Percorso:ANSA.it > Associate > News

Via Poma, dopo 21 anni anniversario con colpevole

Avvocato Cesaroni: 'Dolore resta'. Legale Busco fa guerra alla fiction

07 agosto, 21:40
Raniero Busco
Raniero Busco
Via Poma, dopo 21 anni anniversario con colpevole

ROMA - Anche in questo 7 agosto saranno a Roma, come oramai fanno da 21 anni. Si recheranno a rendere omaggio alla tomba di Simonetta, per ribadire il loro affetto verso una figlia e sorella in una vicenda che resta una ferita aperta. Aperta nonostante la condanna nel gennaio scorso di Raniero Busco, per la III corte d'Assise del Tribunale di Roma responsabile della morte di Simonetta Cesaroni, uccisa con 29 coltellate nell'agosto del 1990 in uno stabile di via Poma, a Roma. Busco, ex fidanzato di Simonetta, è stato condannato a 24 anni di reclusione.

E nel giorno del primo anniversario con colpevole dovrebbero iniziare le riprese di una fiction proprio sul giallo che per 21 anni ha impegnato investigatori e inquirenti. Una fiction contro la quale i legali di Raniero Busco hanno annunciato battaglia. Anche in quel drammatico giorno di agosto il caldo torrido la faceva da padrone in una Roma quasi deserta. Nell'ufficio dell'Associazione alberghi della gioventù viene trovato il corpo di Simonetta. Il cadavere è trovato per l'insistenza della sorella Paola, preoccupata per il suo ritardo. Simonetta é nuda, ma non ha subito violenza carnale.

Da quel giorno sono trascorsi più di venti anni, due decenni in cui investigatori, magistrati e forze dell'ordine hanno cercato di dare un nome e un volto alla persona che sferrò le coltellate. Per i giudici di primo grado quella persona ha gli occhi cerulei e il volto scavato di Busco. Nella motivazioni i magistrati scrivono che "è certo che la ragazza ebbe ad aprire ad una persona che conosceva e con la quale si stava accingendo ad avere un rapporto sessuale pienamente consenziente tanto che era nuda. Questa persona non poteva che essere Raniero Busco dal momento che non si era rinvenuta traccia di altre possibili storie con altri uomini".

Nell'immediatezza della condanna la famiglia Cesaroni aveva parlato di "leggero sollievo" ma gli ultimi eventi, come l'avvio delle riprese di una fiction sulla morte di Simonetta, sembrano ridare forza ad un dolore mai sopito. "Il tempo non può mitigare sofferenze di questo tipo - spiega l'avvocato Massimo Lauro, legale di Paola Cesaroni, sorella di Simonetta -. Per la famiglia il dolore si rinnova ogni anno. Siamo convinti che la sentenza di primo grado reggerà anche in appello. Si tratta di una decisione equilibrata, motivata in modo chiaro e scritta bene". Sulle possibili speculazioni legate alla miniserie tv, che verrà messa in onda in autunno proprio nel periodo in cui inizierà il processo d'appello, l'avvocato della famiglia si augura che "ci sia una lettura non alterata della vicenda, senza far pendere da una parte la successione degli eventi".

Per il resto l'anniversario del delitto di via Poma è una "questione privata, del dolore di una famiglia". Lo stesso dolore che, per motivi diametralmente opposti, si respira in casa di Raniero Busco. Il peso di una condanna, l'attesa per il secondo grado di giudizio che potrebbe ribaltare la situazione. "Abbiamo una condanna non un colpevole - taglia corto l'avvocato Paolo Loria, difensore di Busco -. Siamo certi che il processo d'Appello potrà arrivare ad un esito completamente diverso". Anche per i Busco il 7 agosto è una data del tutto particolare. "Per questa vicenda della fiction - prosegue il penalista - non nego che siamo indignati e per certi versi avvelenati. Nel caso in cui si deciderà di metterla in onda nel prossimo autunno faremmo di tutto impedirlo: non si può spettacolarizzare, in pieno processo d'appello, una vicenda così drammatica".

© Copyright ANSA - Tutti i diritti riservati

Top News

    • 13:09
    • 09 apr
    • ROMA

    Fecondazione eterologa, cade il divieto

    La Corte Costituzionale lo hanno dichiarato illegittimo
    • 12:09
    • 09 apr
    • MILANO

    Intesa paga 294 mln 'tassa Bankitalia'

    Segue Unicredit (196), ma su parametri patrimoniali impatto soft
    • 11:40
    • 09 apr
    • VATICANO

    Papa: tacciano le armi in Siria

    Dolore per assassinio gesuita Van der Lugt e per vittime guerra
    • 10:43
    • 09 apr
    • MILANO

    Garlasco: mamma Rita, ho ancora fiducia

    E' cominciato il processo d'appello bis, Stasi è in aula
    • 09:03
    • 09 apr
    • MILANO

    Borsa: Milano apre in rialzo, +0,24%

    Identico aumento per l'indice Ftse All share
    • 09:00
    • 09 apr
    • ROMA

    Immigrazione: Alfano,un morto su barcone

    Continuano sbarchi, 4.000 migranti soccorsi in ultime 48 ore
    • 07:01
    • 09 apr
    • ROMA

    Mafia, colpo a cosche in E-R

    Operazione cc regione e Crotone,13 ordinanze,sequestro da 13 mln
    • 06:36
    • 09 apr
    • ISLAMABAD

    Pakistan:bomba a mercato,almeno 15 morti

    Ordigno ad alto potenziale in zona controllata forze sicurezza
    • 01:05
    • 09 apr
    • ROMA

    Immigrazione: Alfano, è allarme sbarchi

    Non bastano 80 mln Ue per Frontex. Def grazie a nostra azione
    • 00:23
    • 09 apr
    • NEW YORK

    Australia e Svezia, paradisi per giovani

    Secondo studio Usa. Italia fuori da classifica prime 30 nazioni