Percorso:ANSA.it > Photostory Primopiano > News
Torino-Lione: blitz di Grillo nella baita no-tav sequestrata

CHIOMONTE (TORINO) - E' entrato nella baita costruita dal movimento No Tav, violando i sigilli posti dalla magistratura, il comico Beppe Grillo, leader del movimento Cinque Stelle. I sigilli, in realta', erano gia' stati portati via dal vento, ma Grillo era stato preventivamente informato del fatto che l'immobile fosse inaccessibile dal capitano dei carabinieri della Compagnia di Susa, Stefano Mazzanti. ''Facciamola questa Tav - ha scherzato il comico rivolgendosi alle centinaia di manifestanti che da questa mattina stavano presidiando l'immobile - cosi' ci facciamo dare un po' di soldi e ci compriamo tutti un bilocale ad Alassio, al mare. State facendo la storia. C'e' chi e' andato in galera solo per non aver pagato 134 euro all'Inps''. Dopo queste parole il comico e' stato inviato a entrare nella baita dal leader dei No Tav, Alberto Perino e cosi' ha fatto.

Un abbraccio col leader dei No Tav e un altro con la proprietaria del terreno su cui e' stata costruita la baita sequestrata, Marisa Meyer. Cosi' Beppe Grillo ha salutato il popolo No Tav, accorso in massa per vederlo entrare all'interno dell'edificio che ha sequestrato la magistratura. ''Non mi fermera' piu' nessuno - ha detto il popolare comico rivolto ai manifestanti - anche se adesso e' necessario cambiare strategia: dobbiamo dire si' a qualcosa e fare si' che siano gli altri a dire no. Cominciamo per esempio con le piccole opere. Non siamo contro la ferrovia e contro i trasporti, soltanto che queste cose ci sono gia'. Dobbiamo gridare a gran voce che va potenziato quello che gia' esiste''. Grillo si e' poi avvicinato a un bambino, poco piu' che neonato, e gli ha sussurrato: ''Lo sai che una piccola parte della Tav la stai pagando anche tu?''. Dopodiche' e' risalito a bordo dell'auto che lo aveva accompagnato fino al presidio di localita' La Maddalena ed e' tornato verso Torino dove questa sera terra' uno spettacolo.