Percorso:ANSA.it > Photostory Curiosita' > News
Libia, artisti si ribellano con graffiti irriverenti

Alcuni artisti libici, nelle citta' roccaforti dai ribelli, si sono armati di vernice e pennelli e stanno dando battaglia al regime a modo loro: con graffiti e dipinti irriverenti del colonnello Muammar Gheddafi. ''Tutti devono combattere in qualche modo - afferma Mohammed Zamoul, ex autista bulldozer - alcune persone combattono con le armi, io uso il pennello''. In una caricatura si vede Gheddafi succhiare le riserve petrolifere del Paese. In un altro dipinto, il colonnello scappa a gambe levate dal Paese perche' colpito da un missile dei ribelli.

Masoud Bajie e' un altro degli autori dei graffiti rivoluzionari che campeggiano sui muri. Ognuno dei suoi dipinti rappresenta la persecuzione di Gheddafi nei confronti del suo popolo.

''Ci teneva nell'ignoranza - sottolinea Masoud - non ha lasciato nulla per noi. Ha tenuto tutto per se'''.

© Copyright ANSA - Tutti i diritti riservati