSA.it > Economia > News

Bernanke, fiscal cliff minaccia per ripresa

Congresso e Casa Bianca tutelino economia, rischio recessione

21 novembre, 11:04
Ben Bernanke
Ben Bernanke
Bernanke, fiscal cliff minaccia per ripresa

NEW YORK - Il congresso e la Casa Bianca devono tutelare l'economia dal 'fiscal cliff', che rappresenta una "minaccia sostanziale all'economia" e rischia di far scivolare l'economia americana in recessione. Lo afferma il presidente della Fed, Ben Bernanke, intervenendo all'Economic Club di New York.

Il tetto del debito Usa va aumentato per evitare un catastrofico default, ha detto Bernanke.

Bernanke chiede quindi di alzare l'attuale soglia del tetto del debito, pari a 16.400 miliardi di dollari, al fine che gli Stati Uniti evitino la possibilità di un default sui pagamenti che sarebbe "catastrofico". L'aumento del tetto del debito rientra nell'ambito del fiscal cliff. Secondo le stime, il governo raggiungerà la soglia fissata per legge entro la fine del 2012. Bernanke si augura quindi che non venga ripetuto quanto accaduto nel 2011, quando il braccio di ferro in Congresso sull'aumento del tetto del debito, porto al primo downgrade della storia americana. Un appello ad alzare il tetto è arrivato nei giorni scorsi anche dal segretario al Tesoro Timothy Geithner, che ha invitato a rivedere la normativa che lo determina in modo da rimuovere incertezza sul mercato.

L'economia si trova ad affrontare "diversi venti contrari", dalla crisi del debito dell'Europa ai problemi di bilancio americani. Lo afferma il presidente della Fed, Ben Bernanke, sottolineando che se si risolverà il fiscal cliff il prossimo sarà un anno "molto buono" per l'economia.

Il mercato immobiliare ha mostrato "chiari segnali di miglioramento" e una volta risolti i "venti contrari" sull'economia può spingere la crescita economia e la creazione di posti di lavoro.

In Europa "sono state prese misure importanti e nel farlo hanno contribuito a un allentamento delle condizioni finanziarie". Lo afferma il presidente della Fed, Ben Bernanke, sottolineando che il nuovo programma della Bce, in base al quale Francoforte acquista il debito dei paesi "vulnerabili" dell'area euro se rispettano alcune condizioni, ha aiutato. "Ulteriori miglioramenti delle condizioni finanziarie globali dipenderanno da come i leader europei proseguiranno con le loro iniziative.

La Grande recessione ha ridotto il potenziale di crescita americano. Lo afferma Bernanke sottolineando che la Fed sta facendo la propria parte offrendo una politica monetaria accomodante per promuovere una ripresa più sostenuta.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Top News

    • 13:09
    • 09 apr
    • ROMA

    Fecondazione eterologa, cade il divieto

    La Corte Costituzionale lo hanno dichiarato illegittimo
    • 12:09
    • 09 apr
    • MILANO

    Intesa paga 294 mln 'tassa Bankitalia'

    Segue Unicredit (196), ma su parametri patrimoniali impatto soft
    • 11:40
    • 09 apr
    • VATICANO

    Papa: tacciano le armi in Siria

    Dolore per assassinio gesuita Van der Lugt e per vittime guerra
    • 10:43
    • 09 apr
    • MILANO

    Garlasco: mamma Rita, ho ancora fiducia

    E' cominciato il processo d'appello bis, Stasi è in aula
    • 09:03
    • 09 apr
    • MILANO

    Borsa: Milano apre in rialzo, +0,24%

    Identico aumento per l'indice Ftse All share
    • 09:00
    • 09 apr
    • ROMA

    Immigrazione: Alfano,un morto su barcone

    Continuano sbarchi, 4.000 migranti soccorsi in ultime 48 ore
    • 07:01
    • 09 apr
    • ROMA

    Mafia, colpo a cosche in E-R

    Operazione cc regione e Crotone,13 ordinanze,sequestro da 13 mln
    • 06:36
    • 09 apr
    • ISLAMABAD

    Pakistan:bomba a mercato,almeno 15 morti

    Ordigno ad alto potenziale in zona controllata forze sicurezza
    • 01:05
    • 09 apr
    • ROMA

    Immigrazione: Alfano, è allarme sbarchi

    Non bastano 80 mln Ue per Frontex. Def grazie a nostra azione
    • 00:23
    • 09 apr
    • NEW YORK

    Australia e Svezia, paradisi per giovani

    Secondo studio Usa. Italia fuori da classifica prime 30 nazioni