Amnesty 2011: rapporto, piu'giustizia a vittime rivolta Egitto

19 maggio, 13:26

''Le autorita' egiziane devono garantire giustizia a tutte le vittime della violenta repressione che si e' abbattuta sulle proteste di massa dell'inizio del 2011, provocando almeno 840 morti''. Lo chiede Amnesty International nel rapporto ''L'Egitto insorge. Uccisioni, arresti e torture nel corso della Rivoluzione del 25 gennaio'', frutto della missione di ricerca, avvenuta tra il 30 gennaio e il 3 marzo 2011, nella Grande Cairo, nel governatorato di Beni Suef, ad Alessandria, Suez, Port Said ed El Mahalla.

''Il processo nei confronti di alti funzionari sospettati di essere i responsabili dell'oltraggioso uso della forza eccessiva contro manifestanti pacifici – si legge nel rapporto, diffuso a due giorni dal processo nei confronti dell'ex ministro dell'Interno Habib El Adly - e' un primo passo essenziale. Ma l'azione delle autorita' in favore delle vittime deve andare ben oltre''. Bisogna ''accertare la verita' su quanto accaduto, fornire un'adeguata riparazione e garantire che i responsabili siano portati di fronte alla giustizia''.

Il rapporto, riferisce Amnesty, contiene ''prove schiaccianti sull'uso della forza eccessiva per disperdere e sopprimere le proteste contro Hosni Mubarak''. Nelle proteste ''sono rimaste ferite oltre 6 mila persone, alcune delle quali in forma permanente''. Per loro l’Egitto dovrebbe fare ''molto di piu', compreso il pagamento delle spese mediche. Funzionari governativi hanno fatto sapere che stanno cercando di capire come aiutare i manifestanti, ma finora non siamo al corrente di alcuna azione intrapresa''.

Il 14 aprile, ricorda l'ong, la commissione per l'accertamento dei fatti sulle proteste ha reso pubblica una sintesi del suo rapporto, in cui l'ex ministro dell'Interno viene ritenuto responsabile delle uccisioni dei manifestanti: ma l'esito e' ''troppo circoscritto''. La Commissione, secondo Amnesty, non ha pubblicato un elenco completo dei manifestanti uccisi ne' i particolari sulla loro morte; inoltre non ha indagato a fondo sui singoli casi di detenzioni arbitrarie, torture e altri maltrattamenti, compresi quelli attribuiti alle forze armate. Il rapporto dell’organizzazione documenta invece ''percosse con bastoni e fruste, scariche elettriche anche su zone sensibili del corpo, obbligo di rimanere in posizioni dolorose per lunghi periodi di tempo, offese verbali e minacce di stupro''. Le vittime di tortura ''devono quindi ricevere una riparazione adeguata e le autorita' devono proclamare in modo chiaro l'impegno a sradicare la tortura''.

Per quanto riguarda i processi degli arrestati, aggiunge Amnesty, ''molti sono stati celebrati da tribunali militari, nonostante gli accusati fossero civili. Un ricorso a procedure del genere viola i requisiti fondamentali del giusto processo e dei processi equi''. ''Le autorita' egiziane – ammonisce infine l’ong - hanno molto da fare per ripristinare la fiducia nelle istituzioni, a cominciare dall'abolizione delle leggi che hanno consentito di commettere violazioni dei diritti umani e dall'istituzione di misure per evitare che quelle violazioni si ripetano''.

Top News

    • 13:09
    • 09 apr
    • ROMA

    Fecondazione eterologa, cade il divieto

    La Corte Costituzionale lo hanno dichiarato illegittimo
    • 12:09
    • 09 apr
    • MILANO

    Intesa paga 294 mln 'tassa Bankitalia'

    Segue Unicredit (196), ma su parametri patrimoniali impatto soft
    • 11:40
    • 09 apr
    • VATICANO

    Papa: tacciano le armi in Siria

    Dolore per assassinio gesuita Van der Lugt e per vittime guerra
    • 10:43
    • 09 apr
    • MILANO

    Garlasco: mamma Rita, ho ancora fiducia

    E' cominciato il processo d'appello bis, Stasi è in aula
    • 09:03
    • 09 apr
    • MILANO

    Borsa: Milano apre in rialzo, +0,24%

    Identico aumento per l'indice Ftse All share
    • 09:00
    • 09 apr
    • ROMA

    Immigrazione: Alfano,un morto su barcone

    Continuano sbarchi, 4.000 migranti soccorsi in ultime 48 ore
    • 07:01
    • 09 apr
    • ROMA

    Mafia, colpo a cosche in E-R

    Operazione cc regione e Crotone,13 ordinanze,sequestro da 13 mln
    • 06:36
    • 09 apr
    • ISLAMABAD

    Pakistan:bomba a mercato,almeno 15 morti

    Ordigno ad alto potenziale in zona controllata forze sicurezza
    • 01:05
    • 09 apr
    • ROMA

    Immigrazione: Alfano, è allarme sbarchi

    Non bastano 80 mln Ue per Frontex. Def grazie a nostra azione
    • 00:23
    • 09 apr
    • NEW YORK

    Australia e Svezia, paradisi per giovani

    Secondo studio Usa. Italia fuori da classifica prime 30 nazioni