Percorso:ANSA.it > Calcio > News

Mancini fa il pompiere, tegola per il Barca

Champions League martedì prossimo contro il Milan

12 settembre, 16:24
Sanchez portato fuori in barella
Sanchez portato fuori in barella
Mancini fa il pompiere, tegola per il Barca

MANCITY IRRESISTIBILE di Lorenzo Amuso - Il Barcellona e' ancora lontano, e Roberto Mancini chiede tempo, ma l'avvio di stagione del Manchester City resta impressionante, una macchina da gol sempre piu' letale di partita in partita. Quattro vittorie in altrettante uscite, 15 gol all'attivo (quasi quattro di media a partita), occasioni da rete a grappoli, una superiorita' sulle avversarie di giornata fin qui schiacciante. Lo strapotere del City sul mercato (anche quest'anno sono stati investiti 85 milioni) finalmente si riflette anche in campo. Perche' se da tempo il City non e' piu' una stucchevole e capricciosa collezione di campioni (lo scorso anno ha vinto la Fa Cup), adesso ha l'identita' di uno squadrone. Consapevole della sua forza, compiaciuta nel suo talento, spregiudicata, a tratti debordante. Soprattutto in attacco, dove puo' disporre di un'abbondanza di alternative da fare invidia. Sabato contro il Wigan Mancini ha lasciato a riposo Edin Dzeko, al suo posto ha fatto il suo debutto stagionale dal primo minuto Carlos Tevez. E per la prima di Mario Balotelli in questa Premier League, dopo tre panchine di fila, si e' dovuto attendere la meta' della ripresa. Quando Sergio Aguero aveva gia' chiuso la pratica con la sua tripletta (sei gol come Dzeko). Ma Mancini, incontentabile perfezionista, dopo l'ultima uscita domestica si e' soffermato sui dettagli, preferendo spegnere sul nascere ogni facile entusiasmo. Perche' tra una squadra gia' fortissima ed una vincente la differenza e' sottile non meno che cruciale, l'attitudine mentale, l'abitudine alla vittoria, la costanza di (alto) rendimento. Partita dopo partita, a prescindere dall'avversario. Quella tensione mentale di chi non spreca le occasioni sottoporta ne' concede gol facili. Ed e' questo l'ultimo limite da superare, perche' in Community Shield i Citizens si sono fatti rimontare due gol dallo United, e anche sabato, nonostante l'enorme divario, il Wigan e' rimasto in partita per un tempo graziato dalla generosita' del City. ''Il nostro obiettivo e' migliorare, in Premier League come in Champions League - le parole di Mancini -. Questo gruppo lavora assieme da due mesi, alcuni sono appena arrivati. La societa' ha comprato calciatori importanti che si stanno impegnando duramente. Ma abbiamo bisogno di tempo per crescere''. Mercoledi' a Manchester, sfida tra debuttanti nell'Europa che conta, le terze forze (dell'ultima stagione) di Premier League e Serie A a confronto. ''Per noi e' importante accedere agli ottavi ma e' un girone molto difficile, tutte le squadre possono vincerlo o terminare all'ultimo posto. E rispetto al campionato, in Champions non c'e' tempo per recuperare'', l'ammonimento di Mancini. Contro il Napoli scontato l'impiego dal primo minuto di Samir Nasri, che giochera' con un tutore alla mano, e il ritorno da titolare di Dzeko. L'unico dubbio e' legato a Gareth Barry, rientrato malconcio dagli impegni con la nazionale. Attenzione ad Aguero, che si e' subito ambientato ed e' il genero di Diego Maradona: non per questo fara' sconti al Napoli di cui suo suocero e' tuttora la divinita' vivente e fara' quindi di tutto per dargli un dispiacere. Intanto l'attaccante argentino predica la prudenza e allontana i paragoni ingombranti: ''Noi come il Barcellona? Loro giocano assieme da anni, noi abbiamo cominciato. Ma anche noi abbiamo giocatori di qualita' che sanno trattare la palla. E' importante nel calcio moderno saper mantenere il possesso palla e accelerare all'improvviso''. Il Napoli e' avvisato.

BARCA PERDE SANCHEZ PER SEI SETTIMANE- Brutta tegola per il Barcellona dopo il già deludente pareggio sul campo della Real Sociadad: l'attaccante cileno Alexis Sanchez - ha fatto sapere il club catalano - ha subito un infortunio muscolare alla gamba destra e dovrà stare fuori dai campi per seo o forse otto settimane.

Domani l'ex punta dell'Udinese, pagato a peso d'oro dai campioni di Spagna e d'Europa, si sottoporrà ad altri accertamenti per avere indicazioni più precise sul malanno al muscolo ischio-tibiale. Il giocatore non sarà ovviamente disponibile per l'incontro di Champions League di martedì prossimo contro il Milan.

© Copyright ANSA - Tutti i diritti riservati

Top News

    • 13:09
    • 09 apr
    • ROMA

    Fecondazione eterologa, cade il divieto

    La Corte Costituzionale lo hanno dichiarato illegittimo
    • 12:09
    • 09 apr
    • MILANO

    Intesa paga 294 mln 'tassa Bankitalia'

    Segue Unicredit (196), ma su parametri patrimoniali impatto soft
    • 11:40
    • 09 apr
    • VATICANO

    Papa: tacciano le armi in Siria

    Dolore per assassinio gesuita Van der Lugt e per vittime guerra
    • 10:43
    • 09 apr
    • MILANO

    Garlasco: mamma Rita, ho ancora fiducia

    E' cominciato il processo d'appello bis, Stasi è in aula
    • 09:03
    • 09 apr
    • MILANO

    Borsa: Milano apre in rialzo, +0,24%

    Identico aumento per l'indice Ftse All share
    • 09:00
    • 09 apr
    • ROMA

    Immigrazione: Alfano,un morto su barcone

    Continuano sbarchi, 4.000 migranti soccorsi in ultime 48 ore
    • 07:01
    • 09 apr
    • ROMA

    Mafia, colpo a cosche in E-R

    Operazione cc regione e Crotone,13 ordinanze,sequestro da 13 mln
    • 06:36
    • 09 apr
    • ISLAMABAD

    Pakistan:bomba a mercato,almeno 15 morti

    Ordigno ad alto potenziale in zona controllata forze sicurezza
    • 01:05
    • 09 apr
    • ROMA

    Immigrazione: Alfano, è allarme sbarchi

    Non bastano 80 mln Ue per Frontex. Def grazie a nostra azione
    • 00:23
    • 09 apr
    • NEW YORK

    Australia e Svezia, paradisi per giovani

    Secondo studio Usa. Italia fuori da classifica prime 30 nazioni