Percorso:ANSA.it > Cronaca > News

Copasir: D'Alema insiste, premier riferisca

Maggioranza, strumentale. Opposizione e Fli, sicurezza nazionale

10 novembre, 21:56

ROMA - Una lettera breve e formale in cui si ''rinnova l'invito all'audizione del presidente del Consiglio da parte del Comitato parlamentare per la sicurezza della Repubblica, come previsto dall'articolo 31, comma 1, della legge 124 del 2007''. L'ha inviata stamani a Silvio Berlusconi il presidente del Copasir, Massimo D'Alema, al termine di una accesa e tesa riunione del Comitato. I commissari del Pdl e della Lega hanno espresso parere contrario, accusando D'Alema di voler solo strumentalizzare: e' il gossip che entra al Copasir, accusano, portando la vita privata del premier in un organismo che deve occuparsi di servizi segreti. Favorevoli invece i commissari di opposizione e Carmelo Briguglio, di Fli, secondo cui la facilita' dell'accesso alle residenze del premier investe la sicurezza nazionale. D'Alema ha sottolineato che ''e' la legge che prevede che il premier periodicamente riferisca al Copasir, ma Berlusconi non l'ha mai voluto fare. Questa e' la quarta lettera che ha ricevuto, tre ne ha mandate il mio predecessore Francesco Rutelli. E' essenziale che faccia cio' che deve fare: come in tutti i Paesi democratici il premier risponde al Parlamento''.

E se anche stavolta non si presenta? ''Sara' un ulteriore atto di disprezzo del Parlamento'', risponde il presidente del Copasir. Vorrebbe dire ''che noi abbiamo un presidente del Consiglio che non considera il confronto con il Parlamento come un suo dovere, come sarebbe. Noi non abbiamo strumenti coercitivi. In quel caso chiameremo il dottor Letta che pazientemente dovra' rispondere alle domande cui avrebbe dovuto rispondere Berlusconi''. Domande attinenti ''non soltanto ai temi della sicurezza nazionale - spiega D'Alema - ma anche ai temi del rapporto tra controllo parlamentare e funzioni di governo e ai problemi della sicurezza della sua persona''. Secondo la maggioranza, pero', la lettera di D'Alema ''non deriva e non discende - dice Fabrizio Cicchitto - dalla attuazione di una legge, ma e' evidente come essa rientri in una campagna strumentale, e dunque politica, in corso contro Silvio Berlusconi''.

Sulla stessa lunghezza d'onda Gaetano Quagliarello, per il quale ''l'iniziativa assunta stamattina e' la prova evidente del tentativo di piegare il Copasir ad arma impropria di lotta politica. Il comportamento di D'Alema - aggiunge - e' dunque chiaramente strumentale, e si spiega solo con la volonta' di speculare e trascinare il Comitato in una campagna di delegittimazione che respingiamo con forza''. Quagliarello attacca anche Briguglio, il quale avrebbe ''dimostrato ancora una volta quanto Futuro e Liberta' sia succube della sinistra e disposta a fare da sgabello alle sue iniziative''. Ma lo stesso esponente di Fli ha sottolineato oggi in un'intervista che ''il problema da affrontare in termini non piu' rinunciabili come questione di Stato e' l'inesistenza di barriere rassicuranti per l'accesso alle residenze di Berlusconi''.

Argomento - al quale il deputato di Fli aggiunge la ''preoccupazione'' per ''l'uso delle scorte del capo del governo in compiti del tutto estranei a quelli istituzionali'' - condivisa dagli altri commissari dell'opposizione. Come Giuseppe Caforio (Idv), secondo cui ''i filmati che mostrano l'auto con Lele Mora e alcune ragazze arrivare ad Arcore ed entrare senza alcun controllo nella residenza del premier ripropongono la necessita' che Berlusconi venga a riferire al Copasir sulla sicurezza e segretezza delle sue varie residenze''. ''Il presidente D'Alema ha agito nel pieno rispetto del ruolo istituzionale dell'organismo di controllo parlamentare sui servizi: il Pdl sta difendendo l'indifendibile, cioe' l'indifferenza di Berlusconi nei confronti dei problemi del paese'', aggiunge Ettore Rosato, del Pd. Alle critiche dei commissari di maggioranza ha replicato lo stesso D'Alema. ''Mi fa sorridere. E' evidente che ogni atto parlamentare e' politico. E in tutti i regimi parlamentari c'e' l'opposizione. Forse bisognerebbe spiegare a questi nostri colleghi che noi viviamo in una democrazia occidentale dove il premier risponde al Parlamento, ma evidentemente Berlusconi si ispira a modelli diversi perche' in nessuna democrazia occidentale si potrebbe tollerare un capo di governo che si comporta come lui''.

 

Top News

    • 13:09
    • 09 apr
    • ROMA

    Fecondazione eterologa, cade il divieto

    La Corte Costituzionale lo hanno dichiarato illegittimo
    • 12:09
    • 09 apr
    • MILANO

    Intesa paga 294 mln 'tassa Bankitalia'

    Segue Unicredit (196), ma su parametri patrimoniali impatto soft
    • 11:40
    • 09 apr
    • VATICANO

    Papa: tacciano le armi in Siria

    Dolore per assassinio gesuita Van der Lugt e per vittime guerra
    • 10:43
    • 09 apr
    • MILANO

    Garlasco: mamma Rita, ho ancora fiducia

    E' cominciato il processo d'appello bis, Stasi è in aula
    • 09:03
    • 09 apr
    • MILANO

    Borsa: Milano apre in rialzo, +0,24%

    Identico aumento per l'indice Ftse All share
    • 09:00
    • 09 apr
    • ROMA

    Immigrazione: Alfano,un morto su barcone

    Continuano sbarchi, 4.000 migranti soccorsi in ultime 48 ore
    • 07:01
    • 09 apr
    • ROMA

    Mafia, colpo a cosche in E-R

    Operazione cc regione e Crotone,13 ordinanze,sequestro da 13 mln
    • 06:36
    • 09 apr
    • ISLAMABAD

    Pakistan:bomba a mercato,almeno 15 morti

    Ordigno ad alto potenziale in zona controllata forze sicurezza
    • 01:05
    • 09 apr
    • ROMA

    Immigrazione: Alfano, è allarme sbarchi

    Non bastano 80 mln Ue per Frontex. Def grazie a nostra azione
    • 00:23
    • 09 apr
    • NEW YORK

    Australia e Svezia, paradisi per giovani

    Secondo studio Usa. Italia fuori da classifica prime 30 nazioni