Percorso:ANSA.it > Mondo > News

Stampa, meglio Hollande, pari per Figaro

Senza tregua il faccia a faccia in tv tra i due sfidanti

04 maggio, 16:19
Sarkozy - Hollande
Sarkozy - Hollande
Stampa, meglio Hollande, pari per Figaro

PARIGI - Il candidato centrista alle presidenziali francesi, Francois Bayrou, nel corso di una conferenza stampa a Parigi, si e' detto contrario alla campagna elettorale tutta a destra di Nicolas Sarkozy e ha detto che domenica votera' a titolo personale per il socialista Francois Hollande. ''Non daro' indicazioni generali di voto ai miei elettori che si esprimeranno secondo coscienza'', ha affermato Bayrou rivolgendosi alla stampa nel suo quartier generale a Parigi ''personalmente - ha aggiunto - penso che Sarkozy sia partito in una caccia ai voti dell' estrema destra nella quale non ritroviamo i nostri valori''. In particolare, il candidato centrista ha criticato ''l'ossessione per le frontiere di Sarkozy'', ma anche la ''negazione del progetto europeo a cui non soltanto il centro e la sinistra ma anche la destra hanno lavorato per tanti anni''. ''La linea di Sarkozy tra i due turni delle presidenziali - ha insistito Bayrou - e' stata violenta: contraddice i nostri valori ma anche quelli del gollismo e della destra repubblicana e sociale''. Tuttavia, ha continuato, ''non voglio votare bianco, sarebbe un segno di indecisione che in questo momento non possiamo permetterci. Mi resta il voto per Francois Hollande ed e' la scelta che faccio''. Bayrou ha anche tenuto a precisare di ''non essere un uomo della sinistra ma restero' del centro''.

DUELLO TV, VINCE HOLLANDE PER LA STAMPA - Vittoria ai punti per Francois Hollande al termine di un match estenuante e senza pietà: questa la sensazione generale della stampa francese, che pone in grande evidenza il duello serale tv fra lo sfidante socialista e il presidente uscente, Nicolas Sarkozy. Fuori dal coro fra i grandi quotidiani solo Le Figaro, su posizioni vicine a Sarkozy, che assegna ai due un pari. "Dopo il dibattito, Hollande rimane favorito" è il titolo scelto da Le Monde. "Alta tensione", titola invece Figaro, secondo cui i due candidati "hanno proposto due visioni della Francia in un clima teso". "Sarkozy-Hollande: un confronto senza pietà", scrive ancora il quotidiano del centrodestra francese, secondo cui "nessuno dei due finalisti alle presidenziali ha voluto cedere nulla al proprio avversario". "Hollande presiede il dibattito", è l'apertura dello storico quotidiano della gauche parigina, Liberation, sottolineando che "gli scambi tra il candidato socialista e un Nicolas Sarkozy sulla difensiva sono stati molto duri". Per Le Parisien, il confronto tv è stato "molto teso e molto tecnico". Il sito internet del settimanale Le Nouvel Observateur, vicino ai socialisti, scrive che "di fronte a Hollande Sarkozy era Pinocchio". E che la performance del presidente uscente è "il fallimento della comunicazione bling-bling" e "di un certo modo di esprimersi in politica, ormai superato".

SARKO A HOLLANDE; BERLUSCONI NON E' MIO AMICO - Silvio Berlusconi "non è mio amico perché ha auspicato la tua elezione": il presidente francese Nicolas Sarkozy ha replicato così a Francois Hollande, che poco prima aveva accostato il suo nome a quello dell'ex presidente del Consiglio italiano Silvio Berlusconi. A quel punto, Hollande gli ha fatto notare che l'ex presidente del Consiglio è iscritto al Partito popolare europeo, lo stesso partito di Sarkozy. "Berlusconi non è nel mio partito", ha replicato secco Sarkozy. Poco prima, Hollande aveva cominciato a parlare dell'Europa e dell'Italia, che "é stata governata per anni da Silvio Berlusconi. Ci sono state delle gestioni pessime". E il "mio dovere è dare un altro orientamento all'Europa", ha puntualizzato Hollande. Da parte sua, rivolgendosi al socialista, Sarkozy ha criticato lo sfidante dicendo che a Bruxelles "non si sbatte il pugno sul tavolo, ci sono dei compromessi da fare, l'Europa di Monet, De Gaulle e Delors è l'Europa dove bisogna capirsi e conoscersi". E ancora: "Crede che sia stato facile gestire la crisi dell'Europa". Eppure, ha concluso, nonostante una "successione di crisi di una violenza inaudita", l'Europa ne è uscita".

DUELLO TV FRA CIFRE E NERVI  - "Lei in questi cinque anni ha spaccato la Francia", "ascolti, le insegno qualcosa", "non é lei a dare i voti": nervi a fior di pelle sotto una pioggia di cifre, nell'atteso dibattito in diretta tv fra i due candidati alle presidenziali. Nicolas Sarkozy e Francois Hollande si sono affrontati a viso aperto, senza risparmiare i colpi. Se il presidente uscente aveva insistito a chiedere tre faccia a faccia invece di uno solo, pensando di fare un sol boccone dell'avversario e rimontare il distacco di sette-otto punti dal socialista, aveva sbagliato i calcoli. Hollande lo ha incalzato ed è apparso anche più tranquillo di un Sarkozy molto teso che ha confermato chi lo aveva pronosticato nei panni dello sfidante vero, di fronte a un candidato ormai quasi sicuro della vittoria. Il primo scontro è stato sulla parola "rassemblement", un riferimento classico della politica francese, che richiama il concetto di unione del paese, di unità, il contrario della divisione. "Lei ha spaccato il paese in questi cinque anni", ha detto subito Hollande dopo l'introduzione di rito, Sarkozy gli ha risposto che "rassemblement è una gran bella parola, è una bellissima idea, ma bisogna riempirla di sostanza". A quel punto il socialista ha ribattuto che se andrà all'Eliseo, lui che si è presentato come il candidato "della giustizia", cercherà di "colmare il divario" che si è creato negli ultimi anni. Il primo scontro duro è arrivato quando Hollande ha parlato di "aumento di un milione di disoccupati" e Sarkozy lo ha accusato di "mentire". "Per me dovrebbe essere inaccettabile questa parola - ha ribattuto il socialista - ma nella sua bocca é soltanto un'abitudine...". Il socialista ha attaccato a testa bassa sul debito, affermando che è "raddoppiato" negli anni di Sarkozy dopo la politica di "favori fiscali ai ricchi" e per "l'incapacità di controllare la spesa pubblica". Caustica la replica di Sarkozy: "lei ha passato la prima metà del dibattito a cercare di dimostrare che abbiamo fatto regali ai più ricchi. La differenza fra noi è che lei vuole meno ricchi, io meno poveri". Un tema ricorrente, a parte la punzecchiatura su Berlusconi (Hollande lo ha definito "suo amico", rivolto a Sarkozy, il presidente ha risposto "non è amico mio, ha auspicato la sua elezione"), è stato la Germania. I tedeschi, da entrambi presi a modello per l'economia, hanno fatto - secondo Sarkozy - "il contrario di quello che Hollande propone per i francesi", in particolare sull'Iva in funzione antidelocalizzazione. Hollande ha ribattuto che quella tedesca è un'Iva che vale un punto, non tre come quella che propone Sarkozy. Nel dibattito, è entrato anche il presidente del Consiglio, Mario Monti. Lo ha citato Hollande per rafforzare la sua tesi in favore della crescita piuttosto che del puro rigore sui conti: "anche Monti, che non ha la mia stessa sensibilità politica - ha detto il candidato socialista - è cosciente che non si può vivere in recessione".

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Top News

    • 13:09
    • 09 apr
    • ROMA

    Fecondazione eterologa, cade il divieto

    La Corte Costituzionale lo hanno dichiarato illegittimo
    • 12:09
    • 09 apr
    • MILANO

    Intesa paga 294 mln 'tassa Bankitalia'

    Segue Unicredit (196), ma su parametri patrimoniali impatto soft
    • 11:40
    • 09 apr
    • VATICANO

    Papa: tacciano le armi in Siria

    Dolore per assassinio gesuita Van der Lugt e per vittime guerra
    • 10:43
    • 09 apr
    • MILANO

    Garlasco: mamma Rita, ho ancora fiducia

    E' cominciato il processo d'appello bis, Stasi è in aula
    • 09:03
    • 09 apr
    • MILANO

    Borsa: Milano apre in rialzo, +0,24%

    Identico aumento per l'indice Ftse All share
    • 09:00
    • 09 apr
    • ROMA

    Immigrazione: Alfano,un morto su barcone

    Continuano sbarchi, 4.000 migranti soccorsi in ultime 48 ore
    • 07:01
    • 09 apr
    • ROMA

    Mafia, colpo a cosche in E-R

    Operazione cc regione e Crotone,13 ordinanze,sequestro da 13 mln
    • 06:36
    • 09 apr
    • ISLAMABAD

    Pakistan:bomba a mercato,almeno 15 morti

    Ordigno ad alto potenziale in zona controllata forze sicurezza
    • 01:05
    • 09 apr
    • ROMA

    Immigrazione: Alfano, è allarme sbarchi

    Non bastano 80 mln Ue per Frontex. Def grazie a nostra azione
    • 00:23
    • 09 apr
    • NEW YORK

    Australia e Svezia, paradisi per giovani

    Secondo studio Usa. Italia fuori da classifica prime 30 nazioni