Percorso:ANSA.it > Photostory Primopiano > News
Maltempo: le vittime del 2010 per frane e alluvioni

ROMA - La tragedia di Massa, con la mamma e il bambino morti per la frana che ha travolto la loro casa, non e' la prima del 2010 causata da frane o alluvioni.

Eccone un riepilogo:

- 2 GENNAIO: uno smottamento ad Atrani (Salerno), sulla costiera amalfitana, uccide Carmine Abate, 44 anni, chef di un ristorante, che rimane schiacciato tra i massi e i fornelli mentre sta lavorando.

- 12 APRILE: e' di nove morti e 28 feriti il bilancio di un dell'incidente ferroviario in val Venosta, in Alto Adige. Il treno regionale R108 deraglia per una frana nel tratto della linea tra Castelbello e Laces, in un punto dove i binari attraversano una stretta gola.

- 20 APRILE - Sara Panuccio e Francesca Colonnello, due ragazze romane di 14 anni in gita scolastica, muoiono sull'isola di Ventotene, nell'arcipelago pontino, travolte dal crollo di un costone di roccia di tufo che si stacca sopra la spiaggia di Cala Rossano.

- 9 SETTEMBRE: ancora ad Atrani Francesca Mansi, 25 anni, viene trascinata via dal fango dell'alluvione che devasta la cittadina mentre e' a lavoro in un bar. Il suo corpo viene ritrovato il 3 ottobre al largo delle isole Eolie, in Sicilia.

- 1 NOVEMBRE: vengono ritrovati senza vita i corpi di Nera Ricci, 39 anni, e del figlio Mattia Guadagnucci, 2 anni, travolti ieri sera nella loro casa dal fango e dai detriti staccatisi dalla collina che sovrasta la frazione di Lavacchio, nel comune di Massa (Massa Carrara).