Percorso:ANSA.it > Speciali > News
GIORNATA ONU Tutti i titoli

Il mondo contro la barbarie 'No a silenzio complice'

Da mobilitazione no a femminicidi, violenza domestica e stalking

26 novembre, 17:05

Correlati

Speciali

Una delle immagini della campagna delle Nazioni Unite contro la violenza sulle donne, tratta dal  sito ufficiale della campagna Una delle immagini della campagna delle Nazioni Unite contro la violenza sulle donne, tratta dal sito ufficiale della campagna
Il mondo contro la barbarie 'No a silenzio complice'

Basta con la violenza sulle donne. L'appello viene dal segretario generale delle Nazioni Unite Ban Ki-moon, nel giorno in cui si celebra la Giornata Internazionale contro la violenza sulle donne. Il numero uno di Palazzo di Vetro si è rivolto ai governi di tutto il mondo chiedendo loro di mantenere le promesse fatte per mettere fine a tutte le forme di violenza contro le donne e le ragazze.

"Sollecito tutte le persone - ha detto - a sostenere questo importante obiettivo". L'appello di Ban Ki-moon è preliminare all'appuntamento del prossimo marzo, quando si riunirà la Commissione delle Nazioni Unite sullo stato delle donne, che per l'appunto concentrerà i propri sforzi sulla prevenzione ed eliminazione della violenza sulle donne. Ieri, alla vigilia della Giornata Internazionale, il ministro degli Esteri italiano Giulio Terzi ha ricordato che "l'impegno per contrastare tutte le forme di violenza che continuano a colpire milioni di donne nel mondo è una priorità assoluta dell'azione internazionale dell'Italia''.

La data del 25 novembre è stata scelta dalle attiviste per i diritti delle donne per ricordare il giorno in cui nel 1960 tre sorelle della Repubblica Dominicana furono uccise dopo essersi ribellate al regime dittatoriale di Rafael Trujillo. Il 17 dicembre 1999, l'Assemblea Generale delle Nazioni Unite ha poi ufficialmente designato il 25 novembre come Giornata Internazionale per l'abolizione della violenza sulle donne.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA