Percorso:ANSA.it > Economia > News

Benzina, revocato lo sciopero dei gestori

Stop alla protesta dopo il tavolo al ministero dello Sviluppo economico. Consumatori: in questi giorni speculazioni inaccettabili

15 settembre, 10:30
Archivio
Archivio
Benzina, revocato lo sciopero dei gestori

 ROMA  - E' stato revocato lo sciopero dei gestori dei distributori di carburanti, che sarebbe dovuto partire mercoledì mattina per concludersi nella mattinata di sabato.

La revoca è stata decisa dai gestori al termine della riunione al ministero dello Sviluppo economico con il sottosegretario Stefano Saglia. Nel corso della riunione, Figisc-Confcommercio, Faib-Confesercenti e Fegica-Cisl hanno infatti incassato alcune importanti modifiche al ddl concorrenza che contiene anche la riforma della rete di distribuzione. In particolare, si tratta tra le altre di aperture sulle norme relative ai contratti tra gestore e azienda petrolifera, sull'automatizzazione degli impianti, sulle specifiche dei prodotti non oil che possono essere venduti ai distributori (giornali, tabacchi, alimentari e bevande).

CONSUMATORI, INIZIATE SPECULAZIONI INACCETTABILI - "Come purtroppo avevamo preventivato, sono cominciate presso i distributori dei carburanti le prime speculazioni in vista dello sciopero, che subito molti automobilisti hanno segnalato presso le nostre sedi". La denuncia arriva da Adusbef e Federconsumatori che giudicano la situazione "inaccettabile". "Soprattutto - continuano in una nota - è vergognoso come il Governo non sia riuscito ad evitare, in un momento così grave per le famiglie, il determinarsi di questa situazione. Si rende ancora più urgente, pertanto, l'avvio delle misure definite nel protocollo tra ministero e filiera petrolifera, ovvero: l'istituzione di una commissione istituzionale di controllo sulla doppia velocità; il blocco settimanale degli aumenti (e, ovviamente, non dei ribassi); la razionalizzazione e la liberalizzazione della rete di distribuzione, con l'apertura della vendita presso la grande distribuzione".

ADICONSUM, STOP SPECULAZIONI CON PREZZI SETTIMANALI
- Varare al più presto le norme sui prezzi settimanali della benzina per ridurre "drasticamente" le speculazioni sui listini. E' la richiesta che l'Adiconsum avanza al governo in vista del tavolo di oggi pomeriggio con i benzinai, convocato dal ministero dello Sviluppo economico per scongiurare lo sciopero dei distributori. "Se fosse stato varato il decreto con i prezzi settimanali la speculazione attuale sarebbe stata più difficile", afferma l'associazione dei consumatori in una nota, sollecitando, inoltre, la pubblicazione in internet sul sito del ministero dei prezzi effettivi praticati dai vari distributori per consentire una maggiore concorrenza. L'associazione auspica quindi "la rimozione dei vari lacci e lacciuoli (dovuti a normative regionali restrittive) che impediscono sul territorio l'ammodernamento degli impianti con orari più ampi, la vendita dei prodotti non oil, nonché con l'inserimento di nuovi soggetti concorrenziali, come la grande distribuzione".

Top News

    • 13:09
    • 09 apr
    • ROMA

    Fecondazione eterologa, cade il divieto

    La Corte Costituzionale lo hanno dichiarato illegittimo
    • 12:09
    • 09 apr
    • MILANO

    Intesa paga 294 mln 'tassa Bankitalia'

    Segue Unicredit (196), ma su parametri patrimoniali impatto soft
    • 11:40
    • 09 apr
    • VATICANO

    Papa: tacciano le armi in Siria

    Dolore per assassinio gesuita Van der Lugt e per vittime guerra
    • 10:43
    • 09 apr
    • MILANO

    Garlasco: mamma Rita, ho ancora fiducia

    E' cominciato il processo d'appello bis, Stasi è in aula
    • 09:03
    • 09 apr
    • MILANO

    Borsa: Milano apre in rialzo, +0,24%

    Identico aumento per l'indice Ftse All share
    • 09:00
    • 09 apr
    • ROMA

    Immigrazione: Alfano,un morto su barcone

    Continuano sbarchi, 4.000 migranti soccorsi in ultime 48 ore
    • 07:01
    • 09 apr
    • ROMA

    Mafia, colpo a cosche in E-R

    Operazione cc regione e Crotone,13 ordinanze,sequestro da 13 mln
    • 06:36
    • 09 apr
    • ISLAMABAD

    Pakistan:bomba a mercato,almeno 15 morti

    Ordigno ad alto potenziale in zona controllata forze sicurezza
    • 01:05
    • 09 apr
    • ROMA

    Immigrazione: Alfano, è allarme sbarchi

    Non bastano 80 mln Ue per Frontex. Def grazie a nostra azione
    • 00:23
    • 09 apr
    • NEW YORK

    Australia e Svezia, paradisi per giovani

    Secondo studio Usa. Italia fuori da classifica prime 30 nazioni