Percorso:ANSA.it > Calcio > News

Fiorentina-Roma, proteste giallorosse

C.Italia: Baldini, fondati dubbi su inversione campo

09 gennaio, 14:23
Roma-Fiorentina 4-2 all'Olimpico in campionato l'8 dic 2012
Roma-Fiorentina 4-2 all'Olimpico in campionato l'8 dic 2012
Fiorentina-Roma, proteste giallorosse

ROMA  - La Roma contesta l'inversione del campo decisa dalla Lega per la partita con la Fiorentina per i quarti di finale di Coppa Italia, prevista il 16 gennaio. La decisione di far giocare la gara a Firenze non è andata giù alla società giallorossa, e alla vigilia dell'udienza in Corte di Giustizia federale, il dg Baldini fa sentire la propria voce: "Ci tengo a ribadire una volta ancora come la posizione della Roma sia sempre la stessa, ovvero battersi per il rispetto delle regole e della loro corretta applicazione".

Il dg della Roma Baldini in particolare afferma di non contestare "il regolamento di Coppa Italia, né le competenze della Lega nel predisporre i calendari, né le esigenze televisive di chi acquista i diritti della competizione, bensì riteniamo di avere fondati dubbi su come gli stessi regolamenti siano stati interpretati. L'inversione del campo di gara costituirebbe un’eccezione alla regola principale che sancisce il diritto della Roma di giocare in casa – aggiunge Baldini. Questa eccezione è prevista in caso di concomitanza di gare, cito letteralmente il regolamento, e due gare che si giocano ad otto giorni di distanza non sono concomitanti". Secondo il calendario stilato dalla Lega di Serie A, infatti, la Roma sarà impegnata al Franchi il prossimo 16 gennaio, mentre la Lazio è già scesa in campo ieri all'Olimpico passando il turno col 3-0 sul Catania. "A coloro i quali sostengono che nella vicenda la Roma paga l'assenza di un presidente che faccia pesare la sua importanza in Lega – il riferimento di Baldini è alle dichiarazioni del direttore di Rai Sport, De Paoli, secondo cui i giallorossi sono stati penalizzati dalla latitanza della proprietà americana – rispondo che se le ragioni fossero sempre di chi sbatte più forte i pugni sul tavolo ed alza la voce continueremo ad alimentare lo stesso modus vivendi che tutti, a parole, seguitiamo invece a stigmatizzare. Abbiamo preferito rivolgerci alla Corte di Giustizia Federale – conclude il dg della Roma – alla quale chiediamo di esprimersi sulla corretta interpretazione del regolamento, altrimenti resterebbe il problema di non potersi rivolgere a nessuno in casi come questo, lasciando alla Lega un arbitrio difficilmente accettabile in generale, qualora si compiano errori di applicazione dei regolamenti".

 

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Top News

    • 13:09
    • 09 apr
    • ROMA

    Fecondazione eterologa, cade il divieto

    La Corte Costituzionale lo hanno dichiarato illegittimo
    • 12:09
    • 09 apr
    • MILANO

    Intesa paga 294 mln 'tassa Bankitalia'

    Segue Unicredit (196), ma su parametri patrimoniali impatto soft
    • 11:40
    • 09 apr
    • VATICANO

    Papa: tacciano le armi in Siria

    Dolore per assassinio gesuita Van der Lugt e per vittime guerra
    • 10:43
    • 09 apr
    • MILANO

    Garlasco: mamma Rita, ho ancora fiducia

    E' cominciato il processo d'appello bis, Stasi è in aula
    • 09:03
    • 09 apr
    • MILANO

    Borsa: Milano apre in rialzo, +0,24%

    Identico aumento per l'indice Ftse All share
    • 09:00
    • 09 apr
    • ROMA

    Immigrazione: Alfano,un morto su barcone

    Continuano sbarchi, 4.000 migranti soccorsi in ultime 48 ore
    • 07:01
    • 09 apr
    • ROMA

    Mafia, colpo a cosche in E-R

    Operazione cc regione e Crotone,13 ordinanze,sequestro da 13 mln
    • 06:36
    • 09 apr
    • ISLAMABAD

    Pakistan:bomba a mercato,almeno 15 morti

    Ordigno ad alto potenziale in zona controllata forze sicurezza
    • 01:05
    • 09 apr
    • ROMA

    Immigrazione: Alfano, è allarme sbarchi

    Non bastano 80 mln Ue per Frontex. Def grazie a nostra azione
    • 00:23
    • 09 apr
    • NEW YORK

    Australia e Svezia, paradisi per giovani

    Secondo studio Usa. Italia fuori da classifica prime 30 nazioni