Percorso:ANSA.it > Cronaca > News

Sciatori ora decidono con occhio puntato su webcam

Sulle Dolomiti dopo nevicate apertura anticipata della stagione

24 novembre, 17:21
Sciatori su una seggiovia a Cervinia
Sciatori su una seggiovia a Cervinia
Sciatori ora decidono con occhio puntato su webcam

di Stefan Wallisch

BOLZANO - Un tempo gli appassionati dello sci si alzavano di buon'ora e guardavano dalla finestra il cielo per decidere se partire per una giornata sulla neve. Oggi, invece, non si mettono in viaggio senza aver dato un'occhiata a una delle numerose webcam dei centri sciistici. Sulle Dolomiti la stagione sciistica inizia questo fine settimana sotto i miglior auspici, grazie alle nevicate di questi giorni. Internet e' diventato uno strumento indispensabile per programmare la settimana bianca e sempre piu' turisti lo fanno all'ultimo momento, dopo aver verificato da casa sul pc le condizioni meteo e quella delle piste. ''Le prenotazioni per il ponte di San Ambrogio per il momento vanno ancora un po' a rilento. Pero' appena la gente vedra' sulle webcam le montagne innevate, scattera' la voglia di due, tre giorni sugli sci'', e' convinto Guenther Pitscheider, direttore del consorzio turistico val Gardena. ''Sul nostro sito - aggiunge - registriamo tra i 15 mila e i 31 mila accessi al giorno.

Le webcam sono ormai un elemento centrale del marketing turistico''. Sulle Dolomiti la stagione sciistica 2010-2011 inizia di notte. Gli impianti di Obereggen riaprono infatti venerdi', alle ore 19, con sci notturno gratuito su una pista illuminata a giorno. Sabato la stagione parte in molte altre localita' del comprensorio Dolomiti Superski, come Cortina, San Martino di Castrozza, Plan de Corones, Alta Badia, Alta Pusteria, val Gardena, val di Fassa e val di Fiemme. Sabato riaprono anche gli impianti sciistici della Folgaria Skiarea. La neve naturale, che fa la sua bella figura sulle webcam, ormai e' quasi solo piu' un aspetto estetico dello sci. A causa del grande numero di sciatori e dell'utilizzo degli sci carving le piste non reggerebbero una intera giornata senza una buona base di neve artificiale, perche' molto piu' compatta.

''Grazie al brusco abbassamento delle temperature i cannoni attualmente stanno producendo neve 24 ore su 24, anche se per domenica sono previsti altri 40 centimetri di neve naturale'', spiega il vicepresidente di Dolomiti Superski, Andy Varallo. I centri sciistici sembrano di non aver sofferto piu' di tanto della crisi economica. Varallo e' convinto che ''l'ottimo risultato della scorsa stagione sara' bissato''. Secondo Pitscheider, ''gli hotel hanno risentito meno della crisi dei ristoranti e dei bar. La gente non rinuncia alle vacanze, ma e' un po' piu' attenta''.

Top News

    • 13:09
    • 09 apr
    • ROMA

    Fecondazione eterologa, cade il divieto

    La Corte Costituzionale lo hanno dichiarato illegittimo
    • 12:09
    • 09 apr
    • MILANO

    Intesa paga 294 mln 'tassa Bankitalia'

    Segue Unicredit (196), ma su parametri patrimoniali impatto soft
    • 11:40
    • 09 apr
    • VATICANO

    Papa: tacciano le armi in Siria

    Dolore per assassinio gesuita Van der Lugt e per vittime guerra
    • 10:43
    • 09 apr
    • MILANO

    Garlasco: mamma Rita, ho ancora fiducia

    E' cominciato il processo d'appello bis, Stasi è in aula
    • 09:03
    • 09 apr
    • MILANO

    Borsa: Milano apre in rialzo, +0,24%

    Identico aumento per l'indice Ftse All share
    • 09:00
    • 09 apr
    • ROMA

    Immigrazione: Alfano,un morto su barcone

    Continuano sbarchi, 4.000 migranti soccorsi in ultime 48 ore
    • 07:01
    • 09 apr
    • ROMA

    Mafia, colpo a cosche in E-R

    Operazione cc regione e Crotone,13 ordinanze,sequestro da 13 mln
    • 06:36
    • 09 apr
    • ISLAMABAD

    Pakistan:bomba a mercato,almeno 15 morti

    Ordigno ad alto potenziale in zona controllata forze sicurezza
    • 01:05
    • 09 apr
    • ROMA

    Immigrazione: Alfano, è allarme sbarchi

    Non bastano 80 mln Ue per Frontex. Def grazie a nostra azione
    • 00:23
    • 09 apr
    • NEW YORK

    Australia e Svezia, paradisi per giovani

    Secondo studio Usa. Italia fuori da classifica prime 30 nazioni