Percorso:ANSA.it > Associate > News

A Roma con l''Africano' dopo 230 anni e' record

20 giugno, 14:33
Una turista in piazza San Pietro
Una turista in piazza San Pietro
A Roma con l''Africano' dopo 230 anni e' record

ROMA - ''L'Africano'' a Roma ha infranto il record della seconda decade di giugno, da 230 anni in questo periodo non faceva cosi' caldo nella capitale. La colonnina dell'Osservatorio Metereologico del Collegio Romano, il piu' antico della citta', alle 14 ha segnato i 35,4 gradi. 'E' il record assoluto della seconda decade di giugno dal 1782, quindi degli ultimi 230 anni - spiega Franca Mangianti, gia' responsabile dell'Osservatorio ed ora presidente dell'Associazione Bernacca -. Il precedente record di questa decade era di 35,2 gradi che si era verificato due volte: il 20 giugno del 1961 ed il 18 giugno del 2002. Mentre la temperatura minima e' stata di 22,3 gradi'. Considerando che in questo periodo la media a Roma e' di 17 gradi per la minima e 27 per quella massima, oggi il caldo 'africano' - sempre secondo i dati dell'Osservatorio del Collegio Romano - e' diminuito. 'Alle 14 - precisa Mangianti - era di 32,8 gradi con una umidita' del 23%, mentre la minima alle 5 di stamani era di 22,2 gradi con il 57% di umidita''.

E' proprio per i malori dovuti il caldo sono aumentate le telefonate al 118 di Roma: la sala operativa del servizio di emergenza ha registrato un aumento del 20% di chiamate, che arrivano a circa 3.600 durante tutta la giornata. E per domani, con il perdurare dell'afa, e' possibile che le richieste di aiuto continuino ad aumentare. Le alte temperature dovute al caldo hanno provocato per di piu' disturbi cardiocircolatori o respiratori soprattutto per anziani con patologie e turisti che si spostano per la citta'. Turisti che hanno approfittato delle fontane per improvvisati ''pediluvi'' e gavettoni rinfrescanti, ''assaltato'', insieme ai romani, le gelaterie ed usufruito delle bottigliette d'acqua distribuite dalla protezione civile di Roma Capitale sulle linee della metropolitana.

Situazione critica anche a Frosinone dove per mettere a punto le contromisure per fronteggiare l'afa, c'e' stata una riunione operativa tra il sindaco Nicola Ottaviani, il responsabile comunale della Protezione Civile Ruggero Marazzi, il comandante della polizia locale e i vari dirigenti comunali. Sono stati individuati dei locali, all'interno del comando della polizia municipale, idonei ad ospitare, in caso di emergenza, persone bisognose di assistenza per trascorrere alcune ore in ambienti adeguatamente refrigerati. Sara' inoltre a disposizione un medico di base all'interno del comando di polizia municipale. 

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Top News

    • 13:09
    • 09 apr
    • ROMA

    Fecondazione eterologa, cade il divieto

    La Corte Costituzionale lo hanno dichiarato illegittimo
    • 12:09
    • 09 apr
    • MILANO

    Intesa paga 294 mln 'tassa Bankitalia'

    Segue Unicredit (196), ma su parametri patrimoniali impatto soft
    • 11:40
    • 09 apr
    • VATICANO

    Papa: tacciano le armi in Siria

    Dolore per assassinio gesuita Van der Lugt e per vittime guerra
    • 10:43
    • 09 apr
    • MILANO

    Garlasco: mamma Rita, ho ancora fiducia

    E' cominciato il processo d'appello bis, Stasi è in aula
    • 09:03
    • 09 apr
    • MILANO

    Borsa: Milano apre in rialzo, +0,24%

    Identico aumento per l'indice Ftse All share
    • 09:00
    • 09 apr
    • ROMA

    Immigrazione: Alfano,un morto su barcone

    Continuano sbarchi, 4.000 migranti soccorsi in ultime 48 ore
    • 07:01
    • 09 apr
    • ROMA

    Mafia, colpo a cosche in E-R

    Operazione cc regione e Crotone,13 ordinanze,sequestro da 13 mln
    • 06:36
    • 09 apr
    • ISLAMABAD

    Pakistan:bomba a mercato,almeno 15 morti

    Ordigno ad alto potenziale in zona controllata forze sicurezza
    • 01:05
    • 09 apr
    • ROMA

    Immigrazione: Alfano, è allarme sbarchi

    Non bastano 80 mln Ue per Frontex. Def grazie a nostra azione
    • 00:23
    • 09 apr
    • NEW YORK

    Australia e Svezia, paradisi per giovani

    Secondo studio Usa. Italia fuori da classifica prime 30 nazioni