Percorso:ANSA.it > Cronaca > News

Tamponamento in metro: undici feriti a Milano

Forse malore macchinista: emergenza alla fermata Gioia

26 settembre, 17:27
Soccorsi davanti alla fermata della Metro
Soccorsi davanti alla fermata della Metro
Tamponamento in metro: undici feriti a Milano

Tanta paura a Milano per il tamponamento tra due treni della linea 2 della metropolitana milanese tra le fermate Garibaldi e Gioia. Nell'incidente, avvenuto poco prima delle dieci, si registrano undici feriti, tra i quali il macchinista del treno. Secondo i primi accertamenti, sono nove i feriti lievi assistiti sul posto e due più seri ma non gravi portati in pronto soccorso: coloro che hanno riportato i danni maggiori accuserebbero uno schiacciamento toracico e sospette fratture alle gambe. Qualche preoccupazione in un primo momento aveva sollevato lo stato di agitazione di una passeggera incinta, ma la situazione sarebbe risolta.

Il pm di turno Galileo Proietto, informato dalla Polizia locale, non ha ancora ricevuto gli atti relativi alle prime indagini. Tuttavia la Procura di Milano, da quanto si apprende a Palazzo di Giustizia, domani aprirà un fascicolo, ipotizzando presumibilmente il reato di disastro colposo.

Il treno che ha causato l'incidente avrebbe frenato bruscamente e poi leggermente tamponato un altro convoglio. Il tamponamento è avvenuto a 14 km orari, secondo quanto spiega il sindaco Giuliano Pisapia che ha informato fin da subito della situazione sul suo profilo Twitter. L'area della fermata Gioia, dov'è avvenuto lo scontro, è stata chiusa al traffico. Sul posto sono presenti ambulanze e il Coordinamento per le maxiemergenze. 

L'incidente, secondo il presidente dell'Atm Bruno Rota e l'assessore regionale ai Trasporti Raffaele Cattaneo, sarebbe avvenuto per 'cause umane', in particolare per il "malore del macchinista, che è più di un'ipotesi", dice Rota. Secondo Cattaneo "dalle prime ricostruzioni si è trattato di un errore umano indotto dal malore del macchinista, che poi si è ripreso, ma in qualche modo sono stati superati i sistemi di blocco automatico dei treni" che scattano al verificarsi di condizioni di pericolo, come quando due convogli si trovano oltre le distanze minime di sicurezza.

Molte le persone spaventate e diversi i passeggeri degli altri treni bloccati lungo la linea che sono affluiti senza panico in superficie. Secondo le testimonianze dei passeggeri dei treni coinvolti, quasi tutti al momento dell'impatto sono caduti a terra, ma trovandosi seduti per lo scarso affollamento dei treni, i danni sono stati per lo più ridotti.

Al momento tutti i passeggeri sono usciti in superficie e nella fermata 'Gioia' non vi sono più né contusi né feriti. La circolazione e' ripresa normalmente sul tratto della linea 2 della metropolitana di Milano.

Testimoni, dopo tamponamento al buio - "Dopo il tamponamento sul treno c'é stato un breve periodo di totale black out, con molta paura tra tutti i passeggeri che per guardarsi intorno hanno usato i display dei telefonini". Questa la ricostruzione di una passeggera del treno che ha tamponato l'altro convoglio nella metropolitana milanese. "Dopo di che la luce è tornata e siamo rimasti fermi circa un quarto d'ora in attesa che il treno si muovesse e anche quando si è mosso verso la fermata - prosegue la testimone visibilmente colpita - la luce se ne è andata".

"Non c'é stato panico - aggiunge un impiegato che si trovava a bordo del treno tamponato - ma molta confusione e tutti hanno pensato a quali sarebbero potute essere le conseguenze se l'incidente fosse avvenuto nelle ore di punta e con i treni affollati". Al momento, in superficie, davanti alla fermata della metropolitana 'Gioia' alcuni contusi vengono assistiti sul posto e nelle ambulanze, soprattutto per leggeri choc accusati. Alcuni passeggeri indossano il collarino di protezione.

"Indipendentemente dalle ragioni dell'incidente, l'azienda deve rispondere dei danni subiti dai passeggeri coinvolti nello scontro, non solo in caso di ferite o danni materiali ma anche solo per la paura e lo stress patiti". Lo sostiene il Codacons in una nota diffusa oggi, a proposito dell'incidente avvenuto nella metro di Milano. L'associazione di consumatori - informa la nota - "chiede di incontrare i vertici di Atm al fine si prevedere un indennizzo forfettario automatico per tutti i viaggiatori che non hanno avuto danni fisici". Per chi invece ha subito danni, secondo il Codacons, "occorrerà stabilire un indennizzo ad hoc a seconda della gravità delle lesioni subite. Se Atm non aprirà un tavolo di trattativa sarà inevitabile il ricorso alle vie legali".

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Top News

    • 13:09
    • 09 apr
    • ROMA

    Fecondazione eterologa, cade il divieto

    La Corte Costituzionale lo hanno dichiarato illegittimo
    • 12:09
    • 09 apr
    • MILANO

    Intesa paga 294 mln 'tassa Bankitalia'

    Segue Unicredit (196), ma su parametri patrimoniali impatto soft
    • 11:40
    • 09 apr
    • VATICANO

    Papa: tacciano le armi in Siria

    Dolore per assassinio gesuita Van der Lugt e per vittime guerra
    • 10:43
    • 09 apr
    • MILANO

    Garlasco: mamma Rita, ho ancora fiducia

    E' cominciato il processo d'appello bis, Stasi è in aula
    • 09:03
    • 09 apr
    • MILANO

    Borsa: Milano apre in rialzo, +0,24%

    Identico aumento per l'indice Ftse All share
    • 09:00
    • 09 apr
    • ROMA

    Immigrazione: Alfano,un morto su barcone

    Continuano sbarchi, 4.000 migranti soccorsi in ultime 48 ore
    • 07:01
    • 09 apr
    • ROMA

    Mafia, colpo a cosche in E-R

    Operazione cc regione e Crotone,13 ordinanze,sequestro da 13 mln
    • 06:36
    • 09 apr
    • ISLAMABAD

    Pakistan:bomba a mercato,almeno 15 morti

    Ordigno ad alto potenziale in zona controllata forze sicurezza
    • 01:05
    • 09 apr
    • ROMA

    Immigrazione: Alfano, è allarme sbarchi

    Non bastano 80 mln Ue per Frontex. Def grazie a nostra azione
    • 00:23
    • 09 apr
    • NEW YORK

    Australia e Svezia, paradisi per giovani

    Secondo studio Usa. Italia fuori da classifica prime 30 nazioni