Percorso:ANSA.it > Cronaca > News

Crisi: almeno 18 suicidi per debiti in 2012

'Lo Stato non puo' fare stalking'. Presentato esposto a Roma

14 aprile, 11:53

ROMA - Sono almeno 18 gli imprenditori, gli artigiani e i lavoratori che si sono suicidati dall'inizio dell'anno perche' oppressi dai debiti a causa della crisi economica. E' il bilancio stilato da Federcontribuenti sulla base dei casi registrati dalle sedi dell'associazione in tutta Italia.

Il numero dei morti potrebbe essere molto piu' alto, secondo Federcontribuenti, perche' numerosi suicidi non vengono denunciati o non finiscono sulla stampa. Il dossier su questa piaga sociale e' stato allegato stamani a un esposto che l'associazione ha presentato alla Procura della Repubblica di Roma.

Nella denuncia si chiede di accertare ''se chi e' preposto ad evitare questa mattanza sociale non lo fa'', ha affermato il presidente di Federcontribuenti Carmelo Finocchiaro. Secondo l'associazione tra i responsabili ci sarebbero il governo - che in questi mesi ha solo messo nuove tasse e per il resto e' rimasto inerte'', ha detto Finocchiaro, e l'agenzia di riscossione Equitalia. ''Lo Stato non puo' fare stalking - ha affermato Finocchiaro -. E' una persecuzione assoluta verso chi non puo' pagare, non verso chi non vuole pagare''. 

Federcontribuenti ha presentato una serie di proposte a favore di imprenditori e lavoratori schiacciati dalla crisi economica. Tra queste una riforma del sistema di riscossione, ritenuto vessatorio, con piani di rientro dal debito ''compatibili con le reali possibilita' del debitore''. L'associazione ha proposto inoltre che una percentuale del valore degli appalti pubblici venga accantonata presso la Cassa Depositi e Prestiti e usata come fondo di garanzia per i mancati pagamenti della pubblica amministrazione.

Alla presentazione dell'esposto in Procura era presente anche il senatore dell'Italia dei Valori Stefano Pedica, che appoggia le iniziative di Federcontribuenti. ''Equitalia non distingue l'evasore dal moroso - ha detto Pedica - tante persone, tanti imprenditori, si uccidono perche' si sentono abbandonati dallo Stato. Presentero' un'interrogazione parlamentare per chiedere che le piccole e medie imprese siano tutelate. Il primo responsabile di questa situazione e' il governo che le vessa''.

Pedica ha ipotizzato anche la raccolta di firme per l'abolizione di Equitalia, ente che definisce ''inutile e dannoso''. Il senatore dell'Italia dei Valori auspica un ritorno del servizio di riscossione delle imposte all'Agenzia delle Entrate.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Top News

    • 13:09
    • 09 apr
    • ROMA

    Fecondazione eterologa, cade il divieto

    La Corte Costituzionale lo hanno dichiarato illegittimo
    • 12:09
    • 09 apr
    • MILANO

    Intesa paga 294 mln 'tassa Bankitalia'

    Segue Unicredit (196), ma su parametri patrimoniali impatto soft
    • 11:40
    • 09 apr
    • VATICANO

    Papa: tacciano le armi in Siria

    Dolore per assassinio gesuita Van der Lugt e per vittime guerra
    • 10:43
    • 09 apr
    • MILANO

    Garlasco: mamma Rita, ho ancora fiducia

    E' cominciato il processo d'appello bis, Stasi è in aula
    • 09:03
    • 09 apr
    • MILANO

    Borsa: Milano apre in rialzo, +0,24%

    Identico aumento per l'indice Ftse All share
    • 09:00
    • 09 apr
    • ROMA

    Immigrazione: Alfano,un morto su barcone

    Continuano sbarchi, 4.000 migranti soccorsi in ultime 48 ore
    • 07:01
    • 09 apr
    • ROMA

    Mafia, colpo a cosche in E-R

    Operazione cc regione e Crotone,13 ordinanze,sequestro da 13 mln
    • 06:36
    • 09 apr
    • ISLAMABAD

    Pakistan:bomba a mercato,almeno 15 morti

    Ordigno ad alto potenziale in zona controllata forze sicurezza
    • 01:05
    • 09 apr
    • ROMA

    Immigrazione: Alfano, è allarme sbarchi

    Non bastano 80 mln Ue per Frontex. Def grazie a nostra azione
    • 00:23
    • 09 apr
    • NEW YORK

    Australia e Svezia, paradisi per giovani

    Secondo studio Usa. Italia fuori da classifica prime 30 nazioni