Percorso:ANSA.it > Regioni > Campania > News

Colera: Pomicino, la mia lotta da assessore ai cimiteri

L'ex ministro: 'Così il Comune divenne un ambulatorio'

24 agosto, 09:42

di Alfonso Pirozzi

All'epoca era un giovane medico, assessore comunale con la delega ai cimiteri e l'assurda accusa, totalmente infondata, di aver nascosto i cadaveri dei morti di colera. Oggi, Paolo Cirino Pomicino, ex ministro e protagonista per decenni della Prima Repubblica, dice che ''sono passati 40 anni ma sulla vicenda del colera a Napoli c'è ancora molto da riflettere''.

''Allora - spiega - ci fu una mobilitazione generale per sconfiggere l'ancestrale paura del colera. Di quella mobilitazione generale, purtroppo, non si è fatto tesoro e oggi la città è cambiata in peggio''. ''Mi ricordo - racconta l'ex ministro - che sotto l'androne di Palazzo San Giacomo, trasformato in un ambulatorio, dove avevamo messo dei banchetti, passavano intere giornate a vaccinare le persone. File lunghissime. Si lavorava tutti insieme, anche 16 ore al giorno. Pino Amato, futuro consigliere regionale che qualche anno dopo sarà assassinato dalle Brigate Rosse 'sbracciava' le persone e disinfettava; un attimo dopo io facevo le vaccinazioni. Arrivano intere famiglie: padre, madre e figli che stavano ore in fila pazientemente''.

Furono distribuiti quasi un milione di vaccini. Fu una grande operazione di profilassi portata a termine nel giro di una decina di giorni in una città, provata soprattutto dalla paura perché nel secolo precedente aveva già fatto l'amara esperienza del colera. Gli americani fecero arrivare le loro ''pistole siringa''. ''Fu una vera e propria, grande mobilitazione generale. Quella delle istituzioni da un lato, della politica dall'altra, senza alcuna distinzione di colore, e infine quella della gente comune. Anche i vicoli furono tenuti insolitamente pulitissimi'', dice l'ex ministro ricordando l'inaspettata compostezza dei napoletani. Il colera alimentò anche alcune leggende popolari (ovviamente infondate), come quella che si nascondevano i cadaveri dei colerosi per non creare allarme.

Anche lo stesso Pomicino finì tra i bersagli proprio per la sua carica di assessore ai Cimiteri. Nel ricordarlo, oggi l'ex ministro ride di gusto. ''In quell'occasione ci fu una battaglia politica, talvolta anche strumentale, con qualche articolo sui giornali, ma tutti, ripeto tutti, si mobilitarono e lavorarono senza sosta'', evidenzia Pomicino sostenendo che negli ultimi quattro decenni, ''se si fa eccezione per gli anni '80 quando sono state progettate alcune opere infrastrutturali di grande rilievo, poco, davvero poco, è stato fatto per questa città''. ''Lo sa perché? Perche' la politica ha perso il suo primato'', conclude Pomicino.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Top News

    • 13:09
    • 09 apr
    • ROMA

    Fecondazione eterologa, cade il divieto

    La Corte Costituzionale lo hanno dichiarato illegittimo
    • 12:09
    • 09 apr
    • MILANO

    Intesa paga 294 mln 'tassa Bankitalia'

    Segue Unicredit (196), ma su parametri patrimoniali impatto soft
    • 11:40
    • 09 apr
    • VATICANO

    Papa: tacciano le armi in Siria

    Dolore per assassinio gesuita Van der Lugt e per vittime guerra
    • 10:43
    • 09 apr
    • MILANO

    Garlasco: mamma Rita, ho ancora fiducia

    E' cominciato il processo d'appello bis, Stasi è in aula
    • 09:03
    • 09 apr
    • MILANO

    Borsa: Milano apre in rialzo, +0,24%

    Identico aumento per l'indice Ftse All share
    • 09:00
    • 09 apr
    • ROMA

    Immigrazione: Alfano,un morto su barcone

    Continuano sbarchi, 4.000 migranti soccorsi in ultime 48 ore
    • 07:01
    • 09 apr
    • ROMA

    Mafia, colpo a cosche in E-R

    Operazione cc regione e Crotone,13 ordinanze,sequestro da 13 mln
    • 06:36
    • 09 apr
    • ISLAMABAD

    Pakistan:bomba a mercato,almeno 15 morti

    Ordigno ad alto potenziale in zona controllata forze sicurezza
    • 01:05
    • 09 apr
    • ROMA

    Immigrazione: Alfano, è allarme sbarchi

    Non bastano 80 mln Ue per Frontex. Def grazie a nostra azione
    • 00:23
    • 09 apr
    • NEW YORK

    Australia e Svezia, paradisi per giovani

    Secondo studio Usa. Italia fuori da classifica prime 30 nazioni