Percorso:ANSA.it > Economia > News

Unico 2009: meta' contribuenti sotto 15 mila euro

I dati di Unico 2009: i "paperoni" con oltre 100 mila euro sono l'1% ma pagano il 18% del totale

31 marzo, 22:22
Fisco, Unico: meta' contrubuenti sotto il 15 mila euro
Fisco, Unico: meta' contrubuenti sotto il 15 mila euro
Unico 2009: meta' contribuenti sotto 15 mila euro

ROMA - Circa la metà dei contribuenti italiani non va oltre un reddito dichiarato di 15.000 euro l'anno e i due terzi non superano i 20.000 euro. I contribuenti "paperoni", sopra i 100.000 euro sono invece meno l'1% di chi presenta la dichiarazione dei redditi ma pagano il 18% del totale dell'imposta. E' quanto risulta dalle anticipazioni statistiche delle dichiarazioni fiscali relative al periodo d'imposta 2008 (e presentate nel 2009) diffuse dal Dipartimentodelle Finanze.

Il reddito complessivo medio dichiarato dagli italiani nel 2009 si attesta su un valore di 18.873 euro per un'imposta netta media di 4.700 euro. E' quanto risulta dalle anticipazioni statistiche delle dichiarazioni fiscali relative al periodo d'imposta 2008 (e presentate nel 2009) diffuse dal Dipartimento delle Finanze.

Su base regionale, la Lombardia conferma il primato per il reddito complessivo medio piu' alto (pari a 22.540 euro); all'estremo opposto troviamo la Calabria con 13.470 euro. In relazione all'imposta netta, invece, il valore medio maggiore e' quello del Lazio (5.740 euro), il minore della Basilicata (3.370 euro).

Riguardo alla tipologia di reddito - spiegano dalle Finanze - il reddito medio da lavoro dipendente e' pari a 19.640 euro (+1,9% rispetto all'anno precedente), quello da pensione a 13.940 euro (+3,7%), quello da partecipazione a 17.350 euro (-2,4%). I redditi d'impresa e da lavoro autonomo si attestano rispettivamente a 18.140 euro e a 38.890 euro; il confronto omogeneo con le dichiarazioni relative al periodo d'imposta 2007 evidenzia per i redditi d'impresa una diminuzione dello 0,5%, che riflette l'andamento negativo dell'economia, e per i redditi da lavoro autonomo un incremento del 2,6%.

La crisi economica iniziata nella seconda meta' del 2008 mostra quindi i suoi effetti nei confronti delle attivita' d'impresa, mentre non si evidenzia ancora nei confronti dei lavoratori autonomi. Riguardo alla composizione del reddito dichiarato, la quota complessiva di redditi da lavoro dipendente e pensione, in crescita, ha raggiunto l'80,3% del totale. Seguono, per importanza, i redditi da partecipazione (5,0% del totale), d'impresa (4,2%) e da lavoro autonomo (4%).

 

Top News

    • 13:09
    • 09 apr
    • ROMA

    Fecondazione eterologa, cade il divieto

    La Corte Costituzionale lo hanno dichiarato illegittimo
    • 12:09
    • 09 apr
    • MILANO

    Intesa paga 294 mln 'tassa Bankitalia'

    Segue Unicredit (196), ma su parametri patrimoniali impatto soft
    • 11:40
    • 09 apr
    • VATICANO

    Papa: tacciano le armi in Siria

    Dolore per assassinio gesuita Van der Lugt e per vittime guerra
    • 10:43
    • 09 apr
    • MILANO

    Garlasco: mamma Rita, ho ancora fiducia

    E' cominciato il processo d'appello bis, Stasi è in aula
    • 09:03
    • 09 apr
    • MILANO

    Borsa: Milano apre in rialzo, +0,24%

    Identico aumento per l'indice Ftse All share
    • 09:00
    • 09 apr
    • ROMA

    Immigrazione: Alfano,un morto su barcone

    Continuano sbarchi, 4.000 migranti soccorsi in ultime 48 ore
    • 07:01
    • 09 apr
    • ROMA

    Mafia, colpo a cosche in E-R

    Operazione cc regione e Crotone,13 ordinanze,sequestro da 13 mln
    • 06:36
    • 09 apr
    • ISLAMABAD

    Pakistan:bomba a mercato,almeno 15 morti

    Ordigno ad alto potenziale in zona controllata forze sicurezza
    • 01:05
    • 09 apr
    • ROMA

    Immigrazione: Alfano, è allarme sbarchi

    Non bastano 80 mln Ue per Frontex. Def grazie a nostra azione
    • 00:23
    • 09 apr
    • NEW YORK

    Australia e Svezia, paradisi per giovani

    Secondo studio Usa. Italia fuori da classifica prime 30 nazioni