Percorso:ANSA.it > Cronaca > News

Fisco: pg difende Dolce e Gabbana, vanno assolti

Richiesta in processo appello, in primo grado condannati

25 marzo, 15:14
Fisco: pg, assolvere Dolce e Gabbana
Fisco: pg, assolvere Dolce e Gabbana
Fisco: pg difende Dolce e Gabbana, vanno assolti

Il sostituto pg di Milano, Gaetano Santamaria, ha chiesto l'assoluzione per gli stilisti Domenico Dolce e Stefano Gabbana, condannati in primo grado a un anno e 8 mesi per una presunta evasione fiscale. La richiesta è arrivata 'a sorpresa' nel processo d'appello.

Nel corso della sua requisitoria nel processo d'appello il sostituto Pg di Milano, Gaetano Santamaria, prima di chiedere l'assoluzione per gli stilisti Domenico Dolce e Stefano Gabbana e per altre quattro persone accusate di evasione fiscale, ha in sostanza difeso l'operato dei due fondatori della multinazionale della moda D&G, parlando di una ''impresa moderna''. Secondo il sostituto Pg, Dolce e Gabbana hanno ''pagato le tasse'' e la creazione di una società in Lussemburgo è stata ''un'operazione lecita''. La requisitoria del sostituto pg Santamaria è stata una sorta di difesa a 'spada tratta' dell' operato dei due fondatori del marchio D&G, sia dal punto di vista del diritto per chiarire che l'operazione di creare una società in Lussemburgo per tutelare i marchi del gruppo era ''perfettamente lecita'', sia per riconoscere che il gruppo della moda ha agito come ''si conviene ad una impresa moderna''. Con l'operazione della creazione della società 'Gado' in Lussemburgo, ha spiegato il pg, Dolce e Gabbana ''invece di pagare le tasse in Italia hanno pagato solo il 4% sulle royalties in Lussemburgo''. Certo, ha aggiunto il magistrato, ''come cittadino contribuente italiano posso indispettirmi e magari sono contento che la Finanza accenda un faro e allora posso anche aspettarmi l'intervento su Marchionne e sulla Fiat quando trasferiranno la sede legale in Olanda''. Tuttavia, ha spiegato ancora il pg, ''come operatore del diritto devo dire che sono operazioni legittime, che la cessione dei marchi rientra nelle libere scelte imprenditoriali e va tutelata con il principio sacrosanto della libera circolazione dei capitali nel mercato''. Con quell'operazione, secondo il pg, ''Dolce e Gabbana hanno pensato in grande come un grande gruppo in espansione nel mondo, pensavano alla quotazione in Borsa per porsi alla pari degli altri grandi gruppi nel settore e sono andati in Lussemburgo perché là c'è un regime fiscale capace di attrarre capitali e attirare investitori internazionali''. Se poi è vero che ''Gado ha pagato solo il 4% di imposte sulle royalties in Lussemburgo, poi è anche vero che i dividendi sono stati tassati in Italia e il prelievo complessivo è arrivato quindi al 32% e non è vero, dunque, che non hanno pagato le tasse in Italia''. Il magistrato, inoltre, ha ricordato che gli stilisti hanno già versato 40 milioni di euro nell'ambito del contenzioso fiscale ''e pagheranno quello che pagheranno, ma il processo tributario è diverso da quello penale e in questo processo non ci sono prove di illeciti penali''. Una parte delle imputazioni poi, ha concluso, ossia quelle relative all'anno 2004 ''sono prescritte e restano in piedi quelle per il 2005, da cui comunque gli imputati vanno assolti perché il fatto non sussiste''.

Gli stilisti Domenico Dolce e Stefano Gabbana sono ''impegnati tra stoffe, modelli, modelle, ricevimenti, sono dei creativi e non me li immagino a gestire schemi di abbattimento fiscale''. Lo ha spiegato il sostituto pg di Milano Gaetano Santamaria, prima di chiedere l'assoluzione per i due fondatori della multinazionale e per altre quattro persone, tutte accusate di evasione fiscale per la presunta 'estero-vestizione' di una società in Lussemburgo. Società, la 'Gado srl', che secondo il pg invece ''operava effettivamente''.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Top News

    • 13:09
    • 09 apr
    • ROMA

    Fecondazione eterologa, cade il divieto

    La Corte Costituzionale lo hanno dichiarato illegittimo
    • 12:09
    • 09 apr
    • MILANO

    Intesa paga 294 mln 'tassa Bankitalia'

    Segue Unicredit (196), ma su parametri patrimoniali impatto soft
    • 11:40
    • 09 apr
    • VATICANO

    Papa: tacciano le armi in Siria

    Dolore per assassinio gesuita Van der Lugt e per vittime guerra
    • 10:43
    • 09 apr
    • MILANO

    Garlasco: mamma Rita, ho ancora fiducia

    E' cominciato il processo d'appello bis, Stasi è in aula
    • 09:03
    • 09 apr
    • MILANO

    Borsa: Milano apre in rialzo, +0,24%

    Identico aumento per l'indice Ftse All share
    • 09:00
    • 09 apr
    • ROMA

    Immigrazione: Alfano,un morto su barcone

    Continuano sbarchi, 4.000 migranti soccorsi in ultime 48 ore
    • 07:01
    • 09 apr
    • ROMA

    Mafia, colpo a cosche in E-R

    Operazione cc regione e Crotone,13 ordinanze,sequestro da 13 mln
    • 06:36
    • 09 apr
    • ISLAMABAD

    Pakistan:bomba a mercato,almeno 15 morti

    Ordigno ad alto potenziale in zona controllata forze sicurezza
    • 01:05
    • 09 apr
    • ROMA

    Immigrazione: Alfano, è allarme sbarchi

    Non bastano 80 mln Ue per Frontex. Def grazie a nostra azione
    • 00:23
    • 09 apr
    • NEW YORK

    Australia e Svezia, paradisi per giovani

    Secondo studio Usa. Italia fuori da classifica prime 30 nazioni