Percorso:ANSA.it > Cronaca > News

Arsenico nell'acqua forse centomila senza potabile

Per altre 900mila si potrebbe chiedere la proroga

24 novembre, 20:41

ROMA - Potrebbero essere "in 100.000 gli abitanti a cui sarà precluso l'uso dell'acqua potabile", mentre per altre 900.000 persone "si potrebbe chiedere la deroga". E' la stima del ministro della Salute Ferruccio Fazio, fatta al Question Time alla Camera, in relazione ai 'rubinetti' da chiudere in Italia per sforamento della concentrazione di arsenico sulla base dei limiti imposti dalla direttiva Ue sulle acque destinate al consumo umano (soglia di 10 micorgrammi per litro, e deroghe fino a 20 microgrammi).

In seguito all'abolizione della deroga (dopo il diniego Ue alla terza proroga), in cui il ministero estendeva a 50 microgrammi per litro il valore soglia per alcuni Comuni, sarebbero "100.000 gli abitanti" coinvolti dalla chiusura dell'acqua potabile per lo sforamento dei 20 microgrammi per litro di arsenico (il limite massimo consentito dall'Ue per le deroghe). E così, ha poi aggiunto il ministro, in base alle "comunicazioni pervenute dalle Regioni" la deroga la si potrebbe chiedere per "circa 900.000 abitanti". A ridimensionare il "rischio" per la popolazione ci pensa Ermete Realacci, responsabile green economy del Pd, secondo cui "la politica dei rinvii non porta da nessuna parte", anche perché "le deroghe dovevano servire a risolvere definitivamente il problema" invece di diventare "l'ennesima toppa per tirare a campare".

Per Legambiente si tratta del "solito pasticcio all'italiana", anche se non servono gli "allarmismi". Adesso, l'associazione chiede ai comuni di "informare la popolazione e mettere a norma gli acquedotti". Sempre Legambiente ricorda che sono 128 i comuni (su 157) che avevano fatto richiesta di deroga senza ottenerla, e che a febbraio 2010 la richiesta di rinnovo inviata dall'Italia ha riguardato 6 Regioni (Campania, Lazio, Lombardia, Toscana, Trentino Alto Adige, Umbria) mentre nel 2003 erano 10. Nel frattempo Fazio ha annunciato che, "di concerto con il ministero dell'Ambiente", si sta "per emanare il decreto di recepimento della decisione europea". Inoltre, sia il ministero che il governo sono "disponibili a parlare con le Regioni" per trovare una soluzione al problema, che - conclude - "non è solo dell'Italia ma anche di altri Paesi".

Top News

    • 13:09
    • 09 apr
    • ROMA

    Fecondazione eterologa, cade il divieto

    La Corte Costituzionale lo hanno dichiarato illegittimo
    • 12:09
    • 09 apr
    • MILANO

    Intesa paga 294 mln 'tassa Bankitalia'

    Segue Unicredit (196), ma su parametri patrimoniali impatto soft
    • 11:40
    • 09 apr
    • VATICANO

    Papa: tacciano le armi in Siria

    Dolore per assassinio gesuita Van der Lugt e per vittime guerra
    • 10:43
    • 09 apr
    • MILANO

    Garlasco: mamma Rita, ho ancora fiducia

    E' cominciato il processo d'appello bis, Stasi è in aula
    • 09:03
    • 09 apr
    • MILANO

    Borsa: Milano apre in rialzo, +0,24%

    Identico aumento per l'indice Ftse All share
    • 09:00
    • 09 apr
    • ROMA

    Immigrazione: Alfano,un morto su barcone

    Continuano sbarchi, 4.000 migranti soccorsi in ultime 48 ore
    • 07:01
    • 09 apr
    • ROMA

    Mafia, colpo a cosche in E-R

    Operazione cc regione e Crotone,13 ordinanze,sequestro da 13 mln
    • 06:36
    • 09 apr
    • ISLAMABAD

    Pakistan:bomba a mercato,almeno 15 morti

    Ordigno ad alto potenziale in zona controllata forze sicurezza
    • 01:05
    • 09 apr
    • ROMA

    Immigrazione: Alfano, è allarme sbarchi

    Non bastano 80 mln Ue per Frontex. Def grazie a nostra azione
    • 00:23
    • 09 apr
    • NEW YORK

    Australia e Svezia, paradisi per giovani

    Secondo studio Usa. Italia fuori da classifica prime 30 nazioni