Percorso:ANSA.it > Economia > News

Tremonti: nessuna manovra correttiva nel 2010

Il ministro dell'economia: nel 2011 solo aggiustamento dei conti dello 0,5% del Pil

09 aprile, 08:02
Giulio Tremonti
Giulio Tremonti
Tremonti: nessuna manovra correttiva nel 2010

ROMA - Il ministro dell'Economia Giulio Tremonti smentisce l'ipotesi di manovra correttiva gia' quest'anno mentre conferma che nel 2011 il governo rispettera' gli impegni presi in sede europea ad una correzione dei conti di uno 0,5% del Pil. ''Confermo l'impegno della Repubblica italiana ad una correzione dello 0,5% nel 2011 - ha affermato il ministro avvicinato da alcuni cronisti che gli chiedevano di una manovra correttiva a giugno - Smentisco le altre voci''.

Il governo - dicevano alcune fonti parlamentari della maggioranza - si appresterebbe a varare entro l'estate una manovra da 4-5 miliardi. L'intervento, secondo le stesse fonti, si dovrebbe effettuare a giugno.

CRISI: TREMONTI, SPERIAMO CONSENSO PAESI OCSE NUOVE REGOLE - Il ministro dell'Economia, Giulio Tremonti, spera di coagulare il consenso dei 30 Paesi dell'Ocse sulle nuove regole giuridiche per uscire dalla crisi economica. Lo ha spiegato lo stesso ministro durante la presentazione del volume 'Le autorita' al tempo della crisi' nella sede dell'Abi a Roma. ''Sono in corso i lavori in modo che a Roma il 4 maggio con l'Ocse e successivamente a Parigi, avendo l'Italia la presidenza ci sia la speranza di raccogliere il consenso politico dei 30 Paesi dell'Ocse per arrivare ad una road map dei nuovi strumenti giuridici. Bisogna tentare di costruire regole allineate rispetto al mercato globale''. Il ministro spiega inoltre di avere in mente ''regole giuridiche non tecniche che non bastano. Servono regole giuridiche fatte da sedi politiche''.

VEGAS, MAI SAPUTO NIENTE DI BUCO - ''Mai saputo niente''. Cosi' il viceministro dell'Economia, Giuseppe Vegas, intervistato dal quotidiano online Affaritaliani.it, liquida le voci su una possibile manovra correttiva da 4-5 miliardi di euro che il governo intenderebbe varare entro giugno.

PDCI, TREMONTI DICA VERITA', ARRIVA STANGATA  - ''Tremonti dica come stanno le cose: il rischio e' che gli italiani a giugno si trovino ulteriormente salassati''. E' quanto afferma Gianni Pagliarini, responsabile Lavoro del PdCI - Federazione della sinistra. ''Il Governo non solo non ha abbassato le tasse, non ha calmierato i prezzi di tariffe e bollette, non ha tutelato il potere d'acquisto di retribuzioni e pensioni e non ha difeso i posti di lavoro ma, dopo aver tagliato i trasferimenti ai Comuni, ora si appresta a colpire i cittadini con una nuova manovra finanziaria. A elezioni passate il Governo, insomma, scopre il suo vero volto antipopolare'', conclude.

Top News

    • 13:09
    • 09 apr
    • ROMA

    Fecondazione eterologa, cade il divieto

    La Corte Costituzionale lo hanno dichiarato illegittimo
    • 12:09
    • 09 apr
    • MILANO

    Intesa paga 294 mln 'tassa Bankitalia'

    Segue Unicredit (196), ma su parametri patrimoniali impatto soft
    • 11:40
    • 09 apr
    • VATICANO

    Papa: tacciano le armi in Siria

    Dolore per assassinio gesuita Van der Lugt e per vittime guerra
    • 10:43
    • 09 apr
    • MILANO

    Garlasco: mamma Rita, ho ancora fiducia

    E' cominciato il processo d'appello bis, Stasi è in aula
    • 09:03
    • 09 apr
    • MILANO

    Borsa: Milano apre in rialzo, +0,24%

    Identico aumento per l'indice Ftse All share
    • 09:00
    • 09 apr
    • ROMA

    Immigrazione: Alfano,un morto su barcone

    Continuano sbarchi, 4.000 migranti soccorsi in ultime 48 ore
    • 07:01
    • 09 apr
    • ROMA

    Mafia, colpo a cosche in E-R

    Operazione cc regione e Crotone,13 ordinanze,sequestro da 13 mln
    • 06:36
    • 09 apr
    • ISLAMABAD

    Pakistan:bomba a mercato,almeno 15 morti

    Ordigno ad alto potenziale in zona controllata forze sicurezza
    • 01:05
    • 09 apr
    • ROMA

    Immigrazione: Alfano, è allarme sbarchi

    Non bastano 80 mln Ue per Frontex. Def grazie a nostra azione
    • 00:23
    • 09 apr
    • NEW YORK

    Australia e Svezia, paradisi per giovani

    Secondo studio Usa. Italia fuori da classifica prime 30 nazioni