Percorso:ANSA.it > Cronaca > News

Maltempo: dissesto idrogeologico, in media 61 morti

Case, ma anche scuole e ospedali a rischio frane e alluvioni

02 novembre, 10:43

ROMA - La morte di una madre e del suo figlioletto di due anni, uccisi da una frana che ha travolto la loro casa a Massa, ci ricorda come lo spettro del pericolo frane e alluvioni incombe su 6 milioni di italiani che vivono nei 29.500 chilometri quadrati ad alto rischio idrogeologico. Frane, esondazioni, colate di fango, in Italia, hanno fatto una media di 61 morti l'anno, su un totale di oltre 100 mila persone coinvolte in queste calamita'. Sono piu' di 24 milioni i residenti in aree ad elevato rischio sismico di 725 Comuni, dove vi sono 27.920 scuole, 2.188 ospedali e oltre 6 milioni di edifici, residenziali e non, mentre frane e alluvioni minacciano 1.260.000 edifici, di cui 6.000 scuole e 531 ospedali.

E' quanto emerge dal primo 'Rapporto sullo stato del territorio italiano' realizzato dal centro studi del Consiglio nazionale dei Geologi (Cng), in collaborazione con il Cresme, pubblicato lo scorso 13 ottobre. Oltre un miliardo di euro l'anno vengono spesi per riparare i danni causati da frane e alluvioni: un conto salato per l'Italia, primo paese in Europa per i rischi legati al dissesto idrogeologico e preceduto nel mondo solo da Cina, Giappone e America Centro-Meridionale. Negli ultimi 10 anni almeno 7 eventi l'anno hanno provocato danni gravi e hanno richiesto la dichiarazione dello stato di emergenza. L'ultima stima del ministero dell'Ambiente, sulla base dei Piani stralcio per l'assetto Idrogeologico (Pai) e' che sarebbero necessari circa 40 miliardi per mettere in sicurezza idrogeologica l'intero territorio nazionale. Secondo i geologi, a preoccupare e' anche l'incremento demografico dovuto all'immigrazione nello scenario previsionale 2010-2019: questo fa prevedere un'ulteriore domanda di case, con valori che, se a livello nazionale toccano il 4% di abitanti in piu', nelle regioni del Nord-Est potranno vedere un incremento fino al 7,9%. I geologi ribadiscono quindi ''l'assoluta necessita' di messa in sicurezza di contesti territoriali fragili dal punto di vista geologico ma dinamici ed attrattivi dal punto di vista economico, come comuni montani del Nord e metropoli, Roma compresa. Complessivamente, circa il 30% della crescita demografica prevista nel prossimo decennio, avvertono, interessera' aree a rischio.

Top News

    • 13:09
    • 09 apr
    • ROMA

    Fecondazione eterologa, cade il divieto

    La Corte Costituzionale lo hanno dichiarato illegittimo
    • 12:09
    • 09 apr
    • MILANO

    Intesa paga 294 mln 'tassa Bankitalia'

    Segue Unicredit (196), ma su parametri patrimoniali impatto soft
    • 11:40
    • 09 apr
    • VATICANO

    Papa: tacciano le armi in Siria

    Dolore per assassinio gesuita Van der Lugt e per vittime guerra
    • 10:43
    • 09 apr
    • MILANO

    Garlasco: mamma Rita, ho ancora fiducia

    E' cominciato il processo d'appello bis, Stasi è in aula
    • 09:03
    • 09 apr
    • MILANO

    Borsa: Milano apre in rialzo, +0,24%

    Identico aumento per l'indice Ftse All share
    • 09:00
    • 09 apr
    • ROMA

    Immigrazione: Alfano,un morto su barcone

    Continuano sbarchi, 4.000 migranti soccorsi in ultime 48 ore
    • 07:01
    • 09 apr
    • ROMA

    Mafia, colpo a cosche in E-R

    Operazione cc regione e Crotone,13 ordinanze,sequestro da 13 mln
    • 06:36
    • 09 apr
    • ISLAMABAD

    Pakistan:bomba a mercato,almeno 15 morti

    Ordigno ad alto potenziale in zona controllata forze sicurezza
    • 01:05
    • 09 apr
    • ROMA

    Immigrazione: Alfano, è allarme sbarchi

    Non bastano 80 mln Ue per Frontex. Def grazie a nostra azione
    • 00:23
    • 09 apr
    • NEW YORK

    Australia e Svezia, paradisi per giovani

    Secondo studio Usa. Italia fuori da classifica prime 30 nazioni