Percorso:ANSA.it > Photostory Primopiano > News

Ritorno-show di Berlusconi a Porta a Porta

18 dicembre, 23:22
Silvio Berlusconi con una statuetta che lo riproduce a Porta a Porta Silvio Berlusconi con una statuetta che lo riproduce a Porta a Porta
Ritorno-show di Berlusconi a Porta a Porta

Silvio Berlusconi è inarrestabile. Per quasi due ore, ospite di Porta a Porta, il Cavaliere sgombra il campo a chi aveva ancora dubbi sulla sua intenzione di voler tornare in prima linea: torno in campo perché "c'è bisogno di me", è la premessa che fa l'ex premier. Si tratta di una vera e propria offensiva mediatica quella che ha in mente l'ex capo del governo oggi alla sua quinta apparizione televisiva consecutiva. E non è finita.

"E' invidioso?...''. Risponde cosi', con un sorriso, Silvio Berlusconi a Bruno Vespa che gli chiede come vada con Francesca Pascale la sua fidanzata: ''Mi sento ben sostenuto - dice - ha una forza d'animo incredibile e dei principi morali saldissimi. E' uno stimolo ad impegnarsi per il Paese''.

"Non facciamo della facile ironia, mi consenta. Le giovani 'deputatesse' sono in cima alla classifica per la presenza di voti in Aula e nelle commissioni", replica l'ex premier a Vespa che gli chiede se "il 10% di deputati che sarà riconfermato riguarda solo le giovani deputate".

"Lo dimostreranno con il voto adesso. Io ho avuto degli inviti pressanti a non lasciare che la situazione nel Paese che amo degradasse". Risponde così Berlusconi a chi gli chiede se non pensa che gli italiani, stanchi della politica, si siano stancati anche di lui. "Già con la mia apparizione il mio partito è salito di 4 punti", afferma il leader Pdl, spiegando: "Ho molto da recuperare" in merito alle presente in tv. Da quando non mi sono presentato al pubblico "noi abbiamo avuto un degrado nel consenso che ci ha allontanato molto dai numeri della sinistra - aggiunge - Ho ritenuto" di tornare "in base a sondaggi e focus secondo la cui indicazione io sarei in grado di far avere un numero di consensi" più alto. "C'é un'indeterminatezza della situazione che è aperta a qualsiasi risultato". La rimonta del Pdl ''dipende dalla quantita' di ore tv che avro' '' a disposizione. ''Io ho un credito'', afferma.

''Lei sta raccontando delle favole. La sua e' la lettura della sinistra che ha dato vita a quella congiura che si e' creata contro di noi. Quando si dice che l'Italia era sull'orlo della crisi e che non poteva pagare e' falso. Un tasso piu' alto del 2% sul debito portava a meno di 5 miliardi'' di spese in piu', dice Berlusconi rivolgendosi a Claudio Sardo, direttore dell'Unita'. ''I governi non c'entrano con lo spread. Tanto e' vero che lo spread e' rimasto invariato anzi nella media e' stato superiore nel periodo del governo tecnico rispetto al mio'', aggiunge il Cavaliere accusando la sinistra di ''raccontare una grande favola sfruttando la non consapevolezza degli altri per vendere frottole. E' un'opera - aggiunge - di una sinistra ignorante''.

FINI, BERLUSCONI? SIAMO A LIVELLO DI VANNA MARCHI... - "Berlusconi? Siamo al livello di Vanna Marchi...". E' quanto twitta il presidente della Camera Gianfranco Fini nel commentare le dichiarazioni del Cavaliere su di lui e Casini.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA