Percorso:ANSA.it > Cronaca > News

Marcegaglia: giudizio su governo non cambia

Giornale, in dossier articoli altre testate

09 ottobre, 15:50
Emma Marcegaglia e Gianfranco Fini
Emma Marcegaglia e Gianfranco Fini
Marcegaglia: giudizio su governo non cambia

ROMA - Una decina di articoli sul Gruppo Marcegaglia pubblicati dal 2008 in poi da quotidiani e settimanali. E' questo il dossier su Emma Marcegaglia annunciato ieri e pubblicato oggi dal Giornale accompagnato da un editoriale in cui si afferma che 'cosi' si dimostrera' chi pesca nel torbido e chi, invece, si limita a registrare i fatti e soltanto quelli'. ''Nessun dossier può provocare come effetto che io modifichi, attenui o aggravi il mio giudizio sulla congiuntura, sul governo, sull'opposizione'', dice intanto la Marcegaglia la quale spiega di non essersi rivolta alla magistratura perché non riteneva la questione cosi' grave da avere rilievo penale. Siamo intervenuti in via d'urgenza perché negli elementi emersi dalle indagini abbiamo ipotizzato che fosse stato commesso un reato", dice a sua volta Giovandomenico Lepore, il procuratore capo di Napoli che ha vistato i decreti di perquisizione del Giornale e delle abitazioni del direttore Sallusti e del vicedirettore Porro.

LEPORE, LA TELEFONATA NON SEMBRA UNO SCHERZO - ''A me il tono delle telefonate non e' sembrato scherzoso. Deve aver pensato la stessa cosa la presidente Marcegaglia, se si e' rivolta subito al dottor Confalonieri''. Lo afferma Giovandomenico Lepore, il procuratore capo di Napoli che ha vistato i decreti di perquisizione nella sede del Giornale e nelle abitazioni del direttore Sallusti e del vicedirettore Porro, in un'intervista a Repubblica. ''Siamo intervenuti in via d'urgenza perche' negli elementi emersi dalle indagini abbiamo ipotizzato che fosse stato commesso un reato'', spiega Lepore. ''Un giornalista puo' pubblicare dossier o essere fazioso, ma non ha il diritto di utilizzare le informazioni per fare pressioni sulle persone. Non e' in discussione il diritto di cronaca - sottolinea - noi ci siamo mossi anche per tutelare chi esercita correttamente questa professione''. Lepore si dice ''amareggiato per gli attacchi ai due sostituti'', Hernry John Woodcock e Vincenzo Piscitielli, che in questa vicenda ''hanno fornito un'ulteriore prova di correttezza. Prima di iniziare ogni attivita' - racconta - avevano chiesto di astenersi dal procedimento perche' entrambi avevano fatto causa ad altri giornalisti dello stesso quotidiano. Ho respinto la richiesta perche' ho ritenuto che non vi fossero le condizioni per assegnare il fascicolo a un altro magistrato''. 

 

 

 

 

E' IMBARBARIMENTO

"Stiamo assistendo a un imbarbarimento del clima politico, che oltre a creare sentimenti di disaffezione e disistima nei cittadini, non incoraggia le imprese a continuare a lottare per difendere ed accrescere il benessere che abbiamo conquistato". Lo dice il Comitato di Presidenza di Confindustria, intervenendo sul caso dell'inchiesta sul presunto dossier de Il Giornale.

CONFINDUSTRIA, INDIPENDENZA E'NOSTRA FORZA -  "L'indipendenza è da sempre la forza del sistema Confindustria. Emma Marcegaglia, nel suo ruolo di presidente degli imprenditori italiani, è simbolo di questa indipendenza, che non può in alcun modo essere attaccata o messa in discussione". E' quanto afferma il Comitato di Presidenza di Confindustria nella nota diffusa oggi per esprimere "la propria vicinanza e la piena solidarieta" alla presidente Emma Marcegaglia.

CONFINDUSTRIA,EMMA CORAGGIOSA PER IL PAESE - Il Comitato di Presidenza di Confindustria "esprime la propria vicinanza e la piena solidarietà alla presidente Emma Marcegaglia". E con una nota sottolinea che "Emma Marcegaglia è una donna seria, competente e coraggiosa, che presta le sue capacità al servizio degli interessi dell'imprenditoria italiana e di quelli più generali del Paese. Per questo, le rinnoviamo la nostra riconoscenza e ammirazione".

FINI LA CHIAMA ED ESPRIME SOLIDARIETA' - Il presidente della Camera Gianfranco Fini ha chiamato oggi Emma Marcegaglia per esprimerle "solidarietà" dopo la vicenda del Giornale. Lo si apprende da fonti della presidenza di Montecitorio

PM SENTIRANNO CONFALONIERI E ALTRI TESTI - I pm di Napoli Vincenzo Piscitelli e Henry John Woodcock nei prossimi giorni convocheranno il presidente di Mediaset Fedele Confalonieri e altri testi da ascoltare in qualità di persone informate sui fatti nell'ambito dell'inchiesta sulla presunta minaccia di pubblicazione di un dossier nei confronti del presidente di Confindustria Emma Marcegaglia. A Confalonieri, secondo quanto emerso dalle indagini, la Marcegaglia si rivolse per bloccare la pubblicazione del presunto dossier da parte de Il Giornale. Gli altri testimoni che saranno ascoltati dai magistrati della procura di Napoli sono, secondo indiscrezioni, Maurizio Crippa, responsabile delle relazioni esterne di Mediaset, e Giancarlo Coccia, direttore dell'Area Qualità e Ambiente di Confindustria. I pm Piscitelli e Woodcock non hanno ancora fissato le date degli interrogatori che dovrebbero svolgersi comunque la prossima settimana. A quanto si è appreso, i magistrati attendono ancora di conoscere l'esito delle perquisizioni eseguite ieri presso la redazione de Il Giornale e le abitazioni del direttore e del vicedirettore, Alessandro Sallusti e Nicola Porro: l'esame del contenuto dei computer sequestrati, infatti, dovrebbe essere eseguito con la presenza di consulenti della difesa. Massimo riserbo circonda l'inchiesta dalla quale è scaturita l'indagine sul presunto dossier ai danni della Marcegaglia. A proposito delle intercettazioni telefoniche che hanno dato il via alla indagine sul presunto dossier queste, come trapela da fonti giudiziarie, non sono state eseguite su utenze di persone indagate. Intercettato era il telefono di Arpisella e il provvedimento era stato disposto nell'ambito del procedimento principale.

 

GIORNALE, DOSSIER DI 4 PAGINE SU DI LEI - La direzione del Giornale ha reso noto che domani il quotidiano pubblicherà "un dossier di quattro pagine" relativo al presidente di Confindustria Emma Marcegaglia. La direzione del quotidiano per ora non ha inteso specificare ulteriormente quale sia il contenuto della pubblicazione.

FELTRI: DOSSIER PREPARATO OGGI,C'E'DI TUTTO - "Lo avevamo annunciato e noi abbiamo fatto questo dossier, dove c'é un po' di tutto sulla Marcegaglia. Pubblichiamo quattro pagine, certo non posso svelare tutto, ma è molto interessante, soprattutto per gli autori, autori di alto livello noti anche all'intellighenzia di sinistra, anche se la sinistra non esiste più. Ieri il dossier non c'era, i carabinieri non lo hanno trovato, e lo stiamo preparando oggi". Così il direttore editoriale del Giornale, Vittorio Feltri, all'ANSA, sui contenuti del dossier sul presidente di Confidustria, Emma Marcegaglia, che sarà pubblicato domani dal quotidiano milanese di Via Negri. "Insomma ieri non c'era alcun dossier - spiega Vittorio Feltri all'ANSA - altrimenti lo avrebbero trovato: e siccome siamo dei giornalisti 'scellerati'' lei lo sa, oggi lo abbiamo preparato e domani lo pubblichiamo". Ma "svelare tutto" no spiega il direttore editoriale del Giornale. "sarebbe rovinare la festa ai nostri lettori e non vogliamo farlo: ma garantisco che è un dossier interessante. poi domani quando lo leggerà sarà d'accordo, sono disposto a offrire un pranzo". Ma riguarda le inchieste sulla Marcegaglia? E' un lavoro di archivio "E' interessante - spiega Feltri - certo l'archivio è importante per noi giornalisti non trova? Insomma è stato un lavoro molto paziente fatto anche da autori noti ai salotti della sinistra". Infine una battuta sulle procure che intercettano i vertici del quotidiano di Via Negri. "Si tratta di fonti di Alessandro Sallusti - agguiunge Vittorio Feltri - lui ha scritto un pezzo nei giorni scorsi su questo. Non so quale sia la procura del Nord se Mantova, Milano o altri uffici giudiziari".

CONFALONIERI, HA RAGIONE FELTRI - "L'unica ricostruzione autentica dei fatti che mi riguardano è quella descritta da Vittorio Feltri". Lo dichiara il presidente di Mediaset, Fedele Confalonieri, "in seguito a malintesi - si legge in una nota - sulle dichiarazioni odierne relative alla vicenda Il Giornale"

BERSANI, NON ESCE CERTO UN BEL QUADRETTO  - "Quesi episodi testimoniano a che punto siamo arrivati". Lo ha detto il segretario del Pd Pierluigi Bersani commentando l'inchiesta nei confronti del direttore e del vicedirettore del Giornale per un presunto dossieraggio nei confronti della presidente di Confindustria Emma Marcegaglia. "La magistratura - ha proseguito Bersani - ora indaga ed è sempre spiacevole che ci siano fatti di questo genere che toccano da vicino temi come la libertà di stampa, ma a me interessa il quadretto che ne viene fuori". "Non è certo un bel quadretto - ha proseguito - perché emerge il sospetto di ricatti e c'é il riferirsi a persone terze per risolvere dei problemi. Ma possiamo vivere in un paese così? Continuiamo a parlare di cose che non hanno nulla a che fare con i problemi della gente".

Top News

    • 13:09
    • 09 apr
    • ROMA

    Fecondazione eterologa, cade il divieto

    La Corte Costituzionale lo hanno dichiarato illegittimo
    • 12:09
    • 09 apr
    • MILANO

    Intesa paga 294 mln 'tassa Bankitalia'

    Segue Unicredit (196), ma su parametri patrimoniali impatto soft
    • 11:40
    • 09 apr
    • VATICANO

    Papa: tacciano le armi in Siria

    Dolore per assassinio gesuita Van der Lugt e per vittime guerra
    • 10:43
    • 09 apr
    • MILANO

    Garlasco: mamma Rita, ho ancora fiducia

    E' cominciato il processo d'appello bis, Stasi è in aula
    • 09:03
    • 09 apr
    • MILANO

    Borsa: Milano apre in rialzo, +0,24%

    Identico aumento per l'indice Ftse All share
    • 09:00
    • 09 apr
    • ROMA

    Immigrazione: Alfano,un morto su barcone

    Continuano sbarchi, 4.000 migranti soccorsi in ultime 48 ore
    • 07:01
    • 09 apr
    • ROMA

    Mafia, colpo a cosche in E-R

    Operazione cc regione e Crotone,13 ordinanze,sequestro da 13 mln
    • 06:36
    • 09 apr
    • ISLAMABAD

    Pakistan:bomba a mercato,almeno 15 morti

    Ordigno ad alto potenziale in zona controllata forze sicurezza
    • 01:05
    • 09 apr
    • ROMA

    Immigrazione: Alfano, è allarme sbarchi

    Non bastano 80 mln Ue per Frontex. Def grazie a nostra azione
    • 00:23
    • 09 apr
    • NEW YORK

    Australia e Svezia, paradisi per giovani

    Secondo studio Usa. Italia fuori da classifica prime 30 nazioni