Percorso:ANSA.it > Photostory Curiositá > News
Axel, un azzurro a quattro zampe

PALERMO - Ha vinto un campionato del mondo sbaragliando tutti i concorrenti, anche se pochi conoscono questo "azzurro a quattro zampe" che ha rappresentato l'Italia all'Eukanuba World Challenge 2009, la manifestazione canina internazionale che si è conclusa ieri in California, a Long Beach. Ad aggiudicarsi la finalissima è stato Axel del Monte Alago, un bracco italiano bianco-arancio di quattro anni e nove mesi, di proprietà di un palermitano, portacolori della nostra nazionale alla competizione di profilo, livello e risonanza mondiale per gli allevatori di cani di razza.

Al Challenge, infatti, possono partecipare solamente pochi e selezionatissimi cani (quest'anno sono stati 54), provenienti da ogni continente. I partecipanti rappresentano, dunque, l'eccellenza dei cani esistenti nelle nazioni che aderiscono alla Federazione cinologica internazionale (Fci). Per far partecipare Axel, l'Ente nazionale della cinofilia italiana (Enci), ha rotto la tradizione secondo la quale le razze non riconosciute in America hanno poche possibilità di successo al World Challenge. E "Axelino", come lo chiamano affettuosamente i suoi proprietari, Salvo Tripoli e Bitte Ahrens, ha confermato tutta la sua classe sbaragliando la concorrenza. Il giudice americano Frank Sabella non ha avuto alcun dubbio, assegnando al rappresentante dell'Italia la vittoria finale.

Per la cronaca la piazza d'onore è andata alla Svezia, grazie al Saluki di proprietà della famiglia Erikson, mentre al terzo posto si è classificato il Brasile con il Wire Fox Terrier di proprietà di Victor Calzoni. Axel, del resto, non è nuovo a questi exploit. Il suo pedigree è costellato di Best in show (Bis), titolo che compete al miglior cane tra tutti quelli iscritti a una esposizione canina, ed è il solo tra i 54 partecipanti al Challenge che sia stato in precedenza vincitore del Bis ad una esposizione mondiale del Fis: nel 2006, al mondiale di Poznan, in Polonia. In quell'occasione Axel mise al tappeto ben 21.870 avversari, tutti di ottimo livello. Successo confermato ieri, a Long Beach, con il nuovo titolo mondiale conquistato da "Axelino". Una bella soddisfazione per i proprietari questo simpatico campione a quattro zampe che, pur facendo una vita da cane, continua a tenere alti i colori dell'Italia.