Percorso:ANSA.it > AXA > News

Ambiente: Axa e Bocconi contro rischi cambiamento climatico

Rossi (Axa), italiani consapevoli; servono risposte comuni

20 maggio, 14:29
Ambiente: Axa e Bocconi contro rischi cambiamento climatico Ambiente: Axa e Bocconi contro rischi cambiamento climatico
Ambiente: Axa e Bocconi contro rischi cambiamento climatico

Cresce negli italiani la consapevolezza e la preoccupazione per gli effetti del cambiamento climatico, ma c'e' fiducia sulla possibilita' di trovare soluzioni innovative per ridurne l'impatto. E' quanto emerge da una ricerca Axa-Ipsos sulla percezione individuale dei rischi climatici in Italia, in chiave comparativa. Per stimolare una riflessione sul ruolo che le istituzioni private, in collaborazione col settore pubblico, possono svolgere nell'educazione, prevenzione e protezione dai rischi, e fornire nuove chiavi di lettura su temi ''di frontiera'', il gruppo AXA in Italia, insieme all'Universita' Bocconi, ha organizzato un ciclo di seminari sul rischio, aprendo un dibattito sul tema del climate change.

Secondo l'indagine, presentata nel corso del primo appuntamento milanese, quasi 9 italiani su 10 sono convinti che il clima sia cambiato negli ultimi 20 anni, e le donne sono le piu' consapevoli. Per il 42% degli intervistati le conseguenze di questo fenomeno hanno gia' toccato il proprio benessere personale. Ma gli italiani risultano anche i piu' ottimisti circa la possibilita' di trovare soluzioni innovative per ridurre l'impatto del cambiamento climatico (il 93% contro l'88% della media globale), individuando come priorita' la produzione di energia pulita per combattere le emissioni di gas serra.
 

''Qualcosa nella mente dei cittadini sta cambiando e il cambiamento climatico e' oggi una delle realta' che preoccupa maggiormente gli italiani'', commenta l'amministratore delegato di AXA Assicurazioni, Andrea Rossi, sottolineando che  ''in quanto fenomeno collettivo, le risposte debbano essere comuni, in una logica di partnership virtuosa tra pubblico-privato e societa' che si rifletta positivamente sia sulla crescita economica, sia sulla sua sostenibilita' nello spazio e nel tempo. Anche il settore assicurativo, nella sua vocazione piu' autentica di protezione e gestione dei rischi nel lungo periodo, e' chiamato a raccogliere la sfida, per essere pienamente 'cittadino' della comunita' in cui opera''. Il 65% degli intervistati riconosce una responsabilita' delle compagnie assicurative nel ridurre i rischi correlati al cambiamento climatico. Secondo gli Italiani le priorita' delle compagnie assicurative su questo tema dovrebbe essere lo sviluppo di nuovi prodotti eco-compatibili, la promozione della ricerca scientifica sul cambiamento climatico e un'azione collettiva per trovare soluzioni condivise.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA