Percorso:ANSA.it > Politica > News

Famiglia: ai figli cognome madre se genitori d'accordo

Ok Cdm, ma gruppo interministeriale lavorerà a 'approfondimenti'

12 gennaio, 14:53
Il registro degli atti di nascita
Il registro degli atti di nascita
Famiglia: ai figli cognome madre se genitori d'accordo

ROMA - I genitori potranno decidere di dare al figlio il cognome della mamma, o del papà, o di entrambi: la novità, epocale in un Paese ancora patriarcale come l'Italia, è contenuta in uno scarno disegno di legge, 4 articoli in tutto, approvato oggi dal Consiglio dei ministri. Una "rivoluzione copernicana" avviata in tempi record dall'esecutivo per dare una risposta veloce alla Corte europea per i diritti umani, che il 7 gennaio ha condannato il nostro Paese proprio perché discrimina tra uomo e donna quando si tratta del cognome dei figli. Una sentenza definita una "bastonata" oggi dal premier Enrico Letta, che ha spiegato che il Governo è intervenuto "per sanare questa mancanza". Ma siccome la materia è delicata e complessa, l'esecutivo ha anche deciso di far approfondire tutti gli aspetti da un gruppo di lavoro interministeriale. Il ddl modifica l'articolo 143-bis del codice civile e prevede che il figlio "assume il cognome del padre ovvero, in caso di accordo tra i genitori risultante dalla dichiarazione di nascita, quello della madre o quello di entrambi i genitori". Stessa regola per i figli nati fuori dal matrimonio o adottati. In pratica, secondo il testo governativo il neonato prende 'in automatico' il cognome paterno, salvo che i genitori non si mettano d'accordo per dargli quello della mamma o entrambi.

A spiegare le implicazioni di questo cambiamento è il viceministro Maria Cecilia Guerra, che ha la delega alle Pari opportunità, dicastero che insieme a Esteri, Interni e Giustizia andrà a formare il gruppo di lavoro. E' stata proprio Cecilia Guerra a chiedere un "confronto più ampio" e un approfondimento sulla norma: uno dei problemi, ha spiegato il viceministro all'ANSA, è ad esempio "la possibilità, che deriverebbe dalla nuova legge, che fratelli e sorelle abbiano cognomi diversi". Un altro problema è che si apre la possibilità del doppio cognome e bisogna capire cosa succede alle seconde e terze generazioni, con l'accavallarsi di cognomi doppi, tripli, quadrupli... Ancora, non convince il fatto che se il papà non è d'accordo la mamma non può dare il proprio cognome al figlio. Un'obiezione, quest'ultima, che viene sollevata anche dall'esponente di Sel Marisa Nicchi, che definisce il ddl "un contentino ridicolo che non fa altro che confermare il ruolo secondario della madre, una concezione della donna ancora suddita nei confronti dell'uomo cui spetta ancora l'ultima parola". "Non è prevista alcuna reciprocità: perché il parere del marito è vincolante e quello della moglie no? Perché il cognome materno è ammesso soltanto se il padre è d'accordo e non viceversa?" si chiede. Reazioni positive invece da molti esponenti del Pd e dalla vice presidente del Senato Valeria Fedeli, che parla di "deciso e profondo cambiamento culturale" e si augura che ora "il Parlamento trasformi rapidamente in legge questa proposta".

Critico il segretario della Leda Nord, Matteo Salvini, per il quale le priorità sono altre e cioè, ad esempio, il sostegno economico alle mamme e ai papà separati o divorziati. Entra nel merito mons. Domenico Segalini, vescovo di Palestrina e assistente generale dell'Azione Cattolica, secondo il quale "è bene che ci siano tutte e due le possibilità: un riferimento alla famiglia del padre e alla famiglia della madre. Io sarei contrario ad ammettere soltanto quello della mamma, adesso, perché saremmo ancora al punto di prima. Se facciamo una legge, facciamola proprio perché ci siano tutte e due queste identità, che questo figlio si porta come nuova sintesi di un mondo che tiene conto delle sue radici. E le radici sono due".

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Top News

    • 13:09
    • 09 apr
    • ROMA

    Fecondazione eterologa, cade il divieto

    La Corte Costituzionale lo hanno dichiarato illegittimo
    • 12:09
    • 09 apr
    • MILANO

    Intesa paga 294 mln 'tassa Bankitalia'

    Segue Unicredit (196), ma su parametri patrimoniali impatto soft
    • 11:40
    • 09 apr
    • VATICANO

    Papa: tacciano le armi in Siria

    Dolore per assassinio gesuita Van der Lugt e per vittime guerra
    • 10:43
    • 09 apr
    • MILANO

    Garlasco: mamma Rita, ho ancora fiducia

    E' cominciato il processo d'appello bis, Stasi è in aula
    • 09:03
    • 09 apr
    • MILANO

    Borsa: Milano apre in rialzo, +0,24%

    Identico aumento per l'indice Ftse All share
    • 09:00
    • 09 apr
    • ROMA

    Immigrazione: Alfano,un morto su barcone

    Continuano sbarchi, 4.000 migranti soccorsi in ultime 48 ore
    • 07:01
    • 09 apr
    • ROMA

    Mafia, colpo a cosche in E-R

    Operazione cc regione e Crotone,13 ordinanze,sequestro da 13 mln
    • 06:36
    • 09 apr
    • ISLAMABAD

    Pakistan:bomba a mercato,almeno 15 morti

    Ordigno ad alto potenziale in zona controllata forze sicurezza
    • 01:05
    • 09 apr
    • ROMA

    Immigrazione: Alfano, è allarme sbarchi

    Non bastano 80 mln Ue per Frontex. Def grazie a nostra azione
    • 00:23
    • 09 apr
    • NEW YORK

    Australia e Svezia, paradisi per giovani

    Secondo studio Usa. Italia fuori da classifica prime 30 nazioni