Percorso:ANSA.it > Cronaca > News

Lazio, Marrazzo lascia 'Mia sofferenza estrema'

Non più utile la mia permanenza alla Regione

27 ottobre, 19:02

Piero Marrazzo

Piero Marrazzo

ROMA - Piero Marrazzo ha rassegnato le dimissioni da Presidente della Regione Lazio.

"'Le mie condizioni personali di sofferenza estrema non rendono più utile per i cittadini del Lazio la mia permanenza alla guida della Regione. Comunico con la presente le mie dimissioni definitive ed irrevocabili dalla carica di presidente della Regione Lazio".

Questo il testo della lettera che Piero Marrazzo ha inviato al vicepresidente della Regione Lazio Esterino Montino e al presidente del Consiglio regionale Bruno Astorre.

Rivolgendosi nella lettera "a tutti coloro che mi hanno sostenuto ed a quanti mi hanno lealmente avversato" Marrazzo precisa che "finché mi è stato possibile ho operato per il bene della comunità laziale". "Mi auguro che questo possa essermi riconosciuto al di là degli errori personali che posso aver commesso nella mia vita", conclude Marrazzo nella lettera.

 

IN FUGA DA REPORTER,CERCA CONVENTO PER RIFUGIARSI
Un convento per rifugiarsi. Una struttura religiosa che lo possa accogliere lontano dal clamore che lo ha travolto. Piero Marrazzo, braccato dai giornalisti, cerca un convento che lo possa ospitare. Ora che ha deciso di lasciare politica e vita precedente. Secondo quanto si è appreso però molte strutture religiose avrebbero dato la loro indisponibilità ad ospitare l'ex presidente della Regione Lazio. Ma solo perché hanno paura del clamore mediatico e della pressione che la struttura avrebbe dai media ospitando l'ex presidente della Regione Lazio.

PROCURA: NESSUN ACCERTAMENTO SU GOVERNATORE - Nessun accertamento della magistratura nei confronti del presidente della Regione Lazio Piero Marrazzo. E' stato detto in procura dove è stata smentita la voce dell'emissione di un avviso di garanzia. A piazzale Clodio è stata smentita una convocazione per oggi di Marrazzo, anche se non è stato escluso che possa esserci prossimamente per approfondire alcuni aspetti. Il tam tam delle indiscrezioni parlava di un possibile coinvolgimento nelle indagini di Marrazzo sotto il profilo delle dazioni di denaro ai quattro carabinieri accusati di averlo ricattato e per l'uso dell'auto blu per recarsi in via Gradoli. Quindi nessuna presunta attività corruttiva del Governatore del Lazio, secondo gli inquirenti, ma solo una evidente estorsione. Quanto all'auto di servizio è stato ribadito che Marrazzo poteva disporre del mezzo per qualsiasi suo spostamento.

Nessuna indagine su altri due personaggi politici, oltre a Piero Marrazzo, che potrebbero essere stati al centro di ricatti da parte dei quattro carabinieri. Da ieri circolano voci sul possibile coinvolgimento di altre due persone.

TRANS: HO VISTO 10 VOLTE SUA AUTO BLU - "Ho visto una decina di volte l'auto blu del presidente fuori di qui, lui utilizzava sempre la stessa metodica negli appuntamenti". Lo afferma Sonia, 21 anni, una delle trans che abita nel condominio di via Gradoli, periferia nord di Roma, dove tra il primo e il 4 luglio è avvenuto l'incontro tra il presidente della Regione Lazio e un transessuale. Incontro filmato per poi essere oggetto di un ricatto da parte di quattro carabinieri finiti in manette. "L'auto del presidente si fermava sempre sulla discesa che porta al condominio, a circa 20 metri. L'autista - prosegue - spegneva il lampeggiante ma lo lasciava ben visibile sul tetto dell'auto, quindi si apriva un giornale e attendeva che il presidente tornasse". Sonia sostiene di avere visto per la prima volta l'auto blu in via Gradoli circa due mesi e mezzo fa: "in totale l'avrò visto dieci volte, veniva il pomeriggio e sempre nei giorni feriali".

Top News

    • 13:09
    • 09 apr
    • ROMA

    Fecondazione eterologa, cade il divieto

    La Corte Costituzionale lo hanno dichiarato illegittimo
    • 12:09
    • 09 apr
    • MILANO

    Intesa paga 294 mln 'tassa Bankitalia'

    Segue Unicredit (196), ma su parametri patrimoniali impatto soft
    • 11:40
    • 09 apr
    • VATICANO

    Papa: tacciano le armi in Siria

    Dolore per assassinio gesuita Van der Lugt e per vittime guerra
    • 10:43
    • 09 apr
    • MILANO

    Garlasco: mamma Rita, ho ancora fiducia

    E' cominciato il processo d'appello bis, Stasi è in aula
    • 09:03
    • 09 apr
    • MILANO

    Borsa: Milano apre in rialzo, +0,24%

    Identico aumento per l'indice Ftse All share
    • 09:00
    • 09 apr
    • ROMA

    Immigrazione: Alfano,un morto su barcone

    Continuano sbarchi, 4.000 migranti soccorsi in ultime 48 ore
    • 07:01
    • 09 apr
    • ROMA

    Mafia, colpo a cosche in E-R

    Operazione cc regione e Crotone,13 ordinanze,sequestro da 13 mln
    • 06:36
    • 09 apr
    • ISLAMABAD

    Pakistan:bomba a mercato,almeno 15 morti

    Ordigno ad alto potenziale in zona controllata forze sicurezza
    • 01:05
    • 09 apr
    • ROMA

    Immigrazione: Alfano, è allarme sbarchi

    Non bastano 80 mln Ue per Frontex. Def grazie a nostra azione
    • 00:23
    • 09 apr
    • NEW YORK

    Australia e Svezia, paradisi per giovani

    Secondo studio Usa. Italia fuori da classifica prime 30 nazioni